Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Il linguaggio degli occhi nel cane e nel gatto

di Valentina Tudisco 2 mesi fa


Il linguaggio degli occhi nel cane e nel gatto

Dagli occhi dei nostri amici a 4 zampe si possono intuire e comprendere tante cose

Gli occhi negli animali, sono un importante metodo di comunicazione, rappresentando la parola che apparentemente gli manca.

Possono raccontarci di una birichinata, di momenti di gioia, di episodi di tristezza oppure ancora possono parlarci d’amore o di sofferenza fisica e/o emotiva.

Gli occhi sono inoltre una parte del corpo molto delicata che può essere esposta a traumatismi di vario genere quali colpi di vento, presenza di corpi estranei (sabbia, pezzi di vari materiali), graffi e reazioni allergiche.

Di certo un “proprietario” in sintonia con il proprio peloso è più in grado di individuare anche piccolissimi cambiamenti e questa cura può rivelarsi molto utile, specie quando le malattie dell’occhio rappresentano un problema serio locale o addirittura sistemico (si intende quindi un problema che si ripercuote anche sull'occhio ma che ha origine in qualche altra parte dell’organismo).

Essere dei buoni osservatori è quindi fondamentale.

Il gatto e il cane solitamente provvedono autonomamente alla cura dei propri occhi; tuttavia se c’è un’alterazione è probabile che l’animale non riesca a prendersene cura a dovere, oppure potrebbero esserci dei soggetti che per fattori emotivi (es. abbandono), caratteriali (es. cani e gatti con scarsa cura dell’igiene personale) o legati all'età o alla razza (certe razze sono più predisposte a problemi oculari. es. boxer, carlino ect), non diano abbastanza importanza a quest'opera di pulizia.

Un animale in salute presenta occhi luminosi, vispi, puliti, senza lacrimazioni anomale e protratte e senza macchie o arrossamenti.

Ma cosa dobbiamo fare quando si presenta un’alterazione a carico di questi organi? Per prima cosa dobbiamo ricercare la causa che ha portato l’animale a questo disagio.

Anche se la causa è un fattore fisico banale (es. un cane che mette la testa fuori dal finestrino dell’auto presentando poi un arrossamento agli occhi) è meglio rivolgersi al proprio veterinario olistico di fiducia per non trascurare il problema. Spesso, se l’alterazione è di origine sistemica e si ripercuote su questi organi, la causa potrebbe essere un’alimentazione non idonea nella quale si utilizzano prodotti industriali quali crocchette e scatolette o cibo non adatto alla specie di appartenenza o alla costituzione dell’individuo in questione.

Nel caso poi di problemi sistemici che si ripercuotono sugli occhi spesso vanno prese in considerazione, assieme ad un esperto, eventuali cure disintossicanti: questo perché gli occhi sono un canale secondario di eliminazione di tossine presenti nell'organismo.

Qualora fosse necessario pulire gli occhi lo si può fare seguendo questi piccoli consigli:

  • Per prima cosa dovrete detergerli con soluzione fisiologica che non irrita le mucose ed è sterile, alla quale potete far seguire applicazioni terapeutiche, come per esempio, infusi di malva, camomilla, idrolato di hamamelis, colliri omeopatici, fiori di Bach, fitoterapici ecc
  • Non utilizzare acqua del rubinetto che può irritare ancora di più i tessuti oculari.
  • Non usare cotone idrofilo o carta igienica per pulire queste zone delicate perché i pelucchi da essi prodotti potrebbero creare fastidio o piccole abrasioni all'animale.
  • Utilizzate dei dischetti di morbido cotone non trattato.
  • Utilizzare due diversi dischetti per ogni occhio.
  • Non strofinare mai gli occhi, puliteli invece con tocchi leggeri procedendo dall'alto verso il basso e dall'interno verso l’esterno
  • Evitare assolutamente l’uso di antibiotici o cortisonici se non raccomandati dal vostro veterinario olistico; questi farmaci l infatti tendono a soffocare la sintomatologia.
  • Quando un animale presenta una patologica oculare alle volte, a causa del fastidio, è portato a passarci più volte sopra la zampetta inumidita di saliva. Quest’operazione spesso tende a peggiorare il quadro e di conseguenza la pulizia da parte del “padrone” risulta ancora più importante.

Ti consigliamo...


Valentina Tudisco è da sempre appassionata al mondo della natura e degli animali. Vive in campagna con suo figlio, il suo compagno, nove cani, un gatto, due caprette e altri animali adottati. Attualmente lavora presso Macrolibrarsi store.
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Il linguaggio degli occhi nel cane e nel gatto

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste