800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La Carota

di Simona Oberhammer 2 anni fa


La Carota

Un cibo dalle tante proprietà - Scritto da Simona Oberhammer

 

Nome comune: Carota

Nome latino: Daucus carota

Famiglia: Appartiene alla famiglia delle Ombrellifere.

COMPONENTI PRINCIPALI

Una preziosa fonte di betacarotene

La carota deve gran parte della sua notorietà alla presenza del betacarotene, una sostanza che all'interno dell'organismo si trasforma in vitamina A attiva. Tra i vegetali rappresenta la fonte più ricca: 1 kg di carote ha infatti un contenuto di betacarotene di circa 10 volte superiore al fabbisogno standard giornaliero.

Il suo valore nutrizionale è dato però da tutto il complesso dei principi attivi che la compongono, in particolare vitamine e sali minerali.

Acqua (90 per cento circa)

Vitamine

  • vitamina A e betacarotene (o provitamina A)
  • alfa e gammacarotene
  • vitamine del gruppo B: B1, B2; vitamina C, vitamina PP, vitamina E

Carboidrati (3-7 per cento)

  • fruttosio
  • levulosio
  • glucosio
  • destrosio

Sali minerali

  • ferro (fino al 7 per cento) - calcio - fosforo
  • magnesio - potassio - sodio
  • manganese - cobalto - rame
  • bromo - arsenico - zolfo
  • cloro - fluoro - iodio
  • zinco

Fibre (3,1 per cento)

  • cellulosa
  • pectina

Proteine (1,2 per cento)

Olio essenziale

  • carotina

Altri componenti

  • docarina
  • daucina
  • asparagina
  • acidi organici

La carota contiene anche piccole quantità di ormoni estrogeni, in grado di aumentare in base al tipo di concimazione a cui viene sottoposta.
I componenti elencati sono presenti naturalmente nella carota fresca, allo stato crudo.

PROPRIETÀ E INDICAZIONI

Un alimento-farmaco che rafforza, rigenera e protegge

La carota è un vero e proprio alimento-farmaco. Già presso gli antichi Greci e Romani, che non ne conoscevano l'uso culinario, era consumata esclusivamente a scopo terapeutico.
Il suo altissimo patrimonio, non solo di provitamina A, ma anche di altri preziosi nutrienti, la rende un ortaggio estremamente benefico per il nostro corpo, sia in caso di malattia che come aiuto per mantenerlo in buona salute e in efficienza.

Per l'organismo in generale

  • La carota agisce come efficace rimineralizzante e tonificante per l'organismo. Queste proprietà la rendono indicata anche per i disturbi della crescita e negli stati di demineralizzazione e carenze vitaminiche; è consigliata inoltre in caso di astenia.
  • Depurativa e rinfrescante, si utilizza anche negli stati di intossicazione e nella calcolosi.
  • Una delle proprietà a cui questo ortaggio deve la sua fama è la benefica azione sulla vista. La carota infatti agisce come protettiva della retina, grazie alla massiccia presenza di vitamina A. Questa sostanza fa parte della rodopsina, un pigmento della retina di grande importanza per una buona condizione visiva, in particolare nelle ore notturne. Si consiglia perciò il suo utilizzo anche in caso di emeralopia, ossia una diminuzione della funzionalità visiva quando la luce, solare o artificiale, è debole.
  • Grazie alla presenza di carotenoidi, sostanze ad azione antiossidante, svolge un ruolo protettivo sui processi degenerativi delle cellule. Questi componenti infatti proteggono la delicata struttura delle membrane cellulari dall'azione ossidante distruttiva dei radicali liberi. Per questo motivo la carota è utilizzata a scopo preventivo o come trattamento di integrazione nelle forme tumorali, tra cui il cancro all'utero o al seno.
  • Numerosi studi epidemiologici hanno dimostrato che bassi livelli di betacarotene nel sangue favoriscono la predisposizione a questa malattia, mentre ad esempio un consumo abituale di carote sembra ridurre di circa il 50 per cento le probabilità di cancro ai polmoni.
  • Rinforza le difese immunitarie, grazie alla presenza di carotenoidi che stimolano la produzione di linfociti T, piccoli globuli bianchi che svolgono un importantissimo ruolo nei meccanismi di difesa dell'organismo. Questa caratteristica, insieme alle proprietà antiossidanti, la rende indicata anche per contrastare le malattie infettive in generale.

Apparato gastrointestinale

  • La carota è un ottimo regolatore delle funzioni intestinali: a seconda delle necessità, è in grado di agire sia come antidiarroico che come lassativo. Si potrà utilizzare quindi sia in caso di stipsi che nelle diarree, anche dei bambini.
  • È antiputrefattiva e vermifuga; è indicata per combattere le infezioni, ad esempio la colibacillosi, un'infezione provocata dall'escherichia coli, un colibacillo molto diffuso nel terreno, nelle acque e nel latte.
  • È consigliata inoltre nelle gastriti e nelle enterocoliti, infiammazioni dell'intestino tenue e del colon.
  • Agisce validamente come cicatrizzante gastrico e intestinale, viene perciò utilizzata nelle ulcere gastroduodenali.
  • È digestiva e carminativa, aiuta cioè l'espulsione dei gas intestinali; è utile nelle dispepsie, ossia nelle digestioni lunghe e difficoltose.

Apparato ematico

  • La carota è antianemica, in quanto favorisce l'aumento dei globuli rossi e dell'emoglobina, una proteina contenente ferro, a cui è dovuto il colore rosso del sangue.
  • Può essere utilizzata anche in caso di alterazioni metaboliche come iperglicemia, ipercolesterolemia e iperuricemia, rispettivamente un eccesso di zuccheri, di colesterolo e di acido urico nel sangue.

Altre proprietà e indicazioni

  • Grazie alla sua azione rimineralizzante, la carota è consigliata nella carie dentaria, contro la caduta di capelli e ciglia e per le unghie fragili.

Le proprietà e le indicazioni descritte si riferiscono alla carota utilizzata fresca, allo stato crudo.

Controindicazioni, effetti secondari, avvertenze

A differenza della vitamina A, il betacarotene e gli altri carotenoidi contenuti nella carota non determinano tossicità nell'organismo. Un consumo sconsiderato, tuttavia fa assumere alla cute un'antiestetica colorazione giallastra. L'effetto scompare ridimensionando i quantitativi. Essendo piuttosto ricca di zuccheri, se ne consiglia un uso moderato ai diabetici.

ALIMENTAZIONE

I mille usi della carota in cucina

La carota è una delle verdure più importanti a livello nutrizionale. Inserirla nella nostra alimentazione quotidiana, oltre che una piacevole consuetudine, è un vero regalo che facciamo a noi stessi e alla nostra salute. Per questo motivo la consiglio spesso nei miei corsi di Naturopatia.

Come consumarla

L'uso culinario della carota è oggi diffusissimo: questa verdura infatti trasmette ai cibi il suo inconfondibile sapore, a metà tra il dolce e il salato, e si presta ad accompagnare molti tipi di preparazioni.

È importante assumere le carote condite con poco olio crudo, oppure insieme ad alimenti che contengono una percentuale di grassi: la vitamina A presente in questo ortaggio, infatti, essendo liposolubile, si assimila meglio se viene associata a queste sostanze.
Consumate le carote il più possibile integre, per esempio in pinzimonio, e non solo grattugiate o affettate come si usa abitualmente. Il betacarotene infatti si ossida facilmente all'aria e questo impedisce la sua trasformazione nella benefica vitamina A. Oppure preparatele al momento dell'utilizzo, non prima.

Preparazione

La carota è un ortaggio pressoché "universale": la si ritrova ovunque, tanto che è difficile trovare una ricetta che non la includa tra gli ingredienti.
Generalmente si utilizza la radice, ma non tutti sanno che è possibile usare anche le foglie e gli steli, specialmente nelle minestre.

Pulizia / lavaggio

Quando si preparano, è preferibile non sbucciare le carote, né con il coltello né con il pelapatate; il betacarotene si trova infatti essenzialmente nella parte esterna della radice, quindi andrebbe in gran parte perduto.

Si puliscono perfettamente con l'apposito spazzolino per le verdure, che elimina tutti i residui di terra, e si risciacquano poi sotto l'acqua corrente.

Cottura

Il modo migliore per utilizzare la carota è allo stato crudo, da sola o accompagnata da altre verdure: oltre a risultare molto più digeribile, mantiene intatti i preziosi nutrimenti che la compongono.

Viene consumata abitualmente anche cotta, in diverse preparazioni. Le modalità di cottura sono diverse: a vapore, lessata, al forno, stufata. Potendo, scegliete sempre cotture brevi e a basse temperature.

Per chi utilizza la cottura in acqua, è consigliato non salare troppo il liquido, perché le carote assumono una consistenza legnosa.

La più indicata rimane la cottura al vapore, che sembra anche favorire la biodisponibilità della provitamina A. Il betacarotene, a differenza di altre sostanze molto sensibili al calore, è moderatamente termoresistente, in più, essendo liposolubile, non ha la tendenza a disperdersi in acqua.

Come utilizzarla

La ricchezza di principi nutritivi e l'elevata digeribilità fanno della carota un ottimo alimento, adatto anche per i bambini molto piccoli, che possono consumarla in purea o nelle pappe. È molto indicata anche per gli anziani.

  • Per insalate, contorni, zuppe di verdure. Le carote si utilizzano nei pinzimoni e nelle insalate. Associate ad altre cruditées costituiscono un piacevole antipasto vegetariano. Cotte al vapore, al forno o stufate rappresentano uno dei più tradizionali contorni; si possono insaporire anche con prezzemolo e menta tritati o con altre erbe aromatiche a piacere. Le foglie possono essere aggiunte ad altri piatti di verdure o come guarnizione per stufati. La carota è anche una verdura che compare spesso tra gli ingredienti di minestroni, passati e zuppe.
  • Per cereali e legumi. La carota è largamente utilizzata nella preparazione di piatti con cereali e verdure. Si associa, in piacevoli accostamenti di gusto e di colore, con patate e legumi, in diverse ricette.
  • Per salse e ragù. È un ingrediente base per la preparazione di salse e ragù vegetali e di carne.
  • Per dolci. In diverse zone d'Europa le carote fanno parte degli impasti per pani, torte e dolcetti casalinghi. In America vengono anche consumate dolcificate e cosparse di cannella.

Consigli pratici

Le carote sono verdure economiche, facilmente reperibili sui banchi di vendita in ogni periodo dell'anno.

Acquisto. Al momento dell'acquisto scegliete quelle più intensamente arancioni: hanno il maggior contenuto di betacarotene. La consistenza deve essere soda e compatta. Evitate quelle in cui compaiono spaccature o lesioni.

Conservazione. Le carote, una volta cotte, vanno subito riposte in frigorifero. Le carote mal conservate, ad esempio lasciate a temperatura ambiente, possono infatti formare composti tossici, che danno origine alle nitrosammine, sostanze ad azione cancerogena.

Note

L'abbondante contenuto di betacarotene, fa sì che la carota venga usata anche per l'estrazione di pigmenti naturali, di cui l'industria si serve per colorare diversi tipi di cibi o preparazioni per uso alimentare.
Anche l'olio essenziale distillato dalla radice viene utilizzato, sempre a livello industriale, nel settore alimentare.


IL SUCCO DI CAROTA

È buono e salutare

Con la carota si prepara uno dei centrifugati di verdura più apprezzati. Bevuto da solo o in piacevoli cocktail con altre verdure, costituisce una preparazione salutare, di grande efficacia terapeutica.

Il succo ha un colore arancio brillante, il profumo è delicato. Il suo sapore è dolce, e si armonizza perfettamente con quello di molte altre verdure. Per questo motivo si utilizza spesso anche per correggere il gusto troppo marcato di altri succhi di verdure, più amarognoli.

Preparazione. Si utilizzano le carote intere, non sbucciate. Da 100 grammi di carota si ricavano circa 50 cc di succo.
Il succo di carota va assunto appena pronto. Evitate di conservarlo in frigorifero, anche per breve tempo, perché i processi di ossidazione sono molto rapidi.
Per i bambini molto piccoli, il succo viene diluito in acqua.

USO TERAPEUTICO

Le virtù curative della carota

La carota intera o sotto forma di succo, è un ortaggio dalle mille virtù. Possiamo beneficiare delle sue proprietà curative attraverso preparazioni semplici e veloci.

Per disturbi gastrointestinali. Per irritazioni gastriche e intestinali la carota risulta molto indicata, grazie alla mucillagine vegetale che contiene, ad azione emolliente.
Per la diarrea dei neonati, il succo di questo ortaggio può sostituire il latte per alcuni giorni. Viene diluito con acqua.

Ricetta per la diarrea

Bambini:

  • Carote: ½ kg
  • Acqua bollente: 1 litro

Mondare, lavare e tagliare a pezzetti le carote. Cuocerle possibilmente a vapore e passarle al passaverdure. Unire altra acqua fino ad ottenere la dose di 1 litro e insaporire a piacere.
Somministrare il passato nell'arco della giornata: la parte più densa con il cucchiaino, la parte liquida con il biberon. Continuare il trattamento per 2 o 3 giorni. Con la scomparsa del disturbo si ritorna gradualmente al latte.

Adulti:

  • Carote: 1 kg
  • Acqua: 1 litro

Condimento per insaporire: facoltativo
Preparare il passato come indicato sopra e assumere da 200 a 400 cc al giorno.
Variante: succo di carota, 200-400 cc al giorno.
Questa ricetta è valida anche per la stipsi.

Ricetta per la stipsi

Per aiutare la funzionalità intestinale può essere utile assumere una crema di carote.

  • Carote, radici: 1 kg
  • Acqua: 1 litro

Fare bollire le carote finché risultano tenere, assumendone circa 3-400 cc al giorno.

Altre indicazioni

  • Per i bambini. Per favorire i processi di mineralizzazione nell'infanzia è indicato aggiungere foglie e gambi di carote alle pappe di cereali. Masticare carote crude è molto utile per i bambini: li aiuta a favorire lo sviluppo della dentizione.
  • Per il sovrappeso. Per calmare la fame nervosa, senza favorire il sovrappeso, è utile tenere in scorta in frigorifero alcune carote e qualche gambo di sedano, da sgranocchiare tra un pasto e l'altro, per un effetto saziante che non incide sulla linea.

LA CAROTA PER LA BELLEZZA

Un alleato contro l'invecchiamento cutaneo

La carota trova diverse applicazioni anche a livello estetico.

Quando la pelle è stanca e inaridita

Nutre, idrata, attenua le rughe

Nella moderna cosmesi, gli estratti della pianta si ritrovano soprattutto in creme solari, preparati specifici antiacne e nei prodotti per i bambini.

La carota si utilizza per prevenire l'invecchiamento cutaneo, per screpolature e pelle secca, grazie alla sua azione antirughe, idratante, emolliente ed elasticizzante. Questa caratteristica è dovuta anche alla presenza di proteine vegetali, sostanze naturali affini alla pelle.

Anche il succo di carota è un vero e proprio trattamento di bellezza: migliora notevolmente l'aspetto della pelle, assunto per uso interno.
Oppure si assume il betacarotene in perle, per una settimana prima di esporsi al sole. Aiuta anche a prevenire gli eritemi solari.

GLI INTEGRATORI NUTRIZIONALI

Dalla carota vengono estratti i principi attivi che servono per la preparazione di integratori specifici; il betacarotene, in particolare viene assunto in molti casi anche sotto forma di perle.

Esistono in commercio molte marche di integratori a base di betacarotene. Le prescrizioni e il dosaggio variano in base alle specifiche necessità.

 

Questo testo è stato ispirato dal sito di Simona Oberhammer, naturopata e ideatrice della Via Femminile. Se vuoi saperne di più visita il sito http://www.simonaoberhammer.com/..

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita da Macrolibrarsi con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Consigliati da Macrolibrarsi

 

Estrattori di Succhi Estrattori di Succhi

La frutta e le verdure sono la vostra passione? da ora, oltre a mangiarle, potete berle! Grazie agli estrattori di succhi.

Uno strumento con il quale potrete ottenere tanti succhi di alta qualità senza dover accettare compromessi. I succhi che otterrete avranno tutte le fibre, vitamine e sali minerali della frutta e verdura utilizzata.

Lasciare libera la vostra fantasia, create i vostri succhi, mixateli, scoprite nuovi sapori nuovi gusti in modo sano e consapevole.

 


Frullatori "Frulla e Servi"

Pratico e potente: il frullatore “Frulla e Servi” è utile per fare dessert, macinare caffè, preparare zuppe e salse in pochissimi minuti.

Disponibile in due diversi modelli con facili accessori e contenitori piccoli, grandi ed extra-large tutti completi di coperchio per uso immediato o per conservare in frigorifero.

Ti consigliamo...


Simona Oberhammer, la naturopata più famosa d’Italia, ha condotto i suoi studi e le sue ricerche internazionalmente e soprattutto negli Stati Uniti, in Germania e in Inghilterra, paesi dove la naturopatia è una scienza riconosciuta. Si è specializzata in nutrizione,...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Ultimo commento su La Carota

icona

simona

Sarà' banale ma condivido tutto ciò'...

Sarà' banale ma condivido tutto ciò' che è' stato scritto in manier positiva ! I rimedi naturali sono sempre i migliori !!! Simona

(0 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste