800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Bimbi in fascia: ci sono vantaggi?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 7 mesi fa


Bimbi in fascia: ci sono vantaggi?

I benefici della fascia sono sia per il genitore che per il bambino: strumento pratico, comodo e versatile, adatto in ogni occasione che permette maggiore libertà di movimento all'adulto e contemporaneamente più sicurezza per il piccolo.

Indice dei contenuti:

Cos'è la fascia

Sempre più spesso, vediamo mamme che portano i loro bimbi appena nati o di pochi mesi, sempre con sé, grazie all'aiuto della fascia. In altre culture, portare i bimbi con la fascia è di uso tradizionale e viene considerato anomalo non farlo: pensiamo alla cultura dei popoli africani, ad esempio.

Cos'è quindi la fascia porta bimbi? In commercio si trovano diversi modelli, da quelli più morbidi a quelli forniti di qualche supporto rigido in più ma il risultato finale non cambia. Si tratta di uno strumento utile che permette di tenere il bambino sempre con sé, durante la giornata, permettendo alla mamma o al papà di compiere altri gesti in tutta libertà. Non è costosa e si indossa facilmente, anche in autonomia, senza l'aiuto di qualcuno.

Certamente come per tutte le cose, inizialmente è necessario un po' di pratica ma basteranno pochi giorni per diventare esperti utilizzatori della fascia porta bimbi.

I benefici della fascia

Perché si dovrebbe optare per l'utilizzo della fascia? Non è molto più comodo lasciare i bambini nel passeggino, nell'ovetto e tenerli in braccio solo quando lo richiedono o piangono?

I benefici osservati con l'utilizzo della fascia non sono pochi. Sia per il bambino che per il genitore, sotto diversi punti di vista.

In antichità, l'uso della fascia era molto diffuso, perché le donne dovevano continuare ad occuparsi dei lavori domestici e allo stesso tempo allevare la prole e il modo migliore era portarli sempre con sé. Quale strumento migliore quindi?

Anche i bambini ne godono in realtà perché il contatto costante con la madre, il padre o una figura familiare, li fa sentire al sicuro, protetti, meno bisognosi di cure.

Fino all'età di 7 anni il bambino vive di istinto e solo successivamente sviluppa il pensiero logico e razionale. Questo significa che se percepisce di sentirsi solo o abbandonato o non accudito nel momento del bisogno, sviluppa un grado inconscio di diffidenza verso il genitore che lo influenzerà anche in età adulta.

Portare il bambino in fascia: perché?

La pedagogia moderna sta cambiando opinione circa alcune modalità di crescita dei bambini che in passato non erano contemplate. Da sempre, sappiamo che il bambino va lasciato piangere in alcuni momenti perché questo aiuta a temprarlo e a renderlo più sicuro o ancora, che non dovrebbe dormire con mamma e papà e abituarsi già dai primi mesi di vita a stare nel suo lettino.

Questi e altri consigli sono stati negli ultimi anni un po' rivalutati.

Partendo dal presupposto che il cucciolo d'uomo necessita di un periodo più prolungato di cure rispetto ai cuccioli del regno animale, non possiamo ignorare quanto le mancate cure (o da lui percepite tali) possano incidere poi sul suo benessere.

Diventa fondamentale che il piccolo si senta sempre in compagnia, mai lasciato solo, con il calore vicino di chi lo ha generato o di un adulto di riferimento. Questo meccanismo instaura l'importante presupposto della fiducia, tra bambino e genitore.

E nei primi mesi di vita, vista la vita attiva che viviamo ad oggi, pochi strumenti aiutano in questo senso come la fascia porta bambini.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Bimbi in fascia: ci sono vantaggi?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste