800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

I Disturbi della Menopausa: Risolverli Positivamente

di Simona Oberhammer 5 anni fa


I Disturbi della Menopausa: Risolverli Positivamente

Scritto da Simona Oberhammer

«Ho paura di andare in menopausa: leggo, e sento, che mi riempirò di disturbi».

«Che fatica vivere con queste vampate, mi sfiniscono».

«Da quando sono in menopausa mi sembra di avere perso qualcosa: non mi sento una donna completa».

Quando le donne entrano in menopausa – anzi parecchio tempo prima – sono angosciate. Timorose si chiedono: «Cosa mi succederà?» come se un cataclisma si dovesse avventare sul loro corpo. Si domandano: «Mi ammalerò?», «La mia salute peggiorerà?», «Cosa dovrò fare?» come se fosse necessario contrastare qualcosa di pericoloso.

La menopausa è un aspetto della vita femminile molto controverso. Poche sono le donne che vivono serenamente questo evento. Tante sono invece quelle che vanno incontro a disturbi e disagi. Oggi le proposte curative sono numerose: farmacologiche e naturali.

Io sono naturopata e consiglio il secondo tipo di intervento, quello naturale. Però mi sono accorta di un aspetto importante: la donna prima di tutto deve cambiare il suo approccio alla menopausa. Se non succede i risultati sono limitati: perché è difficile vivere serenamente qualcosa che si rifiuta, o si teme.

 

Donne con la data di scadenza

In menopausa non sono più donna?

«Da quando sono andata in menopausa ho smesso di guardarmi allo specchio. Perché non mi sento più quella che ero. Non mi sento più come donna».

Menopausa = data di scadenza.

Il pensiero femminile formula questa equazione. Con rigore matematico. Scadenza di cosa? Non solo della propria fertilità. C'è in gioco molto di più: la femminilità, il potere seduttivo, la sessualità, l'avvenenza, la giovinezza. In menopausa non sono più donna. È il lapidario comunicato che il mondo femminile legge in questa parola.

 

È solo una perdita

L'inizio della fine?

Insorgono allora una infinità di paure e disagi. La menopausa è solo una "perdita". Non si acquista niente.
Le donne camminano a passi incerti verso questa fase della vita. Si sentono sfiorire, come una rosa che fa cadere i suoi petali su un terreno inaridito.
La menopausa è "l'inizio della fine". La donna si sente "a metà", come se la scomparsa delle mestruazioni segnalasse la mancanza di una femminilità completa, un declino della salute, della sessualità, della vitalità.

 

Manca davvero qualcosa?

Non è detto

Ma in realtà manca qualcosa? La risposta potrebbe essere sì. Ma anche no.
Ricordo un fatto che mi fece riflettere. Stavo studiando naturopatia negli Stati Uniti. Ero all'università. Avevo una cara amica con cui condividevo la camera. Era di Delhi. Quando ci trovammo a studiare la menopausa lei mi disse: «Simona, da noi la menopausa non è una malattia come qui in occidente. Le donne entrano in questa fase senza particolari sintomi. Semplicemente smettono di avere le mestruazioni».

Mentre parlava lei mi guardava come se fosse la più normale – e la più semplice – delle cose. Effettivamente in molte culture le donne non riportano i disagi della menopausa quali secchezza vaginale, disidratazione della pelle, insonnia, osteoporosi, problemi cardiaci. Certamente lo stile di vita è diverso. Ma anche l'approccio mentale è diverso.

 

La menopausa in testa

Le influenze della psiche

La psiche ha un'influenza enorme sul nostro corpo e sul nostro benessere. Come naturopata constato continuamente quanto le terapie naturali siano efficaci. Ma constato anche quanto la nostra mente sia potente sul nostro corpo.

  • Se la mente è positiva tutto è facile.
  • Se la mente è negativa tutto è difficile.
  • Se la menopausa viene affrontata come un dramma, se gli assestamenti del corpo si cristallizzano nel rifiuto, tutto si acuisce.

Non c'è il flusso verso un nuovo passaggio, non c'è la possibilità di riequilibrarsi, rinnovarsi, trasformarsi. E ci si ammala.

 

L'effetto nocebo

Donne preoccupate

Si parla di effetto placebo. Si assume una pastiglia a base di "niente" e si guarisce. Ci sono tante ricerche che lo dimostrano: a un gruppo di persone viene fatto assumere il farmaco, a un altro gruppo solo pastiglie "vuote", prive di principi attivi.

Molto spesso la guarigione accade nei due casi. Perché? È la mente. Lei è potente. Se "pensa" che quella pastiglia funzioni, il corpo guarisce.

Bene, con il verdetto della menopausa, le donne creano l'opposto.
L' "effetto nocebo".

La mente è stata informata riguardo a un elenco interminabile di disturbi correlati alla menopausa. "Pensa" che il corpo si ammalerà. E così succede.
Ma la menopausa è davvero tutto questo? Sì, se la donna la concepisce in questo modo. No, se l'approccio è diverso.
Il nostro modo di affrontare le cose conta molto. Moltissimo.

«Ho le vampate». Quando le donne me lo dicono sono nervosissime. Spesso mi raccontano che le odiano. Le vedo sventolare nervosamente la mano, con le spalle tese e il viso contratto.
Cosa può fare il nostro corpo in queste condizioni? Quali messaggi può ricevere? Di rifiuto.
Ma quando c'è il rifiuto un'alterazione momentanea si cronicizza. E si acuisce.
Come naturopata consiglio diverse terapie naturali per la menopausa, ma ho notato che ce n'è una particolarmente efficace. Spesso rende le altre marginali.


Si chiama accoglienza. Quando accogliamo il nostro corpo e le sue reazioni tutto si normalizza. Il nostro corpo sa cosa fare. Sa dove portarci.

Sa come trovare il suo nuovo equilibrio. Se lo accogliamo, se ci rilassiamo, se ci ammorbidiamo il benessere ritorna.

L'ho potuto constatare più e più volte. Sono arrivate da me donne piene di disturbi e dopo aver acquisito concetti positivi sulla menopausa – ce ne sono diversi – e aver fatto alcuni interventi di stile di vita, tutto si è normalizzato.

Questo testo è stato ispirato dal sito di Simona Oberhammer, naturopata e ideatrice della Via Femminile. Se vuoi saperne di più visita il sito http://www.simonaoberhammer.com/..

 

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita da Macrolibrarsi con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Ti consigliamo...


Ultimo commento su I Disturbi della Menopausa: Risolverli Positivamente

icona

francescsa

questo articolo ribalta la concezione che...

questo articolo ribalta la concezione che la medicina purtroppo applica a tante patologie. Bellissimo il concetto di accoglienza come soluzione di tutto, come è vero che è il rifiuto a generare ogni malessere ! Spero sia il primo di una lunga serie... Francesca G.

(0 )

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste