Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Intuito: quella voce che vuol essere ascoltata

di Margherita Gradassi 2 anni fa



"Eureka!" Esclamò Archimede entrando nella vasca e scoprendo così il principio per cui il volume di acqua spostata era uguale al volume della parte del suo corpo immersa.

Quel principio esisteva già da millenni eppure nessuna mente fino a quel momento l’aveva colto.

Cosa ascoltò Archimede?
Cosa senti Einstein vedendo la mela cadere?

La risposta esatta non l’avremo mai, ma forse quello che possiamo dire è che ebbero un’intuizione.

Sophy Burnham scrive in "The Art of Intuition" che "l’intuizione è il sottile sapere, senza mai avere alcuna idea del perché lo si sappia, non è pensiero, non è logica non è analisi... E' un sapere senza sapere"

L’intuizione è altresi diversa dall'istinto ma sicuramente in dialogo con esso: è quella voce profonda dentro ciascuno di noi che ci indica la strada, che ci permette di prendere scelte nella direzione della nostra crescita e della nostra anima, quel SI magari detto senza tutta la certezza, ma che comunque non possiamo evitare di pronunciare.

Un flusso di idee e percezioni che emergono dal subconscio, e che spesso ci portano a risultati ottimali. Basta ascoltare, lasciarsi andare e non bloccare questo talento primordiale.

Per molti di noi questo senso è un po’ intorpidito e allo stesso tempo oscurato da cattive abitudini.

Vediamo quindi come tornare ad intuire e a lasciar che la lampadina si riaccenda senza intermittenza.

1. Silenzio: passare del tempo nel silenzio più assoluto, non quello esterno, anche se aiuta ma quello interno, mettere in pace la mente. La meditazione in questo è una grande alleata, qualsiasi pratica meditativa ci riconnette a noi stessi. Solo nel vuoto c’è spazio per riempire.

2.Vivere nella natura: un saggio diceva che il tempo nella natura non è mai sprecato, io aggiungerei che è il tempo meglio trascorso in assoluto. Attraverso essa ci ricarichiamo e ci nutriamo e anche lei ha tanto da dirci e insegnarci.

3. Siate Artisti: alimentare la propria creatività con la libertà di esprimersi come fa un bambino ha dei risvolti incredibili sulle proprie capacità di intuizione in più è estremamente divertente, quindi mani ai pennelli, orecchie alla musica e corpi in movimento, ogni arte è ben accetta.

4. Ascoltare il proprio corpo: il corpo e lo spirito sono uniti, il messaggio di uno prima o poi arriva all’altro, il primo che parla è da ascoltare coscientemente.

5. Life easy and relax: lasciatevi andare, non controllate tutto, le cose spesso accadono perché devono accadere, cerchiamo di vivere gli avvenimenti con il sorriso e con una prospettiva che va al di là delle nostre mani. 

E se tutto ciò non basta esiste un rimedio floriterapico creato dall’intuizione di Edward Bach, Cerato il fiore dell’intuizione, colui che ti mette in ascolto con noi stessi.

Buon allenamento intuitivo!


Margherita Gradassi si laurea in ISF università di Farmacia, Diploma in Naturopatia presso Istituto Rudy Lanza con specializzazione in Iridologia Naturopatica e psicosomatica, Floriterapia di Bach e Australiana e Tecniche di massaggio Orientali. Formazione in bio-feedback “Life-System” col...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste