+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Avvertenze ed effetti collaterali

di Virginio De Maio 27 giorni fa


Avvertenze ed effetti collaterali

Leggi un estratto dal libro "Filmatrix Discovery" di Virginio De Maio

Solitamente il sabato mattina resto a casa con Raffaele, mentre Anna, l’altra mia figlia, è a scuola e mia moglie in giro per commissioni. Amo quello che faccio ed è facile per me confondere lavoro e vita personale, semplicemente non mi accorgo delle differenze.

Durante il periodo natalizio, il piccolo continuava a richiedere la mia attenzione, voleva giocare, cosi mi ronzava intorno mentre io, con la testa bassa, lavoravo al PC.

A volte mi rendo conto di essere come posseduto dalla voglia di produrre, di raggiungere risultati e ho in testa un’idea molto chiara del futuro che voglio dare ai miei figli. È una specie di ossessione. Il mio cruccio è quello di automatizzare il più possibile il lavoro in modo che possa passare più tempo con i bambini e godermi la famiglia.

Stai leggendo un estratto da questo libro:

Filmatrix Discovery

Una nuova scoperta per risvegliare la forza del cuore grazie ai film

Virginio De Maio

Questo libro insegna ad amarsi e lo fa grazie a uno strumento molto potente: il cinema. Dopo la pubblicazione del bestseller Filmatrix. Cambia la tua vita grazie al potere nascosto nei film, l’autore porta alla luce, per la prima volta, le...

€ 14,90 € 12,67 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

All’ennesima richiesta di Raffaele fui preso come da un’illuminazione. Ma cosa stavo facendo?

Avevo come obiettivo quello di essere produttivo e automatizzare il lavoro per arrivare a passare più tempo con la famiglia, e ora che ne avevo l’opportunità non riuscivo a vederla? Avrei potuto dedicarmi a mio figlio subito senza dover aspettare dieci anni e afferrare un istante eterno che non sarebbe più tornato indietro. Invece la mia attenzione era rapita da una sorta d’incantesimo.

Quel breve risveglio, per pochi secondi, ebbe lo stesse effetto di un Kóan. In Giappone il Kòan è una domanda alla quale non esiste risposta, ma che ci pone in uno stato di profonda riflessione fino a trascendere la mente.

Quando riemersi dalla trance, mi dissi che avevo dinnanzi a me la ragione della mia vita e non avrei dovuto far altro che essere presente in quel momento di assoluta bellezza. Spensi il PC e costruimmo insieme la più bella slitta di Babbo Natale.

Questo succede. Abbiamo dinnanzi a noi quello che andiamo cercando, ma siamo talmente annebbiati da non accorgercene. Pensiamo di dover ricercare, lavorare, arrivare da qualche parte, ma non è affatto vero, ci siamo già.

Con questa premessa, Filmatrix Discovery potrebbe essere un altro libro inutile, eppure ho voluto consegnarti queste pagine mantenendo nel mio cuore lo stesso scopo di un Kòan: portarti a una profonda riflessione che ti faccia trascendere lo spazio e il tempo. Una vera indagine spirituale e, come tutte le indagini, porta con sé un pericolo intrinseco.

Quando ero piccolo e seguivo mio padre sui cantieri, ricordo che il mio gioco preferito era quello di salire su dei tavoloni in bilico. Mi divertivo a spostare il mio peso fino a quando, quasi per magia, la tavola trovava un equilibrio perfetto e io restavo sospeso nell’aria, tra un estremo e l’altro. I due estremi rappresentavano per il Buddha gli unici ingredienti della felicità, focalizzarsi solo su uno dei due non porterà al risveglio, proprio come spostarsi verso l’uno o l’altro estremo spegneva la magia del mio gioco. Il primo è la capacità di apprezzare e godere di quello che si ha. Il secondo è impegnarsi a migliorare la propria vita.

Quando mi incamminavo sulle tavole, bastava un passo sbilanciato da un lato o dall’altro per far precipitare uno dei due estremi. Sebbene io protenda per l’essere grato, essendo di natura pigro e considerando tutto ciò che mi arriva nel bene e nel male una benedizione divina, so che è solo incamminandomi verso il miglioramento che scoprirò il punto perfetto.

Non potrò mai allontanarmi troppo dall’essere grato, e allo stesso modo non potrò mai toccare l’altro estremo. Sembra un paradosso, lo so, ma come ha detto una volta l’attore Jim Carrey:

«Spero che tutti possano diventare ricchi e famosi e avere tutto quello che hanno mai sognato, così scopriranno che quella non è la risposta che stavano cercando».

In questi anni ho imparato a mantenere questo equilibrio, essere grato, ma anche ricercare la felicità materiale. Più vivi soffermandoti su questo punto di bilanciamento perfetto e più sperimenterai momenti di risveglio. Oggi quando chiudo gli occhi ed entro in me stesso, mi basta ascoltare un solo battito del cuore per sentirmi “abbastanza”. Fallo anche tu. Chiudi gli occhi, ascolta il cuore, sei abbastanza.

Forse un giorno scriverò un libro sul tema della presenza, ma non questa volta. Per ora so che tanti di noi hanno ancora bisogno di rincorrere la felicità per come la sognano.

Quindi sì! Alla fine darò alla tua mente ciò che cerca. Più avanti in queste pagine ti consegnerò la tecnica per fluire, manifestare sincronicità e risultati nella tua vita come non ti è mai accaduto finora. Ti consegnerò il protocollo, semplice, con tutte le istruzioni del caso. Verso i capitoli finali, quando avrai già sperimentato parte del metodo e del percorso che propongo con queste nuove ricerche, la tua esclamazione sarà di meraviglia e stupore, come un bambino la mattina di Natale.

Certo che lo sarai e questa è una promessa. Ti darò quello che la tua mente cerca: una formula, uno schema, un percorso step by step per spostarti su quella tavola magica e raggiungere il perfetto equilibrio. Questo è ciò che reclama il tuo sé, e spero di non deluderti rivelandoti che si tratta di un falso “sé”. Un “sé” che è sempre alla ricerca di qualcosa, mai soddisfatto, mai appagato. Dunque avrai ciò che la mente vuole, ma non ora.

Ora, prima di fare l’incantesimo, mentre ti accorgi che già è iniziato, voglio dirti come scioglierlo, perché il vero percorso spirituale è indipendente.

Nel luogo in cui stiamo andando, caro amico e cara amica, non serve nulla di tutto ciò.

Tutto ciò che stiamo cercando, che si tratti del risveglio, della pace, del benessere non esiste in quanto “materia”, ma sarà sempre e solo uno stato dell’essere, un cambio di percezione. La percezione è tutto. Questo avvenne per un attimo, quella mattina con Raffaele, ma spesso dimentichiamo che la felicità di questo è fatta, di “attimi di percezione”, oppure di “attimi di dimenticanza” come disse il principe Antonio De Curtis (in arte Totò), momenti eterni in cui dimentichiamo cosa facciamo, cosa vogliamo e dove stiamo andando, ma semplicemente siamo.

Nel film Come ti divento bella, la protagonista Renée è alla ricerca di una vita migliore, di uno stile di vita equilibrato e di abbondanza finanziaria. Renée potrebbe essere tranquillamente la lettrice tipo di questo libro.

Tuttavia, nonostante i suoi desideri più intimi, conduce una vita da schifo. Gli uomini non la cercano perché fuori forma e trascurata, lavora in un sottoscala svolgendo mansioni che una macchina farebbe meglio, non ha il becco di un quattrino e la sua vita è insignificante. Questa è la sua percezione.

Ogni volta che un’opportunità le cade davanti agli occhi, lei non la coglie, non sentendosi meritevole e all’altezza delle situazioni. Così si trascina insoddisfatta, giorno dopo giorno.

Non credendo più nei miracoli, quando ne capita uno, Renée non lo riconosce.

Poi, un giorno, a causa di un incidente in palestra, Renée batte la testa e accade qualcosa di molto strano. Quando si riprende dalla botta comincia a vedersi bellissima, a percepirsi come una ragazza ambita e fortunata. Tutti gli stimoli esterni vengono immediatamente rielaborati per sostenere la sua nuova convinzione. Renée distorce la realtà per farla rientrare in questo nuovo modello del mondo: “sono una ragazza irresistibile e piena di risorse”. Ora questa è diventata la sua nuova percezione.

Da quel momento in poi, con un atteggiamento vincente, comincia a cogliere tutte le opportunità che gli capitano a tiro, diventando ricca, afferrando un lavoro significativo e innamorandosi di un ragazzo che l’adora.

Nei dati di fatto, o meglio in quella che chiamiamo realtà, cosa è cambiato? Nulla. Subito dopo aver battuto la testa, Renée era sempre la stessa persona, fuori forma, povera e insignificante (secondo il suo sentire), eppure tutto è cambiato rapidamente.

Questa storia ci insegna due cose fondamentali.

La prima è che il cambiamento può avvenire rapidamente, in meno di un secondo, e ne faremo esperienza insieme senza per questo dover battere la testa.

La seconda è che per “illuminarti” o “risvegliarti alla vita” non hai bisogno di niente. E tutto nella mente, e questo libro punta a dissolvere le allucinazioni di cui siamo vittime.

La prima e più potente è credere ai nostri sensi, ed ecco perché.

Filmatrix Discovery

Una nuova scoperta per risvegliare la forza del cuore grazie ai film

Virginio De Maio

Questo libro insegna ad amarsi e lo fa grazie a uno strumento molto potente: il cinema. Dopo la pubblicazione del bestseller Filmatrix. Cambia la tua vita grazie al potere nascosto nei film, l’autore porta alla luce, per la prima volta, le...

€ 14,90 € 12,67 -15%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Virginio De Maio

Virginio De Maio, ricercatore e autore del bestseller del libro Filmatrix –Cambia la tua vita grazie al potere nascosto nei film – Uno Editori Orbassano (TO). Imprenditore e formatore aziendale, è impegnato a dimostrare come qualsiasi impresa è fortemente...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Avvertenze ed effetti collaterali

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.