800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Farina 0, 1 e 2: quella giusta per ogni occasione

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 16 giorni fa


Farina 0, 1 e 2: quella giusta per ogni occasione

Sperimenta diversi tipi di farine!

Ti piace cucinare? Sperimentare nuove ricette? Prova anche a variare gli ingredienti che usi e scopri come le ricette più classiche possono essere trasformate. Da dove partire? Dall’ingrediente principale, la farina. Prova il tipo 0, 1 e 2.

Indice dei contenuti:

Farine, perché cambiare?

La farina è un ingrediente primario nella cucina ed è alla base di moltissime ricette e preparazioni. Con la farina possiamo preparare pane, pasta, torte, focacce e tutti i prodotti da forno. La fantasia non si risparmia in cucina e la farina aiuta a creare piatti gustosi e tipicamente italiani.

Qual è l’avvertenza da seguire quando si usa farina? Usarla di qualità. È doveroso spendere due parole sulla farina “00”, comunemente usata per la preparazione della maggior parte dei cibi industriali presenti sul mercato.

Perché diciamo che la farina bianca è dannosa? Perché non contiene più i principi nutritivi del cereale originario, ovvero del grano (nella maggior parte dei casi).

Importante è la provenienza del cereale (si tratta di grani antichi?) e il processo di lavorazione per poterlo utilizzare. Più raffinato è il processo di lavorazione, maggiore è il danno che quella farina procura all'organismo.

Cosa accade all'interno del nostro corpo? Che l’organismo non riconosce come sostanza biologica quell'alimento e si crea un’infiammazione a carico dell’intero apparato digerente.

Esistono farine poco o per nulla raffinate, proveniente da grani genuini che possono migliorare la qualità della nostra alimentazione? Conosci le farine tipo 0, 1 e 2?

Alla scoperta di nuove farine

Siamo abituati ad alimenti soffici e gustosi, preparati con la classica farina “00”. Certamente si presta bene nella preparazione di prodotti dolci e salati, gradevoli alla vista e al palato ma sono davvero altrettanto gradevoli per la salute? Purtroppo no, come abbiamo spiegato e possiamo puntare su scelte migliori.

  • Farina 0: è una tipologia meno raffinata rispetto alla classica, che perde nel processo di raffinatura gran parte dei principi nutritivi tipici del cereale ma mantiene una percentuale seppur piccola di crusca.
  • Farina 1: tipologia ancora meno raffinata rispetto alla “00” e possiede una percentuale di crusca maggiore, migliore digeribilità e con effetti più benefici sul sistema intestinale.
  • Farina 2: ci avviciniamo ad una tipologia di farina che potremmo definire semi-integrale e quindi poco raffinata. Mantiene buone qualità nutrizionali e principi attivi e si lavora meglio rispetto alla farina totalmente integrale. È un buon compromesso per chi desidera utilizzare un prodotto genuino e non totalmente integrale, soprattutto nella preparazione di dolci da forno.

Farina e raffinatura

Perché diciamo che una farina integrale è più salutare per l’organismo? La parola stessa lo definisce. Si tratta di un alimento che in natura esiste così come noi lo consumiamo.

In versione integrale appunto, non modificato. La raffinatura delle farine utilizza prodotti spesso artificiali che rilasciano tracce all'interno del prodotto e lo privano di principi attivi utili e benefici per l’organismo.

Conoscere e provare nuove tipologie di farine, a seconda della necessità e del tipo di ricetta che vogliamo realizzare, è molto importante: ci apre nuove strade e ci permette di diversificare.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Farina 0, 1 e 2: quella giusta per ogni occasione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste