+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

L'auto-indagine sul chi sono io

di Hari Gunter Leone 25 giorni fa


L'auto-indagine sul chi sono io

Leggi un estratto da "La Consapevolezza del Sé" di Harihar Gunter Leone

L'auto-indagine è la ricerca del vero io. L'indagare è il ricercare la propria vera identità.

Ognuno di noi ha un proprio senso di io: io sono un uomo, io sono una donna, io sono bello, io sono brutto, io vado bene, io sono sbagliato. Abbiamo moltissime identità e tutte iniziano con lo stesso io. Hanno tutte la stessa fonte in un solo io.

La confusione sorge dall'immedesimazione in ciò che questo io proietta all'esterno: sono una bella persona, sono una persona inutile, sono un padre, sono una madre. Queste manifestazioni attraggono e imprigionano la coscienza, così come l'acqua cattura lo zucchero. Per questo perdi di vista l'unico io che c'è sullo sfondo di tutte queste espressioni.

È sempre uno stesso io. Tu lo sai, ma non lo vedi, non te ne accorgi. Sai che sei sempre tu, ma sei più coinvolto dal vestito che indossi, che da chi lo indossa.

Nell'auto-indagine, cerchi questo unico e autentico io. Fra tutti i personaggi indossati sul palcoscenico dell'esistenza, esiste un unico io che è a monte di ognuno di loro.

Il vero io è la sorgente di tutte queste espressioni. È colui che sente il dolore, colui che percepisce l'amore, colui che vede il mondo, colui che si perde nella vita. E' sempre e solo un unico io. Sarai sempre tentato di dargli un'etichetta: sono un ricercatore, sono in crisi, sono quello che ci sta provando. Dare una definizione all'io, equivale a mettergli un altro abito. Questo è il punto più difficile da superare, quello di accettarsi per come si è, senza aggiungere nulla.

Il vero io, non è nessuna cosa.

Per questo, realizzandolo, realizzi anche la tua vera natura.

Trovare l'io è ciò che intendo con auto-indagine. Siediti nel tuo spazio sacro e inizia a portare l'attenzione a te, in cerca dell'"io". Qualche volta puoi anche richiamarlo: "io, io, io...". Dittelo più volte e avvertirai che si crea un sentire. Ecco, segui quel sentire e stabilizzati lì, in quel senso di io.

Attenzione, il lavoro è solo incominciato. Non accontentarti di sentirlo, il tuo fine non è questo. Per raggiungere il Sé, il vero io deve risorgere da ogni limite e questo accade solo quando sei una sola cosa con te stesso. Quindi, se stai sentendo l'io o lo stai vedendo, indicando oppure ne hai una immagine, ricordati: quello non sei tu.

Tu sei colui che sta guardando.

La ricerca del vero io è come la caccia al topo, non devi mai mollare. Qualche volta riposati, soprattutto se sei demoralizzato dal non riuscirci. Allenta la presa e riprendi dopo, ma non mollare. Vai fino in fondo al tempo prefissato per la tua sessione e fai la stessa cosa ogni giorno. I risultati arrivano, è matematico, ma dovrai superare i vari inganni. È come il gioco degli specchi, dove non sai più qual è il vero soggetto. Continua a cercare.

Ciò che stai cercando sei proprio tu.

Vai a caccia del tuo io, come fosse la cosa più importante della vita. Ritrovare te stesso è realmente importante. Ti stupirà scoprire che colui che si cerca è già colui che stai cercando. Sei già ciò che cerchi. Il problema è sempre l'abito. Vuoi costantemente indossarne uno. Non riesci ad accettare che esisti senza.

Cosa succede quando senti il tuo io, quando ti è chiaro che c'è un io e che non è l'abito, non è il sentimento, non è l'immagine e nemmeno il pensiero? Succede che avverti una centratura. Senti un riallineamento con la verità.

Potresti avvertire anche un senso di espansione, ma è qui che le cose si fanno più sottili e intrigate. Quello che hai ottenuto fino a questo punto è questa centratura. Ti senti presente. Potresti anche dire: "Ecco, sono io!!", ma non è propriamente vero.

Sì, sei tu, ma sei solo sulla superficie. Infatti, pur essendoci presenza, c'è anche separazione. Come se questo io fosse ben distinto da ogni altro io. Potresti pensare: "Meglio!" e in effetti certe cose questo le mette in chiaro.

Di certo puoi riordinare la confusione fra te e gli altri. Tu sei tu e un altro è un altro. Molte persone sono confuse sotto questo aspetto. Tuttavia questo io, distinto e separato, non è il tuo vero, vero io. Potremmo chiamarlo "io non io". Si tratta della matrice di ogni altra identità. È il manichino sul quale provavi tutti gli abiti possibili per darti una forma, un significato, crearti una storia.

Spero che quello che sto dicendo non ti confonda. Se hai seguito ogni spiegazione e soprattutto se stai praticando l'auto-indagine, comprenderai questo passaggio.

Adesso devi capire come trovare il vero io. Se sei arrivato a questo "io non io", è un bene. Ora rimani aderente a questo, non scivolare via da lì. Anzi, cerca con un intento interiore di essere una sola cosa con questo io. In gergo tecnico: "vivilo direttamente", che vuol dire: sii una sola cosa con lui.

Ora, continuare con le spiegazioni diventa rischioso. La cosa migliore sarebbe che tu prima ci provassi e poi leggessi ciò che scriverò adesso.

Provando a "vivere direttamente" l'io, ti sembrerà di scomparire. Accade che, essendo questo io un falso io, esercitando l'intento di essere uno con lui, ciò che è falso scomparirà e ciò che è vero apparirà. Succederà che percepirai lo scomparire di questa forma e di questo centro distinto e si aprirà invece uno spazio indistinto, vuoto, inafferrabile, senza confini precisi. Ti stai risvegliando a ciò che realmente sei.

Qui si tratta di avere la capacità di accogliere la verità. Se non sei pronto, se non puoi tollerare la mancanza di confini, l'assenza di identità, ti aggrapperai immediatamente a qualcos'altro. In altri termini, ricostruirai il tuo falso io e gli metterai immediatamente addosso l'abito giusto per la situazione; ad esempio: "Non sono pronto!"

Se riuscirai invece a concederti a questo spazio vuoto e inviolato, a questo ignoto campo senza confini, se ti concederai totalmente a questo, senza alcuna condizione, senza riserve, senza secondi fini, senza aspettative e controllo, potrai scoprire chi sei. Il falso io si dissolverà completamente e tu sarai libero, reale. Sarà un attimo di pura coscienza senza confini. Un'esperienza come questa può cambiare una vita intera. Anche una frazione di secondo di cosciente risveglio, scioglie tanta, tantissima illusione e tanto dolore accumulato. Scoprire chi sei va oltre la tua immaginazione, proprio perché quello che immagini scaturisce da chi lo immagina. La fonte di ogni immaginazione sei tu, ma l'immaginato non sei tu. Scopri la fonte e scopri l'infinito potere creativo del tuo vero io.

Il passaggio che ho descritto può richiedere tempo per essere attraversato.

Quando parlo di "concedersi", questo non è gradito ai nostri attaccamenti. Siamo attaccati agli abiti, ai mondi illusori del dolore, della sofferenza, del "non ce la faccio". Come anche a quelli del potere, del controllo, del "sono il migliore". Tutti abiti che calziamo giornalmente, da molti, moltissimi anni.

Non è semplice lasciar cadere tutto questo, nemmeno per un solo attimo, ma se lo farai, se lo farai davvero, ti assicuro che non troverai più nulla di così appagante e completo, come il tuo vero io. Una natura perfetta, meravigliosa, al di là di ogni conflitto e sveglia, reale a tal punto da far sbiadire ogni illusione.

La Consapevolezza del Sé

Guida pratica al risveglio

Hari Gunter Leone

Te lo saresti mai aspettato? Mai immaginato? Non esiste cosa più bella e reale del Sé. Nessuna meraviglia di questo mondo può uguagliare un tale splendore, una tale perfezione e la cosa più incredibile di tutte è che il Sé sei tu. Questo libro...

€ 10,00 € 8,50 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Hari Gunter Leone

Hari Gunter Leone nasce in Italia  nel 1970 da padre italiano e madre tedesca. Dal 1998 si occupa di sviluppo spirituale. Una parte dei seminari che conduce sono basati su un metodo di sua creazione, ispirato agli insegnamenti di Yogeshwar, Kripalvananda e altri ricercatori e maestri spirituali,...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su L'auto-indagine sul chi sono io

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.