800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Il re e la schiava

di Rosella Latella 10 mesi fa


Il re e la schiava

Leggi un estratto dal libro di Rosella Latella "L'Amore Folle - L'Amour Fou"

Genova

«Prendete il foglio e il pennarello. Ognuno di voi scrive nome e cognome, vediamo quanto siete bravi.»
La maestra fa un sorriso biondo e piega la testa sulla spalla. Una piuma.

Simone sente tutto il peso del braccio e impugna il pennarello. Ora verrà fuori il suo nome e poi il suo cognome.

Ecco la "S". Come sera, quando fuori ci sono le luci per vedere bene che non si vede niente e gli occhi delle case si chiudono presto. Quando i grandi dicono «hai sonno», e invece non è vero. "I" come inverno, quando si mette il pigiama con l'orso disegnato. "M" come mamma. La sua sa fare le magie e racconta un sacco di storie. "O" come ombrello, che quando è aperto è chiuso come una "O". "N" come nonna, che è grande. "E" come edera, che non ha mai voglia di morire e se la strappi ricresce.

La maestra guarda il foglio. «Bravo. Ora il cognome.»

Pani. "P" come papà, che a volte fuma la pipa senza accenderla. "A" come albero, che è come noi: le foglie sono i capelli, i rami sono le braccia e le dita, il tronco è il tronco e le radici sono i piedi, quando non vogliono più camminare. Allora si sotterrano e tanti saluti. "N" come nonno, che ha in tasca un orologio con la catena. E' molto antico e ogni mattina bisogna dargli la carica. All'orologio e anche al nonno. "I" come inverno, che è l'autunno da vecchio.

«Bene!»

Simone pensa che, al suono della campana, ci sarà la nonna. Lo porterà a casa e preparerà i biscotti alla cannella. Gli chiederà di aiutarla a impastare farina, zucchero e latte. Poi farà finta di dimenticare il burro. Allora lui le dirà: «Nonna ci vuole il burro!» E lei: «Bravo! Te lo sei ricordato... senza burro siamo a piedi! Lo sai che in spagnolo, burro vuol dire asino?» Simone ride.

«Perché ridi? Hai finito di scrivere?»

È Stefania: frangetta lunga, maglietta rossa, calzettoni verdi e liquirizia sui denti. «Sì.»

«Tu hai un nome corto. Io devo scrivere Stefania Caravaggio.» Voce seria e goccina al naso.

«Hai fatto la "S" dalla parte sbagliata.»

«Va bene così.»

«No. Guarda la mia.»

Testa china sul foglio e occhi confusi. Stefania scrive un'altra "S", inversa come la prima.

«Prendi questo.» Simone le porge un pennarello rosso che, di sicuro, contiene la "S" giusta.

Sono grandi amici, ma qualche volta litigano. Allora lei, per dispetto, sta tutto il tempo attaccata alla maestra. E lui, per contro-dispetto, infila ragni di gomma dentro il suo zaino.

E' il momento della ricreazione. Gambe di bambini si rincorrono con versi diversi attorno a panche e tavoli. Poi si fa il girotondo, cantando «Tu sei pietra io sono sasso, tu sei furbo io ti trapasso.»

Ma Simone si interrompe, e Stefania sente la sua mano sulla spalla destra. «Giochiamo io e te?» «Sì.» «Io sono il re e tu la mia schiava.»

È un gioco che hanno inventato insieme, solo per loro. Cambia sempre, perché la regola è che non ci sono regole.

Lui infila in testa una corona di cartone dorato, si siede su uno sgabello che è il trono e comanda.

«Devi ballare per me, schiava!»

Lei si inchina, felice di obbedire al sovrano. Balla la danza del ventre, immaginando di indossare abiti splendenti e di avere capelli lunghissimi. E ondeggia tutta, con i calzettoni verdi che si arrotolano su se stessi.

Poi suona la campanella e ci sono le scale da scendere. Simone scende piano, assestando bene ogni singolo piede su ogni singolo scalino. In effetti i piedi sono solo due, ma a lui sembrano di più e ha paura di ingarbugliarsi.

Ecco la nonna.

«Ecco il mio bambino!»

La nonna è Letizia, anima educata su lettura e letteratura. Ha la voce lenta. Anche quando si muove è lenta. Dice che il tempo è un animale selvaggio e lei lo ha domato.

Un breve tragitto in auto e sono nel giardino di casa, con i fiori e l'edera sui muri. Si entra e c'è la cucina. E c'è gatta Buia che, come una pallina da flipper impazzita, schizza "gnaolando" tra le gambe di tavolo, sedie, Simone e nonna. E trova l'uscita.

Letizia ama le bambole. Sono tutte assieme, in piedi o sedute, sopra un piccolo baule antico: abiti lunghi, cappelli col nastro e riccioli.

Sulla mensola c'è il carillon di porcellana: una giostra dipinta a mano, di rosa e di blu. Un regalo di Gabriella. Simone gli dà la carica e comincia la melodia, con le note limpide. La giostra gira e i cavallini bianchi si alzano e si abbassano come un'onda. Poi musica e giostra rallentano. E sempre, in quel momento, arriva la malinconia. Perché la carica finisce, perché tutto finisce. La mamma invecchierà, la nonna morirà, le coccole e i giochi finiranno.

«Nonna, facciamo i biscotti?» Per bruciare quel dolore, prima che parli troppo.

«Sono pronti. Riscaldo il latte col cacao.»

La nonna sorride e la pelle le disegna piccoli raggi di sole attorno agli occhi. Odore tiepido, di cannella che affonda nel latte.

Quando sei bambino la vita ti culla. Poi, quando sei grande, ti consegna una mappa e aspetta che trovi la tua strada per diventare Dio.

Tratto dal libro:

L'Amore Folle - L'Amour Fou

L'amore è un demone. L'amore è Dio

Rosella Latella

Rosella Latella con L'amour Fou ci regala un'intensa storia di adolescenza, ambientata tra Genova e Parigi.

Sarà difficile per il lettore dimenticare le figure di Simone e Julie, i protagonisti, e di comprimari a tutto tondo come Stefy e Maurice, grazie anche a una scrittura sapiente e consapevole.

Vai alla scheda

ROSELLA LATELLA è psicoterapeuta di formazione analitica e sessuologa. Svolge la sua professione a La Spezia (dove vive), Genova e Asti. Da diversi anni è studiosa di Jung ed è relatrice di conferenze su temi di psicologia, spiritualità e simbologia esoterica.
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Il re e la schiava

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste