+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Il ruolo delle terapie bio-naturali a supporto del paziente oncologico

di Paolo Lissoni, Nicoletta Merli 1 anno fa


Il ruolo delle terapie bio-naturali a supporto del paziente oncologico

Leggi un estratto da "Oncologia Integrata e PNEI" di Paolo Lissoni e Nicoletta Merli

Fin dall’antichità la Natura è stata madre e maestra per l’uomo. In natura si possono trovare moltissime risorse e possibilità per l’essere umano malato. Oggi abbiamo a disposizione una grandissima varietà di sostanze che possono essere di aiuto sia in fase preventiva sia in condizioni patologiche.

Stai leggendo un estratto da

Oncologia Integrata e PNEI

Il ruolo delle terapie bio-naturali a supporto del paziente oncologico

Paolo Lissoni, Nicoletta Merli

Lo scopo del presente volume è quello di proporre un approccio integrato, sinergico, che include una serie di terapie naturali, basato su evidenze scientifiche, da associare ai trattamenti convenzionali per migliorare la qualità di vita del...

€ 20,00 € 19,00 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

Prefazione

Lo scopo del presente lavoro è quello di proporre un approccio integrato, sinergico, che include una serie di terapie naturali, basato su evidenze scientifiche, da associare ai trattamenti convenzionali per migliorare la qualità di vita del paziente oncologico.

L’approccio PNEI (Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia), in particolare, intende considerare il paziente nella sua globalità.

Oltre all’oncologia classica, la chemioterapia è utilissima, ad esempio, ma è impensabile concepirla ed applicarla senza conoscere il vissuto psichico ed immunitario dell’ammalato stesso, serve una corretta valutazione della condizione biologica, endocrina e immunologica del paziente, anche dal punto di vista psicologico, in quanto esso è una persona umana, una nella sua trinità.

La finalità dell’opera è anche quella di porre fine all’assurda, non umana e scientificamente falsa distinzione tra terapie curative e palliative del cancro, nell’intento di sostituire a quella che ora è chiamata “terapia palliativa” un approccio biologico naturale alle cure consistente nella somministrazione di molecole naturali anti-cancro, a partire da quelle prodotte dallo stesso corpo umano.

Dottor Paolo Lissoni, Oncologo

Premessa

Le informazioni contenute in questo libro sono frutto di ricerche e sinergie con medici esperti in medicina funzionale e PNEI (Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia). Non si tratta di norme terapeutiche vincolanti, ma di un orientamento terapeutico che utilizza sinergie per supportare al meglio il paziente oncologico migliorandone la qualità di vita. Ogni applicazione va valutata in base al caso specifico e sempre sotto stretto controllo medico.

Sta al medico decidere come associare i fitoterapici o micoterapici descritti in questo libro in relazione alle condizioni del paziente ed al suo stato nutrizionale.

Va detto che per poter essere considerata realmente anti-tumorale, una data pianta deve produrre molecole specifiche in grado di agire su ben precisi meccanismi della crescita tumorale, quali il blocco dell’attivazione chinasica dei vari recettori di membrana per i diversi fattori di crescita tumorale o l’inibizione dell’attivazione delle varie proteine-chinasi citoplasmatiche responsabili della stimolazione della replicazione del DNA, oppure dall’altra parte in grado di suscitare un’efficace risposta immunitaria anti-tumorale per stimolazione della produzione di citochine anti-tumorali quali la IL-2 e la IL-12 o all’opposto per inibizione della produzione di citochine immunosopprimenti la stessa risposta immunologica anti-cancro, in particolare la IL-6, la IL-10 ed il TGF-β.

Inoltre, una valutazione in chiave PNEI del malato può rappresentare una svolta importante nel trattamento dei tumori. La terapia PNEI delle patologie sistemiche, quali le neoplasie, consiste nel ripristino della condizione psico-neuro-immuno-chimica dello stato di salute del paziente; indagine svolta esclusivamente dalla sola PNEI all’interno di tutte le diverse discipline medico-specialistiche.

Il primo fattore prognostico di una malattia sistemica è innanzitutto la persona stessa non nel senso di una generica soggettività, ma nel senso di una presa in considerazione, a livello clinico, dello stato psico-neuro-immuno-chimico del paziente.

Il punto di partenza del ragionamento dunque è semplice: i malati di cancro hanno problemi che derivano dalla malattia, dalle terapie, dalle procedure diagnostiche. Dolore, nausea, vomito, ansia, depressione, fatica, immunodepressione; ognuna di queste parole evoca un enorme carico di sofferenza che può essere alleviato grazie ad un approccio integrato.

Esistono terapie integrate per aiutare persone con il cancro davvero molto efficaci, come dimostra la diffusione di servizi di medicina integrata nei più importanti centri internazionali di terapie oncologiche, come il famoso Sloan Kettering Cancer Centre di New York.

Fitoterapia, micoterapia, tecniche per la mente, alimentazione, massaggi e altre terapie non convenzionali non si sostituiscono alle terapie standard, ma le affiancano e si integrano riducendone gli effetti collaterali e rafforzando l’integrità nel network psico-neuro-endocrino-immunitario.

Nicoletta Merli

Dottor Paolo Lissoni

Sezione Fitoterapia (Piante con azione anti-cancro in vitro e in vivo)

La fitoterapia, dal greco phytón (pianta) e therapéia (cura) è, in senso generale, quella pratica che prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere psicofisico. Il termine fitoterapia compare per la prima volta nel trattato Lineamenti di fitoterapia del medico francese Henri Leclerc (1870-1955).

Data l’antichità di questa pratica, che con tutta probabilità rappresenta il primo esempio di pratica terapeutica umana, e data la sua generalizzata distribuzione geografica, è impossibile dare una descrizione di essa in termini di un sistema terapeutico specifico (come ad esempio è possibile fare per l’omeopatia). Piuttosto è sensato dire che l’utilizzo terapeutico delle piante si ritrova in tutti i sistemi terapeutici umani, da quelli più antichi e basati su osservazione ed empirismo, a quelli più sofisticati e con livelli di complessità teorica elevata, fino alla moderna biomedicina. La medicina popolare si serve di rimedi fitoterapici da tempi immemorabili. Ippocrate citava il rimedio come terzo strumento del medico accanto al tocco e alla parola.

Da alcuni anni anche in Occidente la fitoterapia è stata ed è oggetto di studio e di sperimentazione, per verificare le effettive potenzialità medicinali dei fitoterapici, di alcuni in particolare, che hanno confermato numerose proprietà salutari, volte soprattutto ad accrescere le difese immunitarie, regolare l’equilibrio metabolico e perseguire una prevenzione antitumorale.

Il presente lavoro ha lo scopo di illustrare le proprietà di alcuni fitoterapici da utilizzarsi in prevenzione, durante la fase attiva di malattia, sotto stretto controllo medico e nel follow-up di patologie oncologiche perché, in quanto naturopata, mi interesso principalmente del benessere psico-fisico di coloro che hanno o che hanno avuto patologie neoplastiche.

Il primo capitolo, di carattere introduttivo, illustra la problematica che i medici ed i pazienti con diagnosi di neoplasia si trovano ad affrontare nell’uso di fitoterapici a supporto della patologia oncologica. Il secondo capitolo spiega le potenzialità anti-tumorali di alcuni fitoterapici; il terzo capitolo illustra brevemente l’importanza di un sistema immunitario efficiente per la prevenzione di patologie neoplastiche. Il quarto capitolo si sofferma sulle proprietà di alcune piante nella stimolazione del sistema immunitario. Il quinto capitolo presenta una piccola raccolta dati sulle possibili interazioni tra fitoterapici e chemio/radioterapie.

Tale lavoro è svolto in un’ottica naturopatica. La naturopatia studia i disequilibri degli individui, attraverso un’attenta analisi che si basa su una visione d’insieme di Anima-Mente-Corpo ed ha come obiettivo quello di riportare la Persona a ritrovare un proprio equilibrio che spesso è alterato per molteplici fattori quali inquinamento, stress e scorrette abitudini di vita.

La fitoterapia, nell’ottica della naturopatia, risulta essere un valido supporto sia nella prevenzione alla predisposizione di patologie neoplastiche sia per tutte quelle persone che, già colpite dalla malattia, si trovano in una fase di follow-up e vogliono prevenire il rischio di recidive.

Oncologia Integrata e PNEI

Il ruolo delle terapie bio-naturali a supporto del paziente oncologico

Paolo Lissoni, Nicoletta Merli

Lo scopo del presente volume è quello di proporre un approccio integrato, sinergico, che include una serie di terapie naturali, basato su evidenze scientifiche, da associare ai trattamenti convenzionali per migliorare la qualità di vita del...

€ 20,00 € 19,00 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Paolo Lissoni

Paolo Lissoni

PAOLO LISSONI nasce a Milano, ove risiede, nel 1954.Conseguita la Maturità Classica nel 1973 presso il Liceo Beccaria di Milano, intraprende con successo gli studi di Medicina e Chirurgia all’Università di Milano laureandosi con lode nel 1979.Ottiene quindi specializzazioni...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Nicoletta Merli

Nicoletta Merli nasce a Milano nel 1976. Dopo una laurea in lingue e letterature straniere si appassiona al mondo naturale ed olistico. Le sue specializzazioni sono unite da un unico filo conduttore: considerare la persona nella sua interezza e prendersene cura partendo dalla sua unicità e...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Il ruolo delle terapie bio-naturali a supporto del paziente oncologico

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.