Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Introduzione di "Il Cibo dell'Uomo" libro di Franco Berrino

di Franco Berrino 1 anno fa



Caminantes, no hay camino,
se hace camino al andar,
y al volver la vista atras se vee la senda
que nunca se ha de volver a pisar
.
Antonio Machado

Le librerie sono brulicanti di libri sul cibo: dignitosi, meno dignitosi, ignobili, pochi eccellenti che meritano di essere citati. Il giudizio di eccellenza, ovviamente soggettivo, lo intendo nel senso che si tratta di libri che suggerisco di consultare a chi desidera espandere la sua consapevolezza sul rapporto fra cibo e salute, dell’uomo e del pianeta.

Raramente i libri su cibo e salute sono scritti da scrittori, ovvero da persone che sanno scrivere, più spesso scribacchiati da medici, naturopati, giornalisti, cuochi, storici, e spesso sono noiosamente retorici nelle denunce e nelle raccomandazioni. Generalmente fanno riferimento a studi scientifici, ma raramente sono ben documentati, talvolta non interpretano correttamente i risultati degli studi, o li presentano come se fossero verità indiscutibili.

Non esistono verità indiscutibili, eccetto forse quella che siamo responsabili della nostra salute.

Quelli che sanno non parlano. Quelli che parlano non sanno…. Chi conosce questo segreto Non è mosso dall’attaccamento o dall’avversione, non è influenzato dal profitto o dalla perdita, né viene toccato dall’onore o dalla disgrazia. È ben al di là delle preoccupazioni degli uomini. E tuttavia ha nel suo cuore il luogo più caro.
Lao-Tzu, Tao Te Ching 56

E' bene scrivere libri solo se si ha qualcosa da dire, da aggiungere a quanto è già stato scritto.

Quali sono dunque le mie motivazioni?

  • Aiutare a riunire informazioni scientifiche, disperse in una miriade di pubblicazioni non facilmente accessibili, in poche ricette digeribili dai non specialisti.
  • Aiutare a smascherare ciarlatani prezzolati dall’industria alimentare o farmaceutica, o semplicemente ignoranti.
  • Connettere le informazioni scientifiche sul cibo con le grandi tradizioni culturali e religiose dei popoli, che hanno codificato le prassi alimentari adatte all’ambiente di vita e rispettose della natura.
  • Valorizzare il cibo semplice e i grandi chef della cucina povera, le donne del popolo.

Forse più che altro fornire una guida a chi si trova nel bisogno, ai malati che inutilmente chiedono al medico cosa mangiare per aiutare la guarigione e prevenire le recidive della malattia (dico inutilmente perché nella cultura medica oggi prevalente la conoscenza dei poteri curativi del cibo non ha spazio); a chi assiste malati gravi; a chi soffre inutilmente di condizioni magari banali ma che rovinano la vita, come stitichezza, reflusso gastro-esofageo, coliti e diverticoliti; a chi diffida della pubblicità e dei nutrizionisti televisivi ma non sa come cavarsela; ai genitori che si interrogano su cosa dar da mangiare ai bambini; ai medici che rendendosi conto della loro impreparazione desiderano aiutare i loro assistiti con umiltà e competenza; a erboristi, farmacisti, gestori di negozi biologici che inconsapevolmente (talvolta consapevolmente) veicolano proposte dietetiche potenzialmente nocive.

Come diceva Edoardo a proposito del teatro: “o serve a crescere o è inutile, fesso”.

Ho pensato che fosse utile scrivere questo libro considerando la grande richiesta di un opuscolo – ‘Il cibo dell’uomo’ – stampato e ristampato da varie organizzazioni di volontariato, tuttora disponibile su www.istitutotumori.mi.it (bottone ricerca: Cascina Rosa). Ho pensato che ce ne fosse bisogno. Ho quindi integrato l’opuscolo originale con altri articoli divulgativi (scritti per lo più per le riviste Attive, Vita & Salute, Epidemiologia e Prevenzione, Salute Donna), prefazioni ad altri libri, opuscoli per pazienti, appunti per conferenze, appunti da conferenze, che ho in molti casi integrato con i riferimenti alla letteratura scientifico su cui ho basato le mie affermazioni.

Ogni capitolo è abbastanza indipendente dagli altri, per cui non c’è un preciso ordine di lettura.
Trattandosi di pezzi scritti in tempi diversi ci saranno ripetizioni, me ne scuso con i lettori.

Ringrazio delle opportunità che la vita mi ha offerto di studiare, di ragionare, di promuovere ricerche, ringrazio i maestri che mi hanno aiutato a vedere il mondo da punti di vista diversi, da tradizioni diverse (o, se volete, da pregiudizi diversi) . Ringrazio di tutto quello che ho incontrato, ringrazio anche chi mi ha ostacolato e ringrazio di essere stato aiutato a riconosce, nel mio cammino, cose meritevoli di essere raccontate.

Metto a disposizione quello che ho imparato e alcune riflessioni personali.
Mi auguro che questo libro sia di aiuto, ma ciascuno è responsabile della propria ricerca.

Ti consigliamo...


Franco Berrino è medico, patologo, ed epidemiologo. Per molti anni ha lavorato all'Istituto Nazionale Tumori di Milano, dove ha coordinato il progetto DIANA, sulla relazione tra alimentazione e tumori (in particolare al seno). I suoi studi hanno analizzato lo sviluppo dei tumori in Italia...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Introduzione di "Il Cibo dell'Uomo" libro di Franco Berrino

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste