+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Il Leader MSC

di Rasmus Hougaard, Jacqueline Carter 1 anno fa


Il Leader MSC

Leggi un estratto dal libro "La Mente del Leader" di Rasmus Hougaard e Jacqueline Carter

Tradizionalmente, le iniziative sul posto di lavoro ideate per incrementare il coinvolgimento e la produttività sono focalizzate sulla soddisfazione esterna - come i bonus, gli aumenti, ambienti di lavoro in stile funky, cibo gratis, orari flessibili e simili. Tutte queste cose sono potenzialmente fantastiche, ma restano soluzioni a breve termine. Possono funzionare per un po’, ma gli effetti svaniscono appena le persone iniziano a dare per scontati i soldi, i titoli, i biliardini e le barrette energetiche gratis.

Stai leggendo un estratto da questo libro:

La Mente del Leader

Come guidare te stesso, i tuoi collaboratori e la tua organizzazione verso risultati straordinari

Rasmus Hougaard, Jacqueline Carter

Essere Leader, in questo momento storico, significa mettere da parte le nozioni di management e re-imparare ad essere umani. La Mente del Leader offre un modo per farlo. Descrive come i leader possono guidare se stessi, i loro collaboratori e le loro...

€ 21,00 € 19,95 -5%

Disponibilità: 11 giorni

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

Le tre qualità mentali fondamentali

Le iniziative esterne e gli extra non hanno mai davvero motivato le persone nel lungo periodo; invece, fattori interni come un coinvolgimento significativo, una connessione e un sentimento apprezzato, possono coinvolgere i dipendenti su un piano più profondo necessario per un impegno e una produttività a lungo termine.

Quando abbiamo parlato con Steven Worrall, direttore generale di Microsoft Australia, ci ha detto: “Negli anni ’90 si parlava dell’equilibrio tra lavoro e vita privata. Ma con la realtà lavorativa di oggi, dove si lavora 24 ore su 24, si è passati oltre. Oggi si parla di coinvolgimenti e soddisfazione. Nel prossimo futuro, si tratterà di creare una vera motivazione e un significato. I leader di successo nel futuro saranno quelli in grado di favorire la vera felicità dei loro collaboratori.”

Se noi, in qualità di leader, vogliamo creare organizzazioni veramente fiorenti, dobbiamo capire cosa conta davvero per gli esseri umani. Tutti noi vogliamo essere felici. Tutti noi vogliamo vivere una vita significativa e contribuire al benessere degli altri. Questa verità vale anche per il lavoro. Le persone che escono dall'ufficio ogni giorno con un senso di soddisfazione vorranno ritornarci, concentrarsi su progetti difficili e lavorare sodo. A causa di una motivazione intrinseca significativa, vorranno continuare a fare del loro meglio giorno dopo giorno, anno dopo anno.

Come si possono quindi facilitare il senso, la connessione e la vera felicità per le persone che guidi? O, più specificatamente, quali qualità mentali deve sviluppare un leader per guidare meglio questa forza-lavoro mutevole? Sulla base di approfondite ricerche - tra cui sondaggi e valutazioni su decine di centinaia di leader - noi del Potential Project abbiamo scoperto tre qualità mentali fondamentali per aumentare coinvolgimento, felicità e produttività: consapevolezza - mindfulness (M), altruismo - selflessness (S) e compassione (C) - compassion. Si tratta di qualità fondanti di una grande leadership, che chiamiamo leadership MSC

Tutte queste caratteristiche sono strettamente collegate. In realtà, si rafforzano a vicenda. La consapevolezza ci rende più altruisti e l'altruismo ci rende più compassionevoli. Una maggiore dose di compassione, a sua volta, ci rende più consapevoli e altruisti. Nonostante sia vero che alcuni leader hanno sviluppato in maniera naturale queste peculiarità, la nostra esperienza mostra che tutte e tre possono essere apprese, praticate e migliorate.

Nelle sezioni seguenti, esamineremo ogni caratteristica più nel dettaglio.

La prima: Anatomia della consapevolezza (M)

La consapevolezza (Mindfulness) si riferisce sia ad una pratica sia ad uno stato mentale. Più la si allena, più diventa il tuo stato mentale. La consapevolezza consiste nel generare maggiore efficacia mentale, in modo che tu possa realizzare più del tuo potenziale sia a livello professionale sia personale. L’efficacia, in questo contesto, è la capacità di raggiungere i tuoi obiettivi, scopi e desideri nella vita.

Gli strumenti e le tecniche di allenamento della consapevolezza esistono da migliaia di anni. Nel nostro lavoro, con organizzazioni di tutto il mondo, manteniamo la pratica e la definizione di consapevolezza semplici e vicine alle sue antiche radici: prestando attenzione al momento presente, con una mente calma, concentrata e libera.

Imparare a gestire la tua attenzione è il punto cardine della pratica della consapevolezza. Quando impari a gestire la tua attenzione, impari a gestire i tuoi pensieri. Impari a concentrarti su ciò che scegli, che si tratti di questa pagina, di un’email, di un meeting o delle persone con cui sei. In altre parole, ti alleni a essere più presente nel qui e ora.

Recentemente, la ricerca ha confermato le affermazioni che i praticanti della mindfulness hanno sostenuto per anni: la consapevolezza ha un impatto positivo sulla nostra fisiologia, sulla psicologia e sulle prestazioni lavorative. A livello fisiologico, i ricercatori hanno dimostrato che allenare la consapevolezza porta ad avere un sistema immunitario più forte, una pressione sanguigna più bassa e una frequenza cardiaca minore.^ Inoltre, le persone che praticano la consapevolezza dormono meglio e si sentono meno stressate.

Allenare la consapevolezza aumenta la densità della materia grigia nella nostra corteccia cerebrale, la parte del cervello che pensa razionalmente e risolve i problemi^ Per via di questo aumento, la funzione cognitiva migliora, e ciò si traduce in una memoria potenziata, ad un aumento della concentrazione, ad una riduzione della rigidità cognitiva e a tempi di reazione più rapidi A

Con tutti questi benefici, la ricerca ha rilevato che le persone che praticano tecniche di consapevolezza riferiscono una qualità di vita complessivamente migliore.I benefici della consapevolezza sono stati dimostrati anche in un contesto organizzativo. Jochen Reb, ad esempio, un ricercatore della Singapore Management University, ha studiato f efficacia di alcuni dei nostri programmi di leadership consapevole presso il gruppo Carlsberg e If Insurance, una grande compagnia di assicurazioni scandinava. Ha riscontrato miglioramenti significativi nella concentrazione, cognizione, memoria, rendimento lavorativo e soddisfazione lavorativa complessiva dopo sole nove settimane di allenamento, per dieci minuti al giorno. I partecipanti hanno anche riferito una riduzione dello stress e una migliore percezione dell'equilibrio tra lavoro e vita privata.^ Altri ricercatori hanno riscontrato benefici simili all’allenamento della consapevolezza in contesti aziendali, tra cui maggiore creatività e innovazione, migliore rapporto datore di lavoro - dipendente, riduzione dell’assenteismo e miglioramento del processo decisionale etico.

Ma la consapevolezza fa qualcosa di molto più potente di tutto questo: altera in modo costruttivo la nostra percezione della realtà. Attraverso la pratica costante, la consapevolezza attiva un cambiamento nel controllo cognitivo nelle regioni frontali del cervello. Questo ci consente di percepire il nostro mondo, le nostre emozioni e le altre persone senza reazioni di attacco/fuga, senza reazioni istintive, e di raggiungere una migliore capacità di resilienza e recupero emotivo.

Questo cambiamento nelle connessioni neurologiche ci aiuta a percepire le situazioni e prendere decisioni principalmente attraverso la nostra mente cosciente, evitando alcune delle trappole create dai nostri pregiudizi inconsci. Operare di più tramite la nostra corteccia prefrontale migliora anche la nostra funzione esecutiva, il centro di controllo delle nostre idee, parole e azioni. Una funzione esecutiva ben sviluppata ci consente di guidare meglio noi stessi e gli altri verso obiettivi condivisi. Attraverso un’attività prefrontale più forte, disattiviamo la nostra tendenza alla distrazione e diventiamo più presenti, concentrati e attenti. Non a caso, la consapevolezza ci rende anche più felici. Più siamo presenti e attenti, indipendentemente da ciò che facciamo, più felici diventiamo.

Ci sono due qualità chiave della consapevolezza: concentrazione e cognizione. La concentrazione è la capacità di focalizzarsi su una mansione con facilità per un periodo prolungato di tempo. La cognizione è la capacità di scegliere con saggezza dove focalizzare la propria attenzione. L'efficacia ottimale si ottiene quando si è contemporaneamente concentrati e consci.

Concentrazione e cognizione sono complementari. La concentrazione permette una cognizione più stabile, e la cognizione permette di riprendere la concentrazione su ciò che stavamo facendo. Vanno di pari passo. Più siamo concentrati più consci saremo, e viceversa. Quando pratichi la consapevolezza, migliori la concentrazione e la cognizione contemporaneamente.

La mindfulness può essere rappresentata da una matrice due-a-due, come mostrato nella figura 1-3.

Nel quadrante in basso a sinistra, non sei né focalizzato né conscio. Non c’è praticamente nulla di buono da dire su questo stato d’animo; da ciò dipende la maggior parte degli errori che facciamo. E nella leadership, come altrove, questo può essere dannoso. Se siamo distratti e con il pilota automatico, non siamo presenti con i nostri collaboratori. Non possiamo aspettarci che il nostro team sia coinvolto e si senta supportato se noi in primis non siamo totalmente presenti.

Nel quadrante in basso a destra sei conscio, ma ti distrai facilmente. Da questa condizione possono nascere grandi idee, ma se la tua mente è troppo distratta avrai difficoltà a ricordarle e a trasformarle in azioni. Le buone idee diventano soluzioni innovative solo quando hai la concentrazione necessaria per memorizzarle ed eseguirle, portandole nel quadrante in alto a destra.

Osservando il quadrante in alto a sinistra, quando si è concentrati ma con il pilota automatico inserito, il proprio stato d’animo può essere descritto come un “flusso”. Può essere utile per le attività di routine o quando ci si sta allenando. Ma il problema di questo stato è che non siamo molto conosci e quindi rischiamo di farci scappare informazioni preziose. Senza la cognizione potremmo non notare le espressioni delle persone con cui siamo, e quindi potremmo fare errori di valutazione. Inoltre, senza la cognizione non siamo in grado di vedere e comprendere i nostri pregiudizi inconsci, e potremmo prendere decisioni sbagliate.

Nel quadrante in alto a destra - ‘‘mindful” - siamo concentrati e consci. Siamo concentrati sulle persone con cui ci troviamo e sulle mansioni che stiamo svolgendo. Allo stesso tempo, abbiamo la cognizione e la capacità di vedere i nostri pregiudizi inconsci e regolarci di conseguenza. Negli ambienti di lavoro di oggi, sempre connessi e distratti, queste due qualità fondamentali ci aiutano ad essere mentalmente agili ed efficaci.

Durante la pratica della consapevolezza, alleniamo sia la nostra concentrazione sia la nostra cognizione. Quando siamo attenti, siamo in grado di superare la naturale tendenza della nostra mente a vagare. Possiamo mantenere la concentrazione su un oggetto di nostra scelta, notare quando ci distraiamo e quindi prendere decisioni su dove riporre la nostra attenzione. Quando siamo attenti, abbiamo anche una maggiore cognizione di ciò che stiamo vivendo internamente ed esternamente. Possiamo osservare i nostri pensieri mentre sorgono ed esprimere giudizi migliori per decidere su cosa concentrarsi e cosa, invece, ignorare.

Nel corso degli anni, insieme ai nostri colleghi, abbiamo insegnato e allenato alla consapevolezza i dirigenti e i dipendenti presso centinaia di organizzazioni in giro per il mondo. Il nostro approccio è stato sviluppato e perfezionato in collaborazione con ricercatori, esperti di mindfulness e imprenditori. Questa pratica è fondamentale per padroneggiare con successo una leadership consapevole. Nel Capitolo 3 troverai istruzioni dettagliate per iniziare a mettere quotidianamente in pratica la consapevolezza. Nell’appendice troverai informazioni su come accedere a un’app (disponibile in lingua inglese) che ti guiderà attraverso un programma di allenamento completo e personalizzato.

Quando inizierai ad applicare la consapevolezza alla tua leadership, ti renderai conto che più la tua consapevolezza aumenta, più la tua percezione di “te stesso’’ inizierà a cambiare. Nello specifico, emergerà un senso più accentuato di fiducia altruistica, che ti aiuterà a sviluppare la seconda qualità della leadership MSC.

La Mente del Leader

Come guidare te stesso, i tuoi collaboratori e la tua organizzazione verso risultati straordinari

Rasmus Hougaard, Jacqueline Carter

Essere Leader, in questo momento storico, significa mettere da parte le nozioni di management e re-imparare ad essere umani. La Mente del Leader offre un modo per farlo. Descrive come i leader possono guidare se stessi, i loro collaboratori e le loro...

€ 21,00 € 19,95 -5%

Disponibilità: 11 giorni

Vai alla scheda


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Rasmus Hougaard

Rasmus Hougaard è fondatore e Amministratore Delegato di Potential Project, il principale fornitore globale di soluzioni per la leadership e l’efficienza organizzativa basate sulla formazione della Copertina non definitiva mente. Rasmus ha praticato e insegnato la consapevolezza per...
Leggi di più...

Jacqueline Carter

Jacqueline Carter è un partner internazionale e direttore nordamericano per Potential Project. Ha oltre vent’anni di esperienza nella collaborazione con organizzazioni di tutto il mondo per migliorare l’efficacia e le prestazioni. Collabora regolarmente con riviste di economia...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Il Leader MSC

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.