+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

La forma mentis dei miliardari

di Steve Siebold 1 mese fa


La forma mentis dei miliardari

Leggi un estratto da "Come Pensano i Ricchi" di Steve Siebold e scopri le caratteristiche della mente di successo

Questo non è un libro che parla di soldi. Parla di atteggiamento.

Ciascuno dei brevi capitoli riporta una tra le tante lezioni che ho avuto modo di apprendere in 26 anni d'interviste ad alcune tra le persone più ricche al mondo.

Ogni capitolo mette a confronto la "classe media" con l'"elite". Tali termini si riferiscono rispettivamente alle persone comuni e alle persone di straordinario successo. L'intento è quello di individuare le differenze nell'atteggiamento e nel modo di pensare al denaro proprio della maggior parte delle persone comuni e quello proprio, invece, dei più ricchi. Le differenze sono tanto numerose quanto radicali.

Stai leggendo un estratto da...

Come Pensano i Ricchi

La forma mentis dei miliardari

Steve Siebold

Anni di interviste alle persone più ricche del pianeta hanno rivelato le strategie mentali dell’élite! Il segreto non sta nei meccanismi che muovono il denaro, ma nell'atteggiamento che lo genera. Questo libro si propone di rivelare i segreti del...

€ 22,90 € 21,76 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

La gente comune si concentra sul risparmio... 
L'elite, sul guadagno

Dovendo fare i conti con la paura di perdere i propri averi e con l'incertezza per il futuro, la gente comune fa di tutto per accumulare e tutelare il proprio denaro.

Pur essendo consapevole dell'importanza di risparmiare e di investire, l'elite dei ricchi s'impegna invece a creare ricchezza fornendo servizi e risolvendo problemi alle persone.

Quando si verificano degli squilibri economici, il timoroso risparmiatore va incontro a delle perdite catastrofiche da cui ci metterà anni per riprendersi. Anche i ricchi subiscono questo genere di perdite, ma cercano subito di tradurle nelle opportunità finanziarie che una società di persone improvvisamente terrorizzate può offrire. Mentre la maggioranza vende per garantirsi la sopravvivenza nel breve termine, l'elite compra per garantirsi il successo sul lungo termine.

Laddove i primi agiscono mossi dalla paura, i secondi puntano alla ricchezza. I self-made men non hanno paura di assumersi dei rischi calcolati perché sanno bene che, anche se le cose dovessero andar male, la situazione sarebbe comunque recuperabile.

Mentre la gente comune è perennemente in cerca dell'investimento "della vita", che la renderà ricca, l'elite investe con lungimiranza sapendo che gli altri sono così concentrati sui loro modesti guadagni, ottenuti risparmiando, da lasciarsi scappare l'opportunità di fare fortuna davvero. Le masse sono così occupate a ritagliare i coupon con gli sconti e a risparmiare sulle spese da lasciarsi inevitabilmente sfuggire la possibilità di fare quel passo serio che potrebbe cambiargli la vita. Persino nel bel mezzo di una crisi economica, i ricchi si rifiutano di contare i centesimi —come fa la gente di solito, perché sanno perfettamente in che modo concentrare le loro energie per ottenere ciò che vogliono: le cifre a 6 zeri.

E tu? Ti impegni di più a risparmiare i centesimi o a costruire un impero? Il tuo conto corrente può darti un'idea della situazione. Se sei ricco, continua così. Se non lo sei, è arrivata l'ora di cambiare.

"Il denaro è potere e dovreste nutrire la ragionevole ambizione di possederlo."
Russell Conwell

RISORSA: William Davis, The Rich: A New Study of the Species

DOMANDA CRITICA: Analizzando il tuo atteggiamento passato e ì risultati ottenuti, stai pensando in grande o in piccolo?
PIANO DI AZIONE: Concentrati sulle vere opportunità; focalizzati sul creare, investire e guadagnare, non sul risparmiare.

La gente comune concepisce il denaro in termini lineari...
L'elite, in termini non lineari

Le persone guadagnano denaro in cambio del proprio tempo, il che dà luogo alla convinzione che fare soldi sia un processo lineare, direttamente proporzionale al tempo impiegato. La persona nella media crede che l'unico modo per fare più soldi sia lavorare di più, eccezion fatta per aumenti di stipendio e bonus.

I super ricchi, al contrario, sanno che non è concependo il denaro in termini lineari che si fanno i soldi. La loro grande abilità sta nel generare ricchezza attraverso idee che risolvono problemi: quelli delle persone. E siccome non c'è limite alle idee, non c'è nemmeno limite ai soldi che si possono così guadagnare.

Mentre la gente comune si arrabatta per arrivare a fine mese, timorosa per il proprio futuro, questa élite di vincenti capitalizza la lucidità del proprio approccio. Le masse sprecano un sacco di energia e di tempo preoccupandosi per i soldi, laddove i più grandi vanno diretti al sodo, senza paura, arricchendosi ogni giorno di più.

Con l'idea giusta al momento giusto si può fare una fortuna dall'oggi al domani, ma è necessario concepire il processo in termini non lineari. Siccome la maggioranza delle persone vede il guadagno come lineare, non investe l'energia necessaria a creare soluzioni significative.

Sforzandoti d'interiorizzare questo concetto, puoi davvero arrivare a essere tanto ricco quanto lo desideri. E nonostante sia ampiamente provato, la gente comune si ostina a non volerlo comprendere affatto: per questo, non riesce nemmeno a fare il primo passo. Ecco un'altra delle molte ragioni per cui i ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri.

Se vuoi diventare ricco, pensa in maniera multidimensionale.

"La pura essenza dell'America è la speranza di fare prima di tutto soldi, poi fare soldi con i soldi e poi fare molti soldi con molti soldi."
Paul Erdman

RISORSA: Benjamin Graham, The Intelligent lnvestor

DOMANDA CRITICA: Quando stai cercando di risolvere un problema, ti accontenti della soluzione più ovvia o della meno ovvia? Il pensiero lineare è la soluzione ovvia, quello non lineare, la meno ovvia.
PIANO DI AZIONE: In un primo momento opta sempre per la soluzione più semplice, ovvia e lineare. Se non funziona, passa in rassegna tutte le soluzioni meno ovvie, complesse e non lineari.

La gente comune crede che si possa diventare ricchi grazie al duro lavoro...
L'elite crede, invece, nell'effetto leva

Se il lavoro duro fosse la chiave per il successo economico, le cameriere e gli operai sarebbero ricchissimi.

La strategia adottata dai ricchi è di concentrare gli sforzi sui settori più redditizi, facendo leva sui contatti, l'affidabilità e le risorse che hanno a disposizione per ottenere sempre il massimo da ciò che fanno. Certo, pure i rappresentanti dell'elite lavorano duramente, ma non nel senso tipico del termine. Per loro, hard work significa "far leva sull'ingegno di tutto il team e dei vari consulenti in modo da essere sempre più avanti della concorrenza".

La gente comune fa del duro lavoro un vanto; per i super ricchi, invece, è il successo a costituire un punto d'onore. Laddove i primi tornano a casa sfiniti, fisicamente e mentalmente, i secondi sono freschi e impazienti di trovare nuove soluzioni e grandi idee che facciano lavorare gli altri. Pertanto, vivendo in attesa della successiva busta paga, la gente comune non conosce le infinite possibilità di cui invece godono i vincenti.

L'unica, sostanziale, differenza sta nell'approccio diverso e nella capacità di sfruttare il potere dell'effetto leva, piuttosto che nel fare uno sforzo lineare.

Mentre le masse tentano la fortuna, i ricchi la dominano. Il bello di vivere in una società capitalista è che chiunque può davvero cambiare il proprio atteggiamento, godendo dei benefici che ne derivano. Tuttavia, gran parte delle persone non sfrutta questa opportunità perché non sa come fare, o perché non pensa di riuscire a farlo: non crede che sia possibile, o comunque che non lo sia per loro.

In ogni caso, i ricchi continuano ad accumulare enormi fortune mentre le masse rimangono ai margini, preoccupate di come fare a pagare le bollette.

"Le persone influenti dominano su quelle non influenti. In altre parole, proprio come gli esseri umani hanno superato gli animali attraverso degli strumenti di emancipazione, allo stesso modo gli esseri umani che sanno trarre vantaggio dall'effetto leva hanno più potere rispetto agli altri. Per dirla in 4 parole 'la leva è potere'."
Robert Kiyosaki

RISORSA: Jason Zweig, Your Money & Your Brain: How The New Science Of Neuroeconomics Can Help Make You Rich

DOMANDA CRITICA: Cosa ti è stato insegnato sul duro lavoro quando eri piccolo?
PIANO DI AZIONE: Liberati adesso, una volta e per tutte, di qualsiasi preconcetto sul lavorare duramente e inizia a concentrarti su come potresti usare l'effetto leva per avere successo.

Come Pensano i Ricchi

La forma mentis dei miliardari

Steve Siebold

Anni di interviste alle persone più ricche del pianeta hanno rivelato le strategie mentali dell’élite! Il segreto non sta nei meccanismi che muovono il denaro, ma nell'atteggiamento che lo genera. Questo libro si propone di rivelare i segreti del...

€ 22,90 € 21,76 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Steve Siebold

Steve Siebold è stato giocatore di tennis professionista, e oggi è mental coach internazionale. Come oratore professionista, Steve rientra fra l’1% dei più pagati al mondo. I suoi clienti includono superstar quali Andre Agassi, i Boston Celtics, Florida Marlins... la...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su La forma mentis dei miliardari

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.