+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Christian

di Thorsten Havener 20 giorni fa


Christian

Leggi un estratto dal libro "La Felicità del Segreto" di Thorsten Havener

Mio fratello sorride sornione. Con fare lento crea una pila di monete sul tavolo. La copre con un piccolo tubo in ottone dello stessa misura. Il suo sorriso si fa sempre più enigmatico. Mi dà un altro tubo in ottone, mi esorta a esaminarlo a mio piacimento e poi ad appoggiarlo sul tavolo.

Dopodiché compie un gesto carico di mistero, alza il primo tubo... e la pila di monete non c’è più. M’invita quindi a controllare il mio tubo e... le monete sono lì!

Stai leggendo un estratto da questo libro:

La Felicità del Segreto

Perché abbiamo bisogno dei segreti e come possiamo scoprirli

Thorsten Havener

Il libro che insegna come scoprire i segreti degli altri! Facciamo un patto: non dovete dire a nessuno, per nulla al mondo, cosa c’è scritto in questo libro. Vi siete incuriositi, vero? Ovvio, non c’è nulla di più intrigante dell’essere...

€ 16,80 € 15,96 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

Un segreto rende tutto più intenso

Ho sette anni, e questo è il mio primo incontro diretto con la magia. E in quel preciso momento che in me sbocciano l’amore e la passione per questa forma d’arte che mi avrebbero accompagnato per sempre. Mio fratello mi ha mostrato quanto può essere emozionante e meraviglioso assistere a un mistero, vivere un momento di magia. Come hanno fatto le monete a spostarsi? Un enigma e al tempo stesso una meraviglia. Che goduria.

Ci sono voluti anni per capire la fonte di questa mia sensazione. Cosa ha trasformato quel momento in uno dei ricordi d’infanzia più intensi? Cosa c’era al cuore di questa sensazione... da cosa si originava, in cosa consisteva la sua forza?

Il segreto!

Non sapere come avesse fatto mio fratello a compiere quella prodezza, è stato ciò che ha reso più intenso il momento. Se me lo avesse rivelato - e l’ho implorato come soltanto un bambino di sette anni può fare - la magia sarebbe sparita per sempre. Se avesse sbandierato il mistero, la profonda emozione provata si sarebbe ridotta a un enigma svelato. La magia che avvolge il mistero è molto fragile. Si rafforza soltanto mantenendo il segreto.

Lo capii solo sette anni dopo - quando scoprii il segreto delle monete raminghe. Accadde dopo la morte di mio fratello.

A volte un buon consiglio non sbaglia

Quando Christian iniziò a praticare la magia, era gravemente malato. Aveva la leucemia. Imparò i trucchi come passatempo nelle interminabili giornate in ospedale. Vomito e magia; la sintesi perfetta della sua quotidianità.

All’epoca mi era concesso di andare a trovarlo di rado: il rischio di esporlo a qualche batterio era troppo alto. Quando andavo, il massimo che potevo fare era parlargli dal balcone, attraverso il finestrone chiuso della sua stanza. Ecco un altro ricordo che si è impresso dentro di me in maniera indelebile: lui calvo, segnato dalla chemioterapia e dal cortisone, oltre un vetro. Dall’altra parte c’ero io, un ragazzino di sette anni che non riconosceva più suo fratello. Anche adesso, mentre scrivo queste frasi, sono assalito dal ricordo: sebbene siano passati anni, mi viene ancora la pelle d’oca e comincio a tremare. Quei momenti non avevano nulla di misterioso, erano reali, crudeli e duri.

Christian usava i trucchi di magia per sfuggire con la mente alla realtà dell’ospedale e per sognare di vivere in un mondo parallelo, dove l’impossibile sembrava diventare possibile. Si dedicò con talmente tanto impegno all’arte della magia che quando poté lasciare l’ospedale aveva ormai collezionato un gigantesco arsenale di trucchi con cui sbalordire tutti nel nostro soggiorno e alle feste di famiglia. Le monete misteriose erano soltanto uno dei tanti. Inghiottiva delle lamette da barba e un filo... e poi tirava fuori dalla bocca una catenella di lamette. Pescava da un sacchetto vuoto bicchieri pieni d’acqua, tagliava a pezzetti una corda... e poi la ricomponeva.

Non mi ha svelato nemmeno un trucco!

La carriera da mago di mio fratello è stata intensa, ma breve. Lo ha aiutato a combattere e a sconfiggere il tumore. Dopo essere stato dimesso, Christian ha continuato a praticare la magia per qualche altro mese, poi però è passato ad altri hobby. In ospedale aveva dovuto fare tante rinunce e quando ne uscì era un’altra persona, perciò voleva recuperare il gusto perduto per la vita. Scorrazzava in motorino e poi passò alla motocicletta. Iniziò a fare immersioni. Cominciò a praticare il paracadutismo. Provava tutto... e intensamente.

Andò avanti così qualche anno, fino a che un giorno d’aprile del 1986, durante un lancio con il paracadute, non commise un errore fatale. La vita è ingiusta. Non saprò mai spiegarmi perché pretenda così tanto da un ragazzo, gli lascia sconfiggere un cancro salvo poi portarselo via quattro anni dopo durante un lancio con il paracadute.

Un testimone da raccogliere

Con la morte di mio fratello persi un punto di riferimento. Avevo sempre voluto essere come lui. Che fai quando sei un ragazzino e di colpo perdi il tuo modello?

Decisi di ripartire da dove lui era stato costretto a fermarsi. Senza motorini, bombole di ossigeno o paracadute, però. Ne avevo abbastanza.

Qualche giorno dopo la morte mi infilai nella sua stanza per cercare la sua vecchia valigia in cuoio con gli accessori per la magia. Era sull’ultimo ripiano dello scaffale, ben nascosta dalla scatola del suo gioco da tavolo preferito. Barricata, da una reflex, un album fotografico e una chitarra. Il vecchio cuoio profumava di storie. Quanti segreti custodiva quella valigia. Bastava aprirla per scoprirli.

I primi tempi non osavo farlo.

La valigia restò per giorni nella mia stanza come una sfida. Sapevo di avere davanti a me la spiegazione delle monete, così come sapevo che al suo interno avrei trovato molti altri misteri. Ma cosa sarebbe successo se l’avessi aperta? Non sarei forse rimasto deluso? Quei segreti non appartenevano a me, ma a mio fratello. Ormai però non potevo più fargli domande. Alla fine la aprii... e se la perdita di mio fratello aveva calato un velo grigio sul mondo, l’apertura della valigia mi fece coglierne di nuovo tutte le sfumature di colore. Toccare quegli oggetti fu come chiacchierare un po’ con lui.

Non soltanto scoprii come anni addietro le monete si erano spostate sotto il mio tubo, ma anche il nome del trucco. Era semplice e conciso: «Il super trucco, il miglior trucco con le monete del mondo ». Sì, all’epoca per me lo era stato... e anche adesso, a distanza di oltre trent’anni, continua a esserlo.

In valigia però c’erano anche molti altri segreti da approfondire. Studiai a lungo ciascun trucco. Mi dedicai a ogni descrizione, la imparai a memoria. Nella maggior parte dei casi si trattava di una paginetta sbiadita, zeppa di parole battute a macchina. E in fondo a ognuna si leggeva:

Importante! Mai svelare il segreto!

Queste cinque parole - a lettere cubitali, racchiuse in una cornice, come se fossero scritte allo specchio - non mancavano mai. Concludevano ogni descrizione; avevano un tono cospiratorio: Importante! Mai svelare il segreto! Christian non faceva che ripetermele... finalmente capivo la loro origine.

Adesso quei vecchi foglietti ingialliti sono davanti a me, riportano le annotazioni di mio fratello e, in una grafia di bambino, anche le mie indicazioni su come eseguire tutto correttamente.

Mentre sfoglio le descrizioni affiorano alla memoria tutti i particolari dell’estate del 1986.

Christian aveva seguito alla lettera quel monito, lo aveva preso sul serio, consapevole che se avesse rivelato il segreto l’incanto si sarebbe spezzato. Per molto tempo dimenticai le monete, le seppellii tra i tanti ricordi d’infanzia. Trasformai anch’io la frase in un mantra. Aveva impedito a mio fratello di introdurmi alla sua arte segreta... avrei tanto voluto diventare suo allievo. Adesso stava a me percorrere le sue orme, da solo.

Senza che all’inizio ne fossi consapevole, i segreti hanno occupato un grosso spazio nella mia vita... e, con essi, la frase di cinque parole che ha pervaso la mia vita professionale, ogni mio spettacolo, ogni conferenza e intervista.

Ormai conosco il segreto della gran parte dei trucchi di Christian. Li ho sviluppati, modernizzati e portati in scena unicamente per sentirlo più vicino a me. Ma non ho potuto mai condividerli con lui.

Ormai sono diventato più grande di mio fratello maggiore. Ho una famiglia mia. Quando i miei tre figli hanno raggiunto l’età che avevo io all’epoca in cui assistevo ammirato al « miglior trucco con le monete del mondo », ho regalato loro la versione aggiornata. Non è stato difficile procurarsi il kit, mio suocero ha un negozio di accessori di magia. Ho scritto a ognuno le istruzioni del trucco e ho spiegato loro perché mi commuove tanto. Ogni descrizione terminava con le cinque parole a caratteri cubitali:

Importante! Mai svelare il segreto!

Considero i segreti, anzitutto, un arricchimento per il mondo. La maggior parte delle volte mi hanno messo le ali, mi hanno dato forza, mi hanno permesso di affrontare e superare i problemi.

Amo i segreti.

La Felicità del Segreto

Perché abbiamo bisogno dei segreti e come possiamo scoprirli

Thorsten Havener

Il libro che insegna come scoprire i segreti degli altri! Facciamo un patto: non dovete dire a nessuno, per nulla al mondo, cosa c’è scritto in questo libro. Vi siete incuriositi, vero? Ovvio, non c’è nulla di più intrigante dell’essere...

€ 16,80 € 15,96 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Thorsten Havener

Thorsten Havener

Thorsten Havener è nato nel 1972 in Germania. Dal fratello maggiore ha ereditato un libro di magia insieme ad alcuni strumenti magici. Per anni ha frequentato corsi e seminari di magia, ma poi ha scelto la professione di interprete e traduttore, iscrivendosi all'università di...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Christian

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.