+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-19, Sab 08-12

Che cos'è l'infiammazione di basso grado?

di Daniele Santagà, Stefania Cazzavillan 9 mesi fa


Che cos'è l'infiammazione di basso grado?

Leggi un'anteprima del libro "Inflammaging" e scopri il modo più semplice per gestire l’infiammazione cronica di basso grado

L'infiammazione di basso grado e l'inflammaging sono processi alla base dell'invecchiamento e dello sviluppo delle malattie croniche a esso associate.

Esistono vari aspetti che possono essere presi in considerazione per il controllo dell'inflammaging e per il rallentamento dei processi di invecchiamento che sono stati proposti in questa trattazione: l'alimentazione e l'attività fisica regolare occupano sicuramente un posto di primo piano, perché possono diventare parte integrante dello stile di vita.

I rimedi fitoterapici e ortomolecolari di cui si parlerà ampiamente nella prima parte del libro sono estremamente efficaci, non solo per prevenire, ma anche per recuperare da uno stato infiammatorio in atto.

I funghi medicinali sono rimedi estremamente interessanti ad azione molto conservativa per l'organismo. La loro azione si esplica sulla regolazione dei sistemi, ossia nel tentativo di recuperare un equilibrio piuttosto che trattare un sintomo.

Grazie all'enorme mole di informazione inadeguata che si può trovare in internet, molte persone si aspettano che l'assunzione dei funghi risolva velocemente i sintomi, senza cambiare nulla, come se fossero dei farmaci. Non è questa la loro azione. Pur essendo indubbiamente molto potenti, non lavorano sul sintomo, ma forniscono all'organismo strumenti per attivare i processi di recupero e di autoguarigione.

Per la maggior parte dei funghi, a esclusione forse del Cordyceps, che non è tollerato da tutti, l'azione è "adattogena", ossia segue le priorità dell'organismo. Normalmente, non interferiscono in senso negativo con i farmaci, tanto che il loro maggiore effetto, soprattutto in patologie gravi, si evidenzia proprio con una forma integrativa, ossia in terapia combinata con i farmaci.

L'interesse per la micoterapia sta aumentando sempre di più, come si può notare dal numero di lavori scientifici, ormai in crescita esponenziale.

Purtroppo, la maggior parte degli studi è in vitro e su modelli animali, poiché la medicina sta ricercando, tra i metaboliti secondari, molecole farmacologiche utili nel trattamento delle patologie. Tali studi, pur fornendo possibili meccanismi d'azione, non sono facilmente traslabili sull'uomo per due motivi principali:

  • innanzitutto, spesso sono usate molecole o frazioni in modelli, come quelli in vitro, che perdono il contesto regolatorio e l'interazione tra i diversi organi e sistemi;
  • inoltre, spesso, il dosaggio è talmente elevato, per ottenere risultati in tempi brevi, che non sarebbe traslabile sull'uomo.

La maggior parte dei funghi ha un effetto indirizzato a organi e sistemi specifici per la caratteristica sinergia di metaboliti secondari. Quindi, per capirne la funzione nel "sistema uomo" sarebbero necessari studi osservazionali sul loro utilizzo come nutraceutici e adattogeni, ossia sfruttando la sinergia di tutte le molecole in essi contenute.

Sarebbe auspicabile un cambiamento della modalità di utilizzo in un'ottica PNEI invece che biochimica e farmacologica, per mantenere un effetto adattogeno e preventivo piuttosto che cercare di trattare malattie già esistenti.

Perché questo cambiamento possa essere messo in atto, deve essere potenziata l'informazione sull'importanza della prevenzione.

Per quanto riguarda il Cordyceps, esso è l'unico fungo, tra quelli considerati medicinali, che probabilmente non è un vero adattogeno. Con opportune modificazioni della coltivazione, si è riusciti a ottenere elevate concentrazioni di cordicepina, il suo metabolita più studiato, che, opportunamente modificato, si sta sperimentando ora come farmaco, a indicare la sottile linea di divisione che spesso si può notare tra il rimedio naturale e la molecola farmacologicamente attiva.

I funghi sono stati usati per millenni all'interno di medicine che consideravano l'organismo come un sistema mente-corpo e che hanno trasmesso una miriade di informazioni in proposito.

L'avvento della PNEI, negli anni Settanta, che spiega scientificamente le relazioni tra la psiche e i sistemi di regolazione dell'organismo, è un'opportunità per recuperare questa visione e, con essa, studiare e utilizzare sostanze naturali che sostengano l'organismo nel suo equilibrio mente-corpo, in un'ottica di prevenzione e per ottenere un'aspettativa di vita più lunga e in salute, rallentando l'invecchiamento anche attraverso il controllo dell'inflammaging.

Per approfondire puoi leggere...

Inflammaging

Nutraceutica e micoterapia per gestire l’infiammazione cronica di basso grado

Stefania Cazzavillan, Daniele Santagà

Il testo offre un’ampia trattazione dell’inflammaging, termine con cui si definisce l’infiammazione di basso grado considerata da molti ricercatori il trigger di molte malattie croniche e cronico-degenerative della terza età. Partendo da una...

€ 54,90 € 52,16 -5%

Disponibilità: 1 giorni

Vai alla scheda


Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi novità, sconti, promozioni speciali riservate e un premio di 50 punti spendibili sul sito.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Daniele Santagà

Daniele Santagà

Daniele Santagà, è Naturopata-Heilpraktiker, diplomato in Italia, Germania e Francia. Osteopata diplomato presso il Richard’s Osteopatich Research Institute di Lione. Massaggiatore Massofisioterapista. Diplomato in Agopuntura e Massaggio Cinese presso la Scuola Italiana di Agopuntura del...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Stefania Cazzavillan

Stefania Cazzavillan

Stefania Cazzavillan è nata il 27 Gennaio 1966 a Vicenza, si è laureata in Scienze biologiche ad indirizzo citologico-biomolecolare presso l'Università degli Studi di Padova nel 1987 e specializzata in Genetica cum laude presso l'Università di Bologna nel 1998. Ha...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Che cos'è l'infiammazione di basso grado?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI NSIIURR
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.