Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Igiene personale naturale: deodorante e dentifricio

di Lucia Cuffaro 2 anni fa


Igiene personale naturale: deodorante e dentifricio

Come realizzarli in casa con pochi e semplicissimi ingredienti

L’autoproduzione ci permette di essere dei consumatori consapevoli e informati, capaci di fare in casa anche prodotti che abitualmente usiamo per detergere il corpo e che spesso risultano aggressivi e nocivi.

Il primo e sempre fondamentale consiglio è di leggere attentamente l’INCI, ovvero l’etichetta in cui sono riportati tutti gli elementi che compongono il prodotto.

Ad esempio, sull’etichetta di un deodorante commerciale leggiamo una lunga lista di ingredienti tra cui antitraspiranti, profumi di sintesi, conservanti: si tratta di un prodotto che non solo copre i cattivi odori, ma che crea una barriera che impedisce al sudore di fuoriuscire, invece di permettergli di svolgere un ruolo fondamentale per il nostro corpo, ovvero quello di rinfrescare l’organismo.

Uno di questi composti aggressivi è il cloridrato di alluminio, per il quale, secondo molti ricercatori, si pensa a un alto grado di irritazione e tossicità.

Come possiamo, allora, deodorarci senza rischi? È possibile autoprodurre in casa una validissima alternativa naturale, delicata ma allo stesso tempo molto efficacie, con pochi reperibilissimi ingredienti.

Deodorante in polvere

Ingredienti e materiali:

Misceliamo in barattolino di vetro con chiusura ermetica 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, rinfrescante e antibatterico, 1 cucchiaio di amido di mais, per assorbire gli odori, 15 gocce di olio essenziale di tea tree oil, battericida e astringente, infine 5 gocce di un olio essenziale a scelta per dare una gradevole profumazione: possiamo donargli un’aria vintage scegliendo la lavanda per una donna, oppure il brioso arancio per un adolescente, o uno speziato patchouli per un uomo.

Si utilizza versandone un mezzo cucchiaino sulle dita e poi tamponando la polvere sotto le ascelle, fino a completo assorbimento. Lascia la pelle fresca e profumata per tutto il giorno.

Non macchia gli abiti. Potrebbe esser necessario aver bisogno di alcuni giorni per adattarsi e per eliminare le tossine dei deodoranti commerciali. Per le prime volte basta avere l’attenzione di fare due applicazioni al dì.

Volendo possiamo usarlo anche per assorbire gli odori dei piedi, semplicemente tamponandoli con un cucchiaino del nostro deodorante fatto in casa o applicandolo direttamente nelle scarpe per una notte.

C’è un ultimo e importantissimo vantaggio: quello economico. Invece di spendere circa 5 euro a confezione avremo preparato in casa un ottimo deodorante con soli 15 centesimi. Facendo un rapido calcolo, ogni anno a persona risparmieremo 58,20 euro. Nel caso di una famiglia di 4 persone il conto è davvero rilevante: 232,80 euro non spesi e magari utilizzati per cose ben più importanti e più salutari!

Il dentifricio

Parlando di igiene personale, ci possiamo divertire anche con l’autoproduzione di un altro classico prodotto che tutti abbiamo in casa: il dentifricio. Ne facciamo una versione naturale, senza sostanze sintetiche o potenti abrasivi che caratterizzano molti prodotti commerciali.

Dentifricio alle erbe

Ingredienti e materiali:

Mettiamo 1 cucchiaino di foglie secche di salvia e timo in un mortaio per combattere il tartaro e ridurre il sanguinamento, aggiungiamo quindi 5 chiodi di garofano, che sono un toccasana per le gengive, e pestiamo il tutto fino a ottenere una grana finissima.

Per fare prima possiamo utilizzare anche un tritatutto elettrico. In un barattolino di vetro con chiusura ermetica misceliamo 4 cucchiai di argilla verde ventilata per uso interno (economica e facile da trovare in erboristeria o nei negozi bio), 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio per compensare il pH, 15 gocce di olio essenziale alla menta per donare una nota fresca e alleviare le infiammazioni della bocca, e infine le erbe e i chiodi di garofano precedentemente sminuzzati. Voilà, il dentifricio è pronto in pochissimo tempo e possiamo subito adoperarlo.

Basta far cadere una piccola quantità di prodotto sulle setole inumidite, volendo aiutandoci con una spatolina di legno (no di acciaio). È importante evitare di intingere lo spazzolino bagnato nel barattolo per non far proliferare i batteri.

Si conserva per più di 6 mesi e anche in questo caso avremo risparmiato un po’ di soldini. Il costo del nostro prodotto si aggira infatti sui 30 centesimi.

Dentifricio in gel

Ingredienti e materiali:

  • dentifricio in polvere alle erbe autoprodotto
  • 4 cucchiai gel di aloe vera
  • siringa per dolci o medica senza ago
  • tubetto pulito da dentifricio

Ma non ci facciamo mancare nulla! Se siamo abituati a un prodotto in gel e in tubetto, basta aggiungere alla polvere dentifricia precedentemente autoprodotta 4 cucchiai di gel di aloe vera, che è adatto ai denti sensibili e utile per alleviare le piccole infiammazioni del cavo orale.

Dopo di che, preleviamo il composto e lo inseriamo all’interno di una siringa medica senza ago o in una per dolci, per poi spingerlo all’interno di un tubetto di plastica svuotato e così anche riciclato.

Vai ai RICETTARI > Vai alle MATERIE PRIME >

Articolo tratto da Vivi Consapevole 40

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Igiene personale naturale: deodorante e dentifricio

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste