800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Il dono più importante: la salute - Estratto da "Cibo per il Cuore"

di Jane Esselstyn, Ann Crile Esselstyn 1 mese fa


Il dono più importante: la salute - Estratto da "Cibo per il Cuore"

Leggi l'introduzione dal libro di Jane e Ann Crile Esselstyn e scopri quali sono le ricette più adatte alle persone cardiopatiche a mantenere in salute il cuore

Noi amiamo il nostro cibo! Quando noi Esselstyn ci riuniamo tutti e venti, le nostre giornate sono piene di divertimento: pedalate, nuotate, tuffi dal molo, lunghe corse, partite familiari a baseball, badminton. Ma il massimo divertimento è per noi cucinare e mangiare insieme: fantastiche lasagne, gran piatti di riso e fagioli, sedute di Preparazione della nori, insalate straboccanti di un arcobaleno di colori, feste di compleanno a base di cavolo glassato ai mirtilli, e dall’orto mucchi di cavolo riccio, nero o comune. Tutti cucinano, perfino i ragazzi, che abbiano 10 o 16 anni. L’unica persona che non cucina è mio marito. Lui è il lavastoviglie permanente, a tempo pieno.

Quando Come prevenire e curare le malattie cardiache con l’alimentazione fu pubblicato, e finì con il diventare un bestseller del «New York Times», ebbe un impatto che non potevamo neanche immaginare. Persone da tutto il Paese e da tutto il mondo vennero a conoscenza del credo su cui la nostra famiglia si basava da anni: hai davvero la salute nelle tue mani, e ciò che mangi conta.

Abbiamo sentito di connazionali e di persone di altri Paesi le cui vite erano cambiate grazie a Come prevenire e curare le malattie cardiache con l’alimentazione. Perché tanto scalpore? Perché il programma funziona. Nel 1985, quando era chirurgo al Cleveland Hospital, mio marito iniziò uno studio sulle malattie cardiache con diciotto pazienti.

Alcuni di loro erano tanto malati che erano stati mandati a casa a morire. Incredibilmente, dopo diciotto anni, quei pazienti stavano benissimo grazie a una dieta vegetale senza oli. Vent’anni dopo, i pazienti più osservanti continuano a progredire; alcuni lo fanno ancora, a più di 80 anni. L’ottantenne Evelyn, una delle prime pazienti, ha commentato: «Nessuno si aspettava che sopravvivessi! Ed eccomi qui, più sana della maggior parte dei miei amici».

Dice la moglie di Anthony, un altro paziente: «Anthony pensa che vivrà per sempre, cosa di cui nessuno noi ha il privilegio! È davvero costante nel mantenere la dieta vegetale e non sgarra in alcuna circostanza».

A partire da quel gruppo, abbiamo lavorato con centinaia di pazienti, aiutandoli a compiere quei primi passi di responsabilizzazione verso la riconquista della propria salute, tutti con gli stessi risultati miracolosi. Le ricerche di mio marito continuano, e il suo ultimo studio pubblicato mostra che, quando i pazienti comprendono davvero il potere della nutrizione, sono più che disposti a cambiare la propria dieta.

Lo abbiamo visto di persona: le persone rimangono sempre sorprese nel vedere la rapidità con cui si sentono meglio e piene di energia, e quanto in fretta scendono i livelli di colesterolo, e faticano inoltre a credere quanto sia facile mettere in pratica le linee guida del trattamento di mio marito. Si sentono più forti per il fatto di avere nelle proprie mani la possibilità di invertire il corso della malattia.

Le linee guida per i cardiopatici sono semplici:

  • niente carne;
  • niente latticini;
  • niente olio né semi oleosi;
  • pochissimi sale e dolcificanti.

Cosa possono mangiare? Un delizioso e colorato assortimento di ortaggi, frutta, legumi e cereali integrali, straboccanti di fibre, nutrienti e antiossidanti, tutti ottimi nutrimenti per il cuore e la salute in generale.

Negli ultimi anni, diffondere la parola relativamente alla magia della dieta vegetale è diventato un affare di famiglia. Nostro figlio Rip ha scritto i bestseller di grande successo The Engine 2 Diet e My Beef with Meat, dando vita a un movimento nazionale. E nostra figlia, Jane, ha creato la sezione delle ricette per My Beef with Meat, divenuto un bestseller del «New York Times». Rip chiama il suo programma “forza dei vegetali”, e quello di mio marito “perfezione vegetale”; nessuno dei due prevede carne, latticini e oli. Ai pazienti cardiopatici viene chiesto di eliminare i semi oleosi e l’avocado e di limitare soia e derivati.

Jane è una cuoca eccellente con un palato sofisticato. Fosse per me, metterei dappertutto aceto balsamico, menta e coriandolo, e se qualcosa non dovesse avere il sapore giusto, aggiungerei lievito alimentare. Jane aggiunge alle nostre ricette, e alle nostre vite, energia e audacia. Siamo fortunati a vivere accanto a lei, a suo marito Brian e ai loro tre figli. Troviamo infinitamente eccitante testare nuove ricette, così è facile correre avanti e indietro con qualcosa di nuovo da assaggiare.

Jane è presente a conferenze, ritiri e corsi full immersion sia per conto suo sia con me e mio marito, in patria e oltremare. Condividiamo con il nostro pubblico i trucchi e segreti che abbiamo appreso in anni passati a cucinare deliziosi pasti vegetali e senza olio. Insegniamo alle persone a stare alla larga dal cibo lavorato, anche se ha l’etichetta “vegano”, perché spesso è pieno di olio. Facciamo loro conoscere le meraviglie del cavolo e di altre sostanziose e deliziose verdure a foglia, come pure di patate dolci, carciofi, bietole, broccoli, cetrioli, asparagi, cereali integrali, fagioli cannellini, lenticchie e molto altro.

È fuori discussione il fatto che i pazienti più scrupolosi hanno i risultati migliori. Per fortuna non è difficile essere rigorosi, perché la dieta a base di cibi vegetali e integrali non è complicata! Non ci sono calcoli da fare. Sono pochi i prodotti difficili da reperire, e li potete trovare nei negozi di alimenti biologici. Fate la spesa nei mercatini contadini o iniziate a coltivare un orto. Non abbiamo aggiunto di proposito alle ricette il contenuto di calorie, proteine e carboidrati. Vogliamo che vi godiate il cibo senza calcolare nulla, eccetto le vostre benedizioni per aver scoperto quant’è bello mangiare vegetali!

Da quando è stato pubblicato Come prevenire e curare le malattie cardiache con l’alimentazione abbiamo accumulato moltissime ricette, così aspettavamo ansiosamente di scrivere questo libro. Oggi, online si trovano un’infinità di ricette e ricettari vegani; il problema è che non sono tutte preparazioni sicure per i cardiopatici.

Moltissime ricette usano olio, semi oleosi (perfino 100 g di anacardi!), avocado, cocco, sale o un sacco di zuccheri aggiunti. Il nostro ricettario è pieno di ricette scientificamente testate per la cura delle malattie cardiache. Se togliete dalla dieta olio, carne e latticini, il vostro corpo non può porre le basi della patologia vascolare danneggiando il rivestimento interno delle vostre arterie.

Sia io sia Jane siamo madri che lavorano, con famiglie da nutrire, perciò sappiamo che spesso si cucina in fretta nel ritaglio di tempo prima della cena. In questo ricettario abbiamo inserito ricette semplici come il nutriente piatto unico Riso, fagioli e verdure veloci, il nostro riferimento per le cene. Per altri pasti soddisfacenti in settimana ci sono la Pasta sprint al verde o il Riso e fagioli 5 stelle. Ma troverete anche fantasiose sorprese come gli Involtini di nori al riso nero, gli Hot dog di carote, i Pretzel morbidi, i nostri esclusivi Tortini di polenta, e la Torta di cavolo riccio.

Il terzo paragrafo del giuramento del medico greco Ippocrate recita: «Sceglierò il regime per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio, e mi asterrò dal recar danno e offesa». Eppure, nonostante tutte le ricerche basate sull’evidenza ed eseguite su pazienti che hanno invertito il corso della malattia con dieta vegetale (non solo di mio marito, ma anche dei medici John McDougall, Neal Barnard, Dean Ornish e T. Colin Campbell), moltissimi cardiologi non propongono una dieta vegetale come misura preventiva perché dicono che i pazienti non la seguiranno.

Quello che abbiamo visto ripetutamente è proprio il contrario. Grazie al successo di Come prevenire e curare le malattie cardiache con l’alimentazione e a quello del documentario Forks over Knives (Forchette contro coltelli), che dava risalto a mio marito, a T. Colin Campbell e alle loro ricerche pionieristiche, il messaggio sta raggiungendo il pubblico. Un crescente numero di attori, politici, produttori e ospiti di programmi televisivi sta cambiando la propria dieta.

A volte le persone ci chiedono come possiamo sopportare il nostro modo di mangiare. La nostra risposta si articola in quattro motivazioni: è semplice; è buono; ci sentiamo meravigliosamente; sappiamo di essere protetti al massimo dalle malattie croniche. Questo libro non è semplicemente una raccolta di ricette: è una collana di perle di saggezza su uno stile di vita fondato su cucina, famiglia e salute.

Il più grande dono che io e mio marito abbiamo offerto ai nostri figli e nipoti è davvero la gioia del cibo integrale e vegetale. Speriamo che questo ricettario la trasmetta anche a voi e ai vostri cari e che scopriate, come un nostro paziente, che «Questo programma è un’ancora in mezzo a un mare tempestoso di idee che davvero non funzionano. Quando seguo la mia dieta mi sento su di giri». Spero che anche voi vi sentiate ancorati alla gioia del cibo integrale e vegetale.

Cibo per il Cuore

L'alimentazione che cura - Menu completi per prevenire e guarire le malattie cardiache

Jane Esselstyn, Ann Crile Esselstyn

Un ricettario che ha il potere di cambiare la vita Basato sullo studio nutrizionale ventennale, del dott. Caldwell B. Esselstyn jr, Cibo per il Cuore propone ricette per prevenire e guarire le malattie cardiache. Oltre 125...

€ 18,60 € 15,81 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Non ci sono ancora commenti su Il dono più importante: la salute - Estratto da "Cibo per il Cuore"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste