800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Il corpo parla se sappiamo ascoltarlo

di Margherita Gradassi 10 mesi fa


Il corpo parla se sappiamo ascoltarlo

4 segni per autodiagnosticarci

La salute psicofisica è sempre un must della vita di molti di noi, e sempre più spesso la consapevolezza del nostro corpo ci porta ad ascoltarci ed a identificare autonomamente da dove insorge lo squilibrio o disturbo che sia.

Per gli operatori del settore alcuni segnali sono più chiari che per altri, quindi vi offro una piccola guida identificativa di semplici sintomi che il corpo manda per comunicarci qualcosa.

Indice dei contenuti:

1) Come dormite?

Il sonno è uno dei principali segnali del vostro stato di salute.

Se vi addormentate bene e vi svegliate solo al mattino riposati tutto è ok, ma se fate fatica a prendere sonno, o vi svegliate sempre alla stessa ora durante la notte, probabilmente il vostro corpo vi sta dicendo che qualcosa non va.

Difficoltà nell'addormentarsi

In questo caso la prima domanda che dovete porvi è: cosa faccio prima di dormire? Se siete frenetici, pieni di impegni ed attività, molto probabilmente l'approccio al sonno non sarà dei migliori, quindi fate un bagno caldo, leggete un libro, praticate un po' di training autogeno.

Se i pensieri vi tengono svegli, potete inserire qualche fiore di Bach come White Chestnut ed Impatiens ad esempio.

Risvegli notturni

Il nostro corpo è comandato da ritmi circadiani. Questo orologio interno è abbinato a tanti livelli del nostro organismo (ormonali, sanguigni ecc..) ma in particolare alla massima e minima attività di ogni singolo organo.

Quindi se vi svegliate sempre alle 3 di notte probabilmente il vostro corpo vi sta dicendo che l'organo in maggiore difficoltà è il fegato, sia a livello fisico che emozionale, quindi una bella tisana depurativa prima di coricarvi e l'elaborazione di eventuale rabbia repressa non possono che farvi bene.

Sudore notturno

Durante la notte il nostro organismo si purifica dagli acidi che sono cristallizzati nella matrice extracellulare attraverso un lavoro congiunto di spazzini e ormoni. Il sudore notturno è indice di un eccesso di acidosi organica da ripulire: se questo è il vostro caso vi consiglio di adottare un'alimentazione più ricca di verdura e frutta e meno di proteine animali. Un altro ottimo rimedio all'acidosi è l'assunzione regolare di centrifughe ed estratti: in questo modo equilibrerete la vostra bilancia acido/base.

2) Come si presentano le vostre Feci?

L'argomento non è dei più simpatici ma è fondamentale controllare giornalmente le proprie feci in quanto sono un'immagine riflessa della salute del proprio intestino.

Le feci perfette dovrebbero essere compatte e di un colore classico testa di moro, non lasciare sedimenti nel water e galleggiare a metà nell'acqua.

Le feci troppo morbide o troppo dure sono segno di disbiosi intestinale: in entrambi i casi è opportuno agire riequilibrando l'intestino con fermenti lattici appropriati. In ogni caso le feci troppo morbide possono individuare un'alimentazione troppo ricca di zuccheri e quindi carboidrati raffinati, eccesso di dolci ecc…, le feci troppo dure e scure spesso indicano un eccesso di proteine animali ed un'assunzione di acqua scarsa rispetto alle esigenze del corpo.

3) Come vi svegliate?

Il risveglio è un altro indicatore importante del vostro stato di salute.

Ad esempio se al mattino avete il naso che vi cola, o muco in eccesso, probabilmente state assumendo troppi latticini e carboidrati, quindi il mio consiglio è quello di ridurne la quantità.

Se invece appena svegli sentite mal di testa e bocca impastata probabilmente il vostro fegato risulta un po' affaticato, quindi vi consiglio di fare cene più leggere ed iniziare una detossificazione e drenaggio del fegato, con piante e preparati come ad esempio inositolo, tarassaco, curcuma e tanto altro.

4) Come è la vostra pelle?

La pelle è un organo emuntore, e spesso ci indica malesseri del corpo.

Ad esempio una pelle secca, che presenta anche eritemi e prurito ci informa di un eccesso di acido urico nell'organismo, e quindi un iper-lavoro del rene. Occorre aumentare la quantità di acqua, frutta e verdura, e al contempo diminuire il consumo di proteine animali.

Una pelle seborroica, invece, indica un eccesso di lavoro di fegato e intestino, quindi invece di drenare la pelle (che comporterebbe un aggravamento del suo stato di salute) è meglio concentrarsi sull'alimentazione e in particolare sull'alleggerire il lavoro del fegato attraverso detossificazioni e drenaggi.

Questi sono solo alcuni dei metodi per comprendere il nostro stato di salute. Consiglio di fermarsi ad osservare come stiamo, a sentire respirando cosa il nostro corpo ci vuole comunicare: negli organi molto spesso ristagnano emozioni che possono andare a compromettere la salute dell'organo stesso. Comprendendo il messaggio la risposta molto spesso arriverà da sola, in caso contrario vi consiglio una visita da un Naturopata che, in accordo con il vostro medico curante, vi aiuterà a ritrovare l'equilibrio psicofisico.

Ti consigliamo...


Margherita Gradassi si laurea in ISF università di Farmacia, Diploma in Naturopatia presso Istituto Rudy Lanza con specializzazione in Iridologia Naturopatica e psicosomatica, Floriterapia di Bach e Australiana e Tecniche di massaggio Orientali. Formazione in bio-feedback “Life-System” col...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Il corpo parla se sappiamo ascoltarlo

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste