800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Gli Imprenditori Sovversivi

di Fabrizio Cotza 4 mesi fa


Gli Imprenditori Sovversivi

Come trasformare il lavoro in una palestra di crescita personale.

È stato il primo a denunciare i pericoli delle tecniche motivazionali o persuasive, a suo dire utili solo per trasformare le persone in “robot produttivi”. Sostiene che gli obiettivi senza uno scopo siano solo un trucco per posticipare la felicità e che sia sbagliato uscire dalla “zona di comfort”, ma che andrebbe invece protetta ed espansa.

Inutile dire che Fabrizio Cotza sia considerato, nel variegato mondo della formazione, un vero e proprio “Sovversivo”.

Ma la vera novità è stata quella di aver trovato il modo di abbinare la crescita personale a quella aziendale, al fine di abbandonare il vecchio modello di imprenditore costretto a sacrificare il proprio benessere (e quello dei collaboratori) pur di avere successo.

Di recente è uscito il suo nuovo libro, “Imprenditori Sovversivi”, e lo abbiamo voluto incontrare per comprendere meglio in cosa consiste questo approccio, chiamato “Circolo Virtuoso Sovversivo”, già adottato da numerose aziende.

Imprenditori Sovversivi

Come rendere l'azienda uno strumento di realizzazione personale

Fabrizio Cotza

(16)

Perché acquistare questo libro? Per coloro che non cercano solo il successo, ma anche il ben-essere Per smettere di correre come un criceto tra un'attività e l'altra, e iniziare a godersi la vita per conoscere il Circolo...

€ 16,00 € 13,60 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Ecco cosa ci ha detto:

“Per anni gli imprenditori sono stati succubi di un modello totalmente folle, basato unicamente sul duro lavoro e sui sacrifici. In poche parole più lavoravi e più venivi considerato meritevole di stima”. Oggi questo modello non soltanto è inutile, ma è anche controproducente, perché annienta la creatività e la consapevolezza di chi fa impresa, ovvero gli unici due fattori che oggi permettono di avere aziende sane ed eccellenti”.

Ma lavorando meno, chiediamo, non si rischia di avere un’azienda meno produttiva e quindi più esposta alla crisi?

“È esattamente il contrario. Io da circa 8 anni ho ridotto drasticamente il tempo che dedico al lavoro, arrivando ad un equilibrio che ho riassunto in un numero di tre cifre: 4-3-7. Ovvero lavoro solo 4 giorni a settimana, 3 settimane al mese e 7 mesi all’anno. E non solo ne ho beneficiato personalmente, ma le mie due società sono cresciute in termini sia di fatturato che di utili. Perché ho dedicato più tempo a migliorarmi come professionista e come persona, diventato così più efficiente sul lavoro e lucido nelle mie decisioni strategiche”.

Detto così, sembrerebbe tutto perfetto. Ma allora perché non lo fanno tutte le aziende?

“Il motivo è semplice: veniamo da un modello culturale che ha sempre premiato la quantità: chi lavorava di più, chi aveva più soldi, chi costruiva l’azienda più grande. Una sorta di bulimia legata al lavoro e ben sintetizzata dal mantra di Steve Jobs “Siate affamati, siate folli!”. Perché in effetti questo essere continuamente affamati senza saziarsi mai di nulla è un atteggiamento folle.

Mentre l’approccio Sovversivo punta tutto sulla qualità. Intesa come eccellenza aziendale (organizzativa e produttiva), ma soprattutto umana. Per questo è indispensabile trasformare le nostre aziende in luoghi in cui l’imprenditore ed i suoi collaboratori possano evolversi, sia professionalmente che personalmente. Come se si trattasse di una grande palestra in cui poter allenare la nostra resistenza allo stress, la nostra capacità di assumerci responsabilità o di comprendere le emozioni, sia nostre che altrui”.

E questo è sufficiente per rendere l’azienda “Sovversiva”.

“No, questa è solo la base di partenza. Necessaria per poter poi gestire al meglio tutte le attività aziendali: il marketing, il controllo di gestione, la strategia commerciale, la lotta agli sprechi e l’organizzazione efficiente. Tutti aspetti fondamentali che, purtroppo, vengono spesso trascurati dall’imprenditore oberato dal lavoro operativo, stressato dal caos interno e frustrato dalla lotta solo sui prezzi”.

Quindi tutte le aziende possono intraprendere un simile percorso?

“Teoricamente tutte, ma a patto che l’imprenditore condivida spontaneamente i nostri valori di base, che sono legati alla necessità di tornare a vedere le aziende come strumenti per il benessere delle persone e non luoghi in cui ci si annienta emotivamente e fisicamente. Le PMI hanno una responsabilità enorme, perché sono le uniche in grado di contrastare l’avanzata monopolistica delle grosse multinazionali, che hanno come unico fine il profitto ad ogni costo. Ma per farlo devono adottare dei modelli totalmente opposti, che rimettano al centro la salvaguardia dell’uomo e dell’ambiente, dimostrando che questo si può abbinare ad una crescita sostenibile e consapevole.

Chi condivide già questi valori cosa può fare per diventare un “Imprenditore Sovversivo”?

“Leggere il libro può essere un buon inizio, perché aiuta a comprendere quanti falsi miti ci hanno messo in testa, spacciandoli come l’unica strada per il successo e la felicità. Sebbene gli effetti che osserviamo tutti i i giorni attorno a noi siano ben distanti da quella promessa”.

Quindi un libro che rischia anche di far andare in crisi alcune nostre certezze?

“Più che altro un libro che aiuta tutti coloro che non si sono mai trovati bene in quest’unico modello culturale che ci è stato propinato e che vuole l’imprenditore come sempre vincente, aggressivo, orientato ai soldi e al successo esteriore. Il nostro modello è per chi ha un’indole diversa e cerca altro, ma pensava di doversi snaturare per poter fare l’imprenditore in questo mondo di sciacalli e di squali.

Ebbene, la buona notizia è che esiste un modo diverso di fare impresa, salvaguardando i propri valori e la propria identità più vera: quello che potrete leggere nel libro Imprenditori Sovversivi.”.

Imprenditori Sovversivi

Come rendere l'azienda uno strumento di realizzazione personale

Fabrizio Cotza

(16)

Perché acquistare questo libro? Per coloro che non cercano solo il successo, ma anche il ben-essere Per smettere di correre come un criceto tra un'attività e l'altra, e iniziare a godersi la vita per conoscere il Circolo...

€ 16,00 € 13,60 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Fabrizio Cotza

Fabrizio Cotza da oltre vent'anni aiuta gli imprenditori a gestire in maniera "sovversiva" le aziende, anteponendo la realizzazione personale al semplice raggiungimento del successo professionale. È Amministratore Delegato della società di consulenza direzionale "All Winners" e...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Gli Imprenditori Sovversivi

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.