800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Il fenomeno - Estratto da "I Nuovi Cerchi nel Grano - Medicina per l'Anima"

di Anna Maria Bona 9 giorni fa


Il fenomeno - Estratto da "I Nuovi Cerchi nel Grano - Medicina per l'Anima"

Leggi in anteprima un estratto dal libro di Anna Maria Bona

Le radici dell'enigma «cerchi nel grano» affondano in tempi lontani, come dimostrato da documentazione giunta a nostra conoscenza già a partire dal 1600. Dagli anni '90 i pittogrammi si sono arricchiti di nuova complessità presentando capolavori sorprendenti, mandala, illusioni ottiche, immagini di codificazione binaria, sino a raggiungere disegni molto elaborati come i frattali.

Indice dei contenuti:

Un dono celeste

Non voglio entrare in merito sull'opera di demistificazione passata, e forse ancora in corso, dove le rivendicazioni di burla hanno denunciato congetture a dir poco ridicole. Sicuramente esistono glifi realizzati dalla maestria umana, facilmente riconoscibili e di cui si accenna solo superficialmente, allo scopo di lasciare sempre un alone di mistero sospeso dietro il fenomeno.

Dalla mia esperienza personale in Inghilterra, nel Wiltshire, ho verificato che i pittogrammi falsi sono facilmente riconoscibili, poiché non presentano minimamente la perfezione e la bellezza degli originali. Inoltre i perimetri sono irregolari e le spighe non evidenziano la modificazione genetica presente nei noduli degli originali che, seppur piegati dall'effetto potente delle microonde, continuano a crescere regolarmente, fino a completa maturazione, consentendo la mietitura.

E già questo è sufficiente a dimostrare agli scettici come sia impossibile per un uomo riuscire a realizzare un glifo senza spezzare le spighe, a causa del peso del suo stesso corpo.

Il mio approccio al fenomeno è da anni legato all'intima convinzione che i glifi siano un dono celeste con i quali operare e che funzionino a livello subliminale nei recessi delle nostre menti, innescando processi di elevazione della coscienza.

Purtroppo il messaggio di speranza e di invito al risveglio spirituale, che ci viene offerto continuamente dagli architetti celesti, non è recepito dalle masse. Le situazioni disagiate presenti nel nostro mondo sono molteplici e dal cosmo tentano da molti anni di porre rimedio con i loro messaggi extra-dimensionali attraverso il linguaggio simbolico.

Certo non verranno loro a salvare questo collassato Pianeta. Essi rispettano il nostro libero arbitrio ma, nonostante la nostra resistenza a comprendere, non si stancano di sorprenderci con le loro esortazioni a osservare con nuovi occhi consapevoli gli affanni del mondo, sottolineando la nostra responsabilità nel porvi rimedio.

La delusione per la mancata divulgazione ufficiale di ciò che davvero rappresentano i pittogrammi è grande, ma ormai da tempo comprendo che questo fenomeno, come molti altri nella storia umana, è rivolto solo a «chi ha occhi per vedere e orecchie per sentire». Pertanto mi sono pacificata con chi ancora dubita e cerca di gettare discredito su questi segni che giungono dal cielo.

A livello personale credo di aver gettato i semi per una nuova lettura dei pittogrammi e questo acquieta la mia anima di guerriera della luce.

La ricerca sui cerchi nel grano

È indiscutibile che la medicina moderna abbia eseguito nell'ultimo secolo progressi considerevoli, soprattutto in certi ambiti, come quello diagnostico o chirurgico. Eppure oggi l'umanità appare sempre più sofferente, le corsie d'ospedale sempre più affollate. Prolifera il mal di vivere, il sistema immunitario non riesce a superare i continui attacchi «dell'inconsapevolezza».

Il modello su cui si basa la medicina tradizionale è obsoleto perché separato. Le sue radici risalgono a Cartesio che teorizzava l'uomo diviso in due parti distinte: res cogitans e res extensa, cioè mente e corpo, spirito e materia. Ogni componente del corpo non viene messa in relazione con le altre, e gli aspetti emozionali e mentali non sono presi in considerazione per l'insorgenza di una malattia. Il focus, per la medicina ufficiale odierna, viene messo sul sintomo e non sulle cause.

Le multinazionali del farmaco dettano le regole del mercato e focalizzano i loro interessi sul business e non certo su quelli del malato. Non ci sono attrattive per affrontare seriamente una buona prevenzione. Anzi si tende a non guarire il paziente per mantenerlo costantemente fidelizzato ai farmaci.

Come rivela l'arcangelo Uriel, la prevenzione che viene proposta attualmente è «terrorismo», in quanto può essere creativa in negativo. Non dimentichiamo che siamo creatori. Ogni volta che riceviamo un invito a farci controllare qualche parte dell'organismo, viene coinvolto l'aspetto emotivo. Pensiamo di poter avere qualche malanno e quindi corriamo il rischio di proiettare nella manifestazione le nostre paure. Certo non va esclusa la medicina preventiva quando si hanno sintomi in corso, ma non bisogna trascurare tutti gli interessi che si muovono dietro. La vera prevenzione, rivela Uriel, è proporre come vivere serenamente, insegnare a pensare positivo, garantire aria pulita da respirare, suggerire un'alimentazione sana e un'acqua vitale da bere. Chi è in grado di proporci la prevenzione oggi?

Secondo le sfere celesti i concetti vitali utili all'uomo si basano sul sostenere l'organismo che è in grado di guarire da sé. Ed è esattamente ciò mi indicano di divulgare.

Personalmente trovo che l'arte di curare l'essere umano come unità di corpo, mente e spirito sia la più adeguata. I tanti insegnamenti ricevuti in questi anni dagli Arcangeli confermano questa tesi che viene avvalorata da esiti positivi su diversi fronti e che, in questo libro, avrete modo di appurare.

Il nostro star bene dipende dalla qualità della nostra vita, dal modo in cui pensiamo, da come ci alimentiamo e da cosa beviamo. Malattia significa mancanza di armonia, conflitto che si crea per il disequilibrio tra quello che si è veramente e quello che si pensa di essere. Qualora la nostra coscienza ci desse segnali di un'informazione erronea attraverso il sintomo, si può ripristinare l'armonia perduta con la corretta informazione.

Come affermava il grande maestro indiano Sri Aurobindo: «Esiste una sola malattia, l'incoscienza».

L'arte della terapia rimane quindi, ancora oggi, fìtta di mistero e di nuove possibilità. Quella che in questi anni ho offerto è una di queste e apre una nuova frontiera nell'ambito delle energie vibrazionali, provenienti dal cosmo.

Lo studio di questa possibilità nasce dall'esperienza personale che mi ha condotto a diffondere un metodo innovativo che può agire sul benessere fisico, mentale, emozionale, spirituale, attraverso acqua informata con i cerchi nel grano o tramite osservazione degli stessi. Durante la lunga ricerca ho scoperto che svariati cerchi nel grano possono sbloccare energeticamente la stonatura vibratoria, riportando ordine nei vari corpi e riattivando il processo naturale vitale. Un corpo sano è lo strumento migliore che la coscienza risvegliata possa utilizzare per realizzare le inclinazioni dell'Anima.

A distanza di undici anni dalla ricerca iniziale esistono testimonianze positive, che ne confermano l'efficacia, da parte di molte persone. Al fondo del libro troverete alcune tra le molte testimonianze ricevute relativamente all'efficacia del metodo.

A livello personale, dal 2003, anno in cui sono guarita tramite un cerchio nel grano da una patologia giudicata incurabile, uso quotidianamente i simboli per prevenzione. Per circa trenta anni ho sofferto sistematicamente di mal di testa atroci abbinati a vomito di bile e, nel tempo, ho dovuto limitare moltissimo le categorie di cibi da assumere, poiché non ne tolleravo più la maggior parte. Da allora non ho mai più avuto alcun disturbo e da undici anni ho reinserito nella mia alimentazione tutti quei cibi di cui mi ero quasi scordata il sapore, poiché ero diventata fortemente allergica. Ogni giorno informo l'acqua vitale che assumo e utilizzo i simboli specifici solo in caso di necessità. Controllo periodicamente, a livello radiestesico, i miei chakra, e posso confermare di disporre di buona energia e salute.

Sono gli stessi Arcangeli che richiedono di verificare lo stato della mia vitalità in quanto, per ricevere un messaggio «pulito», necessita essere sempre in connessione con le energie del cosmo e della Terra. E solo con tutti i chakra aperti e funzionanti che è possibile far fluire l'energia in noi, attingendola dal Cielo e dalla Terra.

Per gli effetti ottimali che ho sempre ottenuto con questo metodo, è diventato il mio unico sistema di cura. Innalzando di molto le mie frequenze inoltre, anche il sistema immunitario mi permette di evitare possibili indisposizioni.

Il metodo in questione attinge al potere risanatore della forza vitale, che permette di riportare l'organismo al suo stato d'integrità. I cerchi nel grano non guariscono ma permettono di guarire se noi diventiamo gli attivatori di una determinata informazione che interagisce con le nostre cellule.

Come agiscono sulla struttura umana i cerchi nel grano

Fin dall'inizio delle comunicazioni telepatiche con l'arcangelo Uriel, mi è stato chiarito che ognuno dei cerchi nel grano contiene messaggi specifici e peculiarità intrinseche. L'Arcangelo mi ha descritto le qualità di ciascuno decodificandone il significato udibile dalle nostre cellule, le quali avrebbero risposto a quel segnale. Uriel mi disse inoltre che la geometria sacra contenuta nei cerchi nel grano avrebbe rivelato, nell'armonia della forma, la manifestazione del Suono armonico accordato all'Opera divina. Già Pitagora comprese quanto il suono fosse musica in movimento e scoprì come attraverso la geometria vi fosse il soffio di Dio.

Uriel rivelò che le geometrie giunte dal cosmo sarebbero state il mezzo per dimostrare l'importanza, il mistero e la forza della divina proporzione che avrebbero armonizzato, con l'acqua o con l'osservazione, i sistemi fisici ed evolutivi dell'uomo.

La geometria sacra è il linguaggio universale che regola e armonizza l'uomo e il cosmo, il micro e il macro, e rappresenta l'espressione della sapienza e potenza creatrice divina. All'interno di queste formazioni nel grano è racchiusa una grande conoscenza e svariate informazioni che possono essere assimilate dalle nostre cellule, stimolando così le nostre insite e naturali capacità di auto-guarigione.

L'uomo è una struttura multidimensionale costituita da sistemi fisici che interagiscono con campi energetici regolatori; essi vibrano a diverse frequenze e si scambiano informazioni attraverso i chakra, le nostre ruote energetiche. Essi sono vortici finalizzati alla raccolta dell'energia vitale che viene veicolata ai corrispondenti organi, ghiandole ecc.

Condizioni di disagio alterano le normali vibrazioni, squilibrandole. Lo stato di malattia si può definire uno squilibrio energetico, con presenza di frequenze anomale dissonanti. Inoltre la patologia è il risultato di un contrasto tra anima e mente ed è lo stato terminale di un disordine profondo, innescato da esperienze stressanti non elaborate. Esse generano poi stati d'animo negativi che sfociano conseguentemente in una risposta somatica dell'organismo.

L'Essere per vivere in armonia necessita di equilibrio tra il pensare, il sentire e l'agire. Un uomo cosciente di essere costituito di Spirito e Anima, può riprendere possesso del suo «corpo-tempio» e vivere in buona salute. Il potere del crearci una salute perfetta è un attributo del nostro essere divino che ci porterà la saggezza necessaria affinché si realizzi.

A volte la malattia ci costringe ad affrontare una situazione a cui vorremmo sfuggire e così ci può essere maestra nella nostra evoluzione. Quindi non viviamola come una sventura ma come un'opportunità di crescita arricchente, focalizziamoci a volerne comprendere la lezione di vita, senza demandare sempre solo aU'esterno.

La sofferenza è in se stessa benefica perché ci avverfe che imbocchiamo un cammino sbagliato. Essa ha lo scopo di ricondurre la personalità alla volontà divina dell'anima. E importante prendere consapevolezza che l'unico vero recupero della salute, a ogni livello, avviene solo attraverso l'azione di questo meccanismo.

Ciò che non va dimenticato è che l'Anima è lo strumento dello Spirito e che mai nessuno, esterno a noi, può intervenire nella nostra guarigione, se noi non lo permettiamo. Ogni terapia olistica consapevole si deve basare quindi, in primo luogo, sulla partecipazione attiva della persona durante il processo di guarigione.

Il principio della comprensione del disturbo (fisico, emotivo, mentale o spirituale), attraverso la sensibilizzazione dell'individuo, è basilare per avere un vero ristabilimento della propria condizione, se non si vuole rischiare la recidività del problema.

Occorre dedicare del tempo per nutrire la salute.

Il nostro squilibrio, prima di tutto energetico e poi fisico, nasce dall'aumento della tensione emotiva, dall'insoddisfazione interiore. Se non riusciamo a coordinare la «testa» con la «pancia», si creerà un conflitto dentro noi stessi che sfocerà inevitabilmente in una patologia. Necessita quindi comprendere ciò che ci ha causato il problema, riflettendo su come possiamo riprendere possesso del nostro stare bene, avendo padronanza della nostra psiche e ricreando le condizioni di equilibrio e di armonia interiore.

Se vogliamo che qualcosa cambi nel nostro Tempio interiore, dobbiamo partecipare attivamente al processo di guarigione, senza demandare solo agli esperti la risoluzione del problema.

Quando lo Spirito è sveglio ha la capacità di discernere cosa è giusto o meno per noi. L'intuizione allora può illuminarci la via e il nostro livello vibratorio può essere guidato dal nostro sentire più cosciente.

Ecco allora che il pensare, il sentire e l'agire saranno in noi ben equilibrati e non saremo più così vulnerabili.

Partendo quindi dal presupposto che in questo percorso necessiterà la complicità attiva di ognuno, possiamo raggiungere uno stato di benessere entrando in risonanza con una gamma di frequenze luminose che riattivino il piano della coscienza, tramite la geometria sacra contenuta nei cerchi nel grano.

La terapia vibrazionale, utilizzata con i simboli, interviene sui corpi energetici, andando ad agire su punti specifici, attraverso sostanze alle quali viene trasferita «l'impronta energetica» necessaria, come nell'acqua ad esempio, che ha una sua memoria, o tramite l'osservazione consapevole. Più sono alti e stabili i livelli delle nostre frequenze, più attiriamo la Coscienza divina, e la nostre vita si adeguerà a esse.

«La materia e la vita sono controllate dai campi vibrazionali», sostiene il biochimico Rupert Sheldrake, con la sua teoria dei campi morfogenetici. Questo campo è in grado di guidare la materia attraverso l'informazione.

La fisica quantistica ormai dimostra chiaramente che le informazioni creano la materia e la organizzano. Basandosi sul concetto della non località o entanglement, essa attesta che tutto è collegato istantaneamente come informazione. L'Universo è come una rete di informazioni in cui possiamo interagire perché siamo intimamente connessi, ne facciamo parte.

E anche il nuovo ramo della scienza chiamato epigenetica, con le sue teorie, mette fine al determinismo che ritiene i geni responsabili di ogni accadimento. È il superamento di una visione frammentata dell'essere umano. Al contrario essa sostiene che il nostro DNA funziona come un'antenna che riceve ed emette frequenze ed è in grado di guidare la nostra esistenza consapevolmente, compreso influenzare positivamente la nostra salute.

Il nostro corpo è simile alla cassa armonica di uno strumento musicale che risuona se stimolato da determinate frequenze. Come un abile musicista può accordare uno strumento, noi possiamo sperimentare uno stato di benessere quando le nostre frequenze sono armonizzate.

Utilizzando il linguaggio dell'Universo ci riconnettiamo all'Infinito. Attraverso di esso possiamo rientrare in contatto con la Saggezza Cosmica e con l'Oceano di Consapevolezza, da cui pensiamo di essere separati, entrando in sintonia con la nostra fonte spirituale e sperimentando di conseguenza il benessere a tutti i livelli.

Quando la materia viene spiritualizzata, ogni piccola particella fisica viene ricondotta alla sua origine. In questo modo si ristabilisce quell'unione necessaria alla nostra evoluzione.

I Nuovi Cerchi nel Grano - Medicina per l'Anima

Con formule odierne del maestro Saint Germain - Istruzioni per uso quantico per armonizzarsi a tutti i livelli

Anna Maria Bona

Questo libro nasce dall'idea di divulgare un metodo innovativo di prendersi cura di sé, tramite la geometria sacra di ultima generazione contenuta nei Cerchi del grano. Il procedimento si basa su codici d’informazione...

€ 21,00 € 17,85 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Anna Maria Bona

Annamaria Bona, ricercatrice e scrittrice di libri finalizzati alla sensibilizzazione del risveglio della consapevolezza. Ha focalizzato il suo lavoro sullo studio delle energie sottili e a far riemergere verità occultate. Diffonde in questi tempi critici per la Terra i messaggi dell'Arcangelo...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Il fenomeno - Estratto da "I Nuovi Cerchi nel Grano - Medicina per l'Anima"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste