800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Io manifesto - Estratto dal libro "Riconoscere e Gestire le Emozioni Scatenanti"

di Paola Borgini 2 mesi fa


Io manifesto - Estratto dal libro "Riconoscere e Gestire le Emozioni Scatenanti"

Leggi un estratto dal libro "Riconoscere e Gestire le Emozioni Scatenanti" di Portatori di Presenza canalizzati da Paola Borgini

Entriamo oggi in un nuovo capitolo del vostro lavoro con noi sulle emozioni, questo nuovo capitolo vi sposta da una classe di ascolto in una classe di insegnamento.

Questa di oggi non è la trasmissione di un messaggio, ma è una sessione d'insegnamento. In questa sessione d'insegnamento voi entrate come Maestri e quando il Maestro si siede ad ascoltare per imparare lo fa con umiltà.

Questa sessione di insegnamento sposta la vostra attenzione dal considerare le emozioni come qualche cosa che domina la vostra vita a finalmente lo strumento di discernimento che sono. Per fare questo è necessario cominciare a considerare le emozioni come ricchezza, ognuno di voi sperimenta la medesima emozione con infinite, svariate sfumature, la stessa emozione è vissuta nella vostra vita con sfumature diverse... ed ecco che la rabbia una volta può essere un atto di autodistruzione e la volta dopo può essere un atto di liberazione. Questo, amati fratelli, è ricchezza!

Tutto questo è quella ricchezza che voi, così a gran voce, state chiamando nelle vostre vite, Voi chiamate ricchezza e abbondanza continuamente, ma che cos'è la vera ricchezza? Che cos'è quest'abbondanza che voi chiedete così a gran voce nelle vostre vite? Noi vi diciamo che in primo luogo le emozioni sono la più grande ricchezza che voi avete a vostra disposizione, perché di ogni emozione ci sono infinite sfumature e come voi vivete quelle emozioni e tutte le sue infinite sfumature, parte proprio dall'Unità che siete.

Ecco che per fare questo occorre aver fatto tutta la prima parte di riconoscimento di ciò che siete e cioè imita di corpo spirituale e corpo fisico: quando c'è il riconoscimento di corpo spirituale e corpo fisico allora voi potete sedervi in questa classe di insegnamento a ricevere quest'istruzione, perché siete qui seduti con i corpo rilassati come Maestri.

Vi invitiamo a fare spazio nella vostra mente: occorre creare una nuova frequenza, occorre creare uno spazio nella vostra mente, silenzioso e vero, dove l'informazione ''emozioni = ricchezza' cominci a prendere corpo, diventi in una certa qual maniera un qualche cosa di fisico. Questo passo va fatto con tutta la maestria di cui siete capaci, con tutta la maestria che riuscite a portare qua come unità di corpo spirituale e corpo fisico, non prendiamo nemmeno in considerazione che anche per un solo secondo voi mentiate a voi stessi nell'essere qua con tutta la maestria di cui siete capaci.

Il Maestro non mente a se stesso, mai! Perché sa che quando mente a se stesso lede la sua sovranità, ecco quindi che occorre lentamente - con tutto il tempo di cui avete bisogno - fare uno spazio nella vostra mente e in nessun'altra parte di voi, dove prenda corpo l'informazione che le emozioni sono la vostra ricchezza.

Vi abbiamo invitati a cominciare a vedere le vostre emozioni come tanti semi di luce, questi semi di luce sono qui davanti a voi, materia che può essere plasmata, materia alla quale si può imprimere un sigillo e di conseguenza materia che dietro la vibrazione di quel sigillo prende una forma e dà vita a uno scenario.

Vi chiediamo come Maestri di uscire per un momento da questa classe di insegnamento nella quale con tanta gentilezza siete venuti a sedervi per ricevere questo nutrimento e vi chiediamo di mettervi qua accanto a noi. Noi vi sosteniamo per farvi sentire tutta la nostra presenza, appunto, come portatori di Presenza, questo non è un gioco di parole, vi facciamo sentire la nostra Presenza.

Usciti da questa classe di insegnamento, per un momento vi invitiamo a guardarvi come realmente voi state camminando nelle vostre vite; noi vi vediamo, ma, soprattutto, ascoltiamo le vostre voci interiori che chiedono incessantemente, chiedono a gran voce - anche se in maniera intima e silenziosa — ciò di cui hanno bisogno ed ecco che lì — in questo chiedere a gran voce — qualcosa arriva dall'esterno e voi fate cadere in primo luogo ai vostri piedi, calpestandola, la frequenza della vostra maestria.

Lì cessate di comportarvi come i Maestri che siete; lì fate cadere ai vostri piedi, calpestandola, tutta la vostra maestria per entrare in uno stato dove le cose vi vengono concesse dall'esterno... Amati fratelli, voi, senza giudizio, fate questo nella vostra vita e si vede chiaramente da come vanno le cose dal punto di vista sociale e politico sul vostro pianeta; fate questo anche quando si tratta di una difficoltà riferita alla vostra sfera emozionale: voi chiedete aiuto dall'esterno - e che sia benvenuto l'aiuto di un vostro fratello che dall'esterno vi guida a riconoscere l'ostacolo legato alla sfera emozionale - ma che sia un aiuto che parte dalla Maestria di chi vi sta supportando. Questo è fondamentale perché nella vostra vita non si crei continuamente una relazione di bisogno di voi rispetto all'esterno.

Ecco che allora quando voi calpestate la vostra maestria sotto i piedi entrando in una frequenza di bisogno (chiedendo cioè che dall'esterno vi venga data la risposta o vi venga rimosso l'ostacolo) voi smettete di essere Maestri; entrando nella frequenza del bisogno voi cominciate a succhiare tutti i vostri fratelli e sorelle energeticamente e poi questo si vede chiaramente in ogni aspetto della vostra vita. Occorre quindi sedersi in questa sessione di insegnamento non più da vampiri, ma da Maestri.

Vi chiediamo di mettere l''Intenzione nel fare questo, un'Intenzione che sia Consapevole. Lo fate in questo modo:

Io sono Verbo e attraverso il mio respiro io manifesto un'Intenzione Consapevole di sovranità. Io sono Verbo e così stabilisco.

Attraverso quest'Intenzione Consapevole di sovranità voi manifestate voi stessi in ogni momento della vostra esperienza di vita, ecco quindi che passate da una relazione di bisogno, attraverso la quale voi richiedete dall'esterno un intervento (non importa se date a questo intervento l'aggettivo divino) a una condizione di maestria dove manifestate voi stessi.

Quando voi manifestate voi stessi non c'è più relazione di bisogno, ma c'è Esperienza, questa è una grande differenza! Quando voi manifestate voi stessi con maestria non c'è più la vita vissuta attraverso i vostri bisogni, ma c'è Esperienza, ecco che allora le emozioni diventano veramente strumenti di discernimento attraverso i quali voi manifestate voi stessi. 

In questa prima sessione di questa che è realmente una classe di insegnamento (nella quale però voi siete qua come Maestri) vi invitiamo quindi (dopo aver ripetuto l'Intenzione Consapevole di manifestare tutta la vostra sovranità) a capire che la vostra mente adesso è assolutamente sgombra, e l'unica frequenza che sta prendendo corpo è proprio questa, e cioè che le vostre emozioni sono ricchezza:

EMOZIONI = RICCHEZZA

Adesso che siete qua, seduti con l'abito da Maestri (e cioè con umiltà) in questa classe di insegnamento, noi che vi vediamo come i portatori di Presenza che realmente siete, vi diciamo che le vostre menti sono sgombre, libere. Libere da che cosa? Libere da qualunque significato voi abbiate dato, fino a questo momento, alla parola "ricchezza". Le emozioni sono sempre state lì come vostri strumenti ai vostri ordini, e se voi siete in una relazione di bisogno con un vostro fratello o sorella e state sperimentando, ad esempio, paura dell'abbandono, della separazione, eccetera... ecco che le emozioni creano uno scenario simile, ma [in realtà] non sono le emozioni che creano uno scenario simile, siete voi perché state in una relazione di bisogno e state mandando all'esterno quest'immagine di voi stessi.

Quando il Maestro manifesta non fa altro che proiettare all'esterno l'immagine che ha di se stesso, non c'è bisogno d'altro, non c'è bisogno di chiedere beni materiali, non c'è bisogno di chiedere relazioni amorevoli, non c'è bisogno di chiedere esperienze lavorative gratificanti; ci pensa poi la vita attraverso lo scenario creato dalle vostre emozioni a fare sì che tutto questo prenda corpo o, per meglio dire, diventi materia.

Riconoscere e Gestire le Emozioni Scatenanti nella Vita di Ogni Giorno

I Portatori di Presenza canalizzati da Paola Borgini

Paola Borgini

Cosa sono le emozioni? A cosa servono e che utilità hanno? E soprattutto come possiamo gestirle? Questo libro vi aiuterà a trovare delle risposte a queste domande rivolgendosi direttamente al proprio Maestro interiore. Uno...

€ 22,00 € 18,70 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Paola Borgini è nata a Torino nel 1960.Scrittrice, floriterapeuta, canale spirituale ed "esploratrice" in ambito culinario. Nel novembre 2014 è entrata in contatto via channeling con I Portatori di Presenza. Ha inoltre pubblicato, nel 2014 per le Edizioni il Cerchio della Luna La...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Io manifesto - Estratto dal libro "Riconoscere e Gestire le Emozioni Scatenanti"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste