+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

La dipendenza da internet e da cellulare

di Marc Masip 11 mesi fa


La dipendenza da internet e da cellulare

Leggi l'introduzione del libro "Disconnessi e Felici" di Marc Masip

Passeremo un po' di tempo insieme, quindi voglio presentarmi e condividere con te diverse idee e riflessioni che spero possano aiutarti.

Oggi sei uscito di casa? Se l'hai fatto o quando lo farai, hai notato o noterai molta più gente che guarda lo schermo del cellulare di quanta non lo faccia. Be', anche se abbiamo vissuto per migliaia d'anni senza telefoni, questo strumento non più nuovo è diventato imprescindibile.

Stai leggendo un estratto da

Disconnessi e Felici

Riconoscere la dipendenza da internet e da cellulare per fare un uso adeguato delle nuove tecnologie

Marc Masip

Staccati dalla rete e collegati alla libertà di vivere relazioni più appaganti! Lo sapevi che oggi una grossa fetta della popolazione soffre di nomofobia, cioè la “sindrome da disconnessione”, la paura di rimanere disconnessi o comunque di non...

€ 11,90 € 11,31 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

L'isolamento sociale che provoca il cellulare attira molto la mia attenzione. Ovunque vada, vedo persone che non alzano la testa dal loro smartphone. Senza esserne consapevoli, hanno scelto di vedere e di vivere la vita attraverso uno schermo. Per molte di loro la realtà è passata in secondo piano e questo influisce sulle relazioni con i familiari e con gli amici, sul rendimento scolastico, sugli stati d'animo, sui disturbi collegati...

Incontri tra amici infestati dal suono costante dei telefoni, persone che ignorano gli altri per guardare il loro cellulare, che senza rendersene conto passano ore immerse nei social network, che smettono persino di agire semplicemente perché non hanno copertura o connessione alla Rete.

Come psicologo, vedendo lo scenario grottesco di questo comportamento sociale, ho deciso di fornire uno strumento per provare a sganciarci dalla tecnologia e, cosa ancora più importante, per riconnetterci con la vita reale e con le persone.

Dopo anni di esperienza, prima studiando e poi conoscendo più di trecento adolescenti e adulti e meravigliandomi per i loro atteggiamenti e le loro reazioni, posso dire che esiste un problema reale e molto più pericoloso di quanto pensiamo.

Per questo e per molto altro ho scritto questo libro. Un libro creato per aiutarti a diventare consapevole di quanto sia pericoloso abusare del cellulare, dei social network o dei videogiochi. Un libro che spero ti faccia fare un passo indietro a livello tecnologico per poterne fare tre in avanti a livello umano.

Spero ti faccia pensare che sei tu che, insieme agli altri, devi modificare il flusso della marea tecnologica che ci ha travolto. Una marea che non ci aspettavamo, che non sapevamo ci avrebbe fatto tanto male e che sta già creando scompiglio nelle nostre relazioni, nella nostra salute e nella nostra produttività.

Ormai stiamo iniziando a preoccuparci, a notare che c'è un rischio elevato e a chiedere aiuto. C'è un'esigenza sociale di fermare la macchina tecnologica, di rilassarci di fronte a tanto rumore e tanta connettività.

Eppure, se hai deciso di leggere questo libro è sicuramente perché sei d'accordo con me o perché in qualche modo ti sei accorto che qualcosa non funziona del tutto bene.

Sono convinto che una macchina non sarà mai più potente dell'essere umano e che l'aspetto emozionale non potrà mai essere superato da quello artificiale (per quanto possiamo definirlo intelligente). Credo nella necessità di dare all'essere umano ciò che più reclama e gode: la libertà. Una libertà che può essere potenziata solo attraverso la conoscenza, al fine di prendere delle decisioni valide. Decisioni che devi prendere tu perché, se non lo fai, un altro deciderà per te e questo non ti porterà niente di buono.

Tutti dobbiamo rieducare noi stessi e imparare a fare un buon uso delle nuove tecnologie. Di computer, tablet, videogiochi... ma soprattutto del cellulare, dato che questo apprezzato dispositivo lo usiamo per avere sempre con noi tutte le nostre funzioni e migliaia di notifiche.

Stiamo per iniziare a scoprire le conseguenze dell'abuso del telefono, conseguenze che ci affliggono nella vita quotidiana, nel lavoro e nelle relazioni.

Noto che quando si porta via il cellulare a qualcuno senza la sua approvazione, diventa aggressivo, si arrabbia o si infastidisce. Noto come gli stati d'animo dipendano da ciò che leggiamo o riceviamo (e a volte anche da ciò che vogliamo ricevere ma non arriva). Quando non hai con te il telefono, hai una strana sensazione, per non parlare degli effetti nei più piccoli quando ne vietiamo loro l'uso.

Spero che quando finirai di leggere questo libro sarai in grado di capire che tutti abbiamo bisogno di un cambio nel nostro comportamento, ma soprattutto che non puoi restare lì seduto e pensare che qualcosa deve cambiare senza che tu faccia nulla.

Siamo tutti parti attive della società e dobbiamo parteciparvi seriamente. Mi preoccupa l'idea che, se non facciamo qualcosa, le nuove generazioni saranno persone che non si guarderanno neanche in faccia, che perderanno molte cose della vita e che vivranno in modo tremendamente codardo le relazioni interpersonali.

Poiché svolgiamo parecchie attività in modalità multitasking, crediamo di essere più produttivi. È completamente falso. Oggi siamo molto meno efficienti, frammentiamo i lavori e quindi li eseguiamo peggio.

Nei social network abbiamo creato diversi comportamenti molto pericolosi e mi sconcerta notare che adesso diamo valore alle persone per le foto che postano, i video che condividono o i like che ottengono. Oppure che ci sono persone che cadono in depressione o vivono con un'ansia enorme per non riuscire a raggiungere la considerazione sociale a cui aspirano.

Al giorno d'oggi vogliamo mostrare la nostra versione migliore o almeno provarci, senza renderci conto che la nostra migliore immagine è quella di ciò che siamo, non qualcosa di stereotipato e superiore. Siamo costantemente giudicati dai nostri seguaci o amici e, naturalmente, quando ci ammirano ci sentiamo molto bene, ma quando arrivano ondate di rifiuto è difficile non annegare in un mare di rabbia e di frustrazione.

È ormai dimostrato che il danno cerebrale causato dalla sovraesposizione (dipendenza) agli schermi ha molto in comune con quello provocato dalle droghe pesanti. È evidente che il rendimento scolastico e lavorativo diminuisce e, cosa peggiore, anche le relazioni interpersonali non sono più quelle di prima. Oggi tutto passa attraverso un dispositivo che ci sta facendo diventare sempre più isolati.

Quando assimilo un cellulare pubblicizzato in televisione e in tutti i cartelloni della tua città alle droghe, all'alcol e alla dipendenza dal gioco, penserai che io stia esagerando. E invece io lo paragono consapevolmente alla marijuana, alla cocaina, all'alcol, al tabacco, alle slot machine e all'eroina.

E ti dirò di più: se questa sera pensi di ubriacarti, domani avrai i postumi della sbornia e probabilmente penserai "non berrò mai più", ma la cosa peggiore delle nuove tecnologie è che non lasciano strascichi. Si possono usare ovunque e in ogni situazione senza che te ne stanchi. Di fatto ti agganciano così tanto perché lasciano meno tracce e generano più dipendenza.

Leggi il libro, ripensa al tuo comportamento e, soprattutto, diffondi il messaggio. Ogni giorno avrai migliaia di opportunità per farlo. Non lasciare che uno schermo ostacoli la tua felicità.

Disconnessi e Felici

Riconoscere la dipendenza da internet e da cellulare per fare un uso adeguato delle nuove tecnologie

Marc Masip

Staccati dalla rete e collegati alla libertà di vivere relazioni più appaganti! Lo sapevi che oggi una grossa fetta della popolazione soffre di nomofobia, cioè la “sindrome da disconnessione”, la paura di rimanere disconnessi o comunque di non...

€ 11,90 € 11,31 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Marc Masip

Marc Masip è uno psicologo esperto di dipendenza da nuove tecnologie. Nel 2012 ha fondato l’Istituto psicologico Desconect@, che attualmente dirige. Nel centro offre un innovativo programma per educare all’uso corretto delle nuove tecnologie, affinché queste non nuociano...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su La dipendenza da internet e da cellulare

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.