800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Conosci la centella asiatica?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 2 mesi fa


Conosci la centella asiatica?

Dall'erboristeria arriva la centella asiatica: ecco a cosa serve, e quali sono le controindicazioni

La centella è una pianta conosciuta, che cresce tutto l’anno: potremmo definirla lo spartiacque dell’organismo perché favorisce il drenaggio delle sostanze tossiche e contribuisce a sfiammare i tessuti.

Indice dei contenuti:

La pianta della centella

Esistono molti rimedi naturali che ci permettono di avere un’alternativa per la cura della nostra salute che in moltissimi casi prevengono e in altri diventano veri e propri metodi curativi. La centella è una delle piante che più si addice in questa stagione, mentre ci prepariamo al passaggio dai grandi caldi (che ancora persistono) ai climi più miti autunnali.

Si tratta di una pianta presente durante tutto l’arco dell’anno, che appartiene alla famiglia delle Apiacee e cresce in regioni in cui il clima è più umido e caldo. Per creare i rimedi naturali a base di centella, si utilizzano le foglie, i piccioli e gli stoloni, recisi nel momento della fioritura.

È una pianta che rientra tra le più usate nella fitoterapia italiana ma anche nella medicina tradizionale cinese e in quella ayurvedica. Utilizzata da sola o in sinergia con altri principi attivi di piante, svolge un’azione diretta o modulante, a seconda dell’utilizzo.

Le proprietà della centella

Nei cambi di stagione, il nostro organismo si rigenera ed effettua un cambio (come noi facciamo il cambio degli armadi) ed elimina le tossine accumulate. Riconosciamo meglio questo meccanismo con i capelli, che perdiamo maggiormente nei cambi di stagione. L’organismo fa la stessa cosa, eliminando attraverso urine, feci e sudore. La centella stimola questo processo di eliminazione grazie alle sue proprietà drenanti.

Associata all’azione vaso protettrice, si utilizza per contrastare l’insufficienza venosa, soprattutto degli arti inferiori. Gonfiore, cellulite, ritenzione idrica, senso di pesantezza sono alcuni dei sintomi che richiedono l’intervento di questa pianta. La formulazione migliore in questi casi è la tintura madre di centella, in gocce. La disponibilità elevata di lisina e prolina, aumenta la produzione di collagene e lipidi, migliorando il tono e la resistenza del tessuto di vene e arterie.

Preziosa è la stimolazione della formazione di collagene che contribuisce a rendere più elastici i tessuti interni, favorendo la resistenza e la cicatrizzazione. In forma minore, può essere utilizzata anche in caso di ulcere o forme di gastriche, perché svolge un’azione sedativa.

Quando usare e quando non usare la centella

È una pianta che trova la sua maggiore applicazione laddove si formano ristagni di liquidi e scarsa circolazione.

Da scegliere in caso di:

  • edemi degli arti inferiori
  • flebiti
  • epistassi
  • capillari rotti
  • ulcere o gastriti

La centella rimane una delle piante più sicure e tollerate. Si consiglia di evitarla in caso di assunzione di antidepressivi o di terapie farmacologiche a base di benzodiazepine, perché può inibire la funzione del farmaco.

È consigliato chiedere il parere medico in presenza di diabete e per chi fa uso di farmaci per l’epilessia.

Ti consigliamo...


Lo Staff di Macrolibrarsi.it

Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Conosci la centella asiatica?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste