Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Avventura Mamma

  7 mesi fa



Sei Incinta! Inizia così l’avventura MAMMA! Fantastico! L’hai desiderato tanto!

Quante domande! Come ci si prepara ai cambiamenti che avverranno nella nostra testa, nel nostro corpo e nella nostra pelle?

Uno dei tanti interrogativi che ci si presentano alla mente, si chiama “smagliature”. Possibili, probabili, ma non inevitabili.

Le smagliature sono il risultato di un aumento di peso e di un cambiamento ormonale. La gravidanza è un momento reale in cui possono verificarsi. Addome, fianchi, cosce, seno sono, senza dubbio, le zone più esposte al rischio. Nonostante la sua elevata elasticità naturale, la nostra pelle sottoposta a uno stiramento notevolmente rapido e considerevole, può finire per sfibrarsi. In più dobbiamo tenere conto che durante i nove mesi di gravidanza, cortisolo ed estrogeni (ormoni), riducono l’efficienza dei fibroblasti, quelle cellule che producono collagene ed elastina responsabili dell’elasticità e della capacità di resistenza della pelle.

Le smagliature le conosciamo: sono piccoli segni all'inizio rosa e un po’ gonfi che, col tempo, si trasformano in “graffi” bianchi o perlescenti assai difficili da cancellare. Nei confronti delle smagliature si può giocare d’anticipo trattando la pelle con regolarità a partire già dal primo mese. Ogni giorno vi prenderete cura della pelle iniziando da due fasi: idratazione ed esfoliazione per aumentare elasticità e resistenza, dopo ogni doccia una crema idratante e una volta la settimana un prodotto esfoliante appositamente formulato per la pelle sensibile.

E’ anche necessario stimolare la capacità di rigenerazione della pelle. Un risultato che si può ottenere con creme espressamente create per l’uso in gravidanza a base di ingredienti al 100% naturali. Queste creme sono studiate per agire sulle fibre di sostegno, e i risultati saranno ancora migliori se, invece di un rapido sfregamento tanto per farle penetrare, ci si prende il tempo per fare un vero e proprio massaggio stimolante con movimenti circolari.

Smagliature a parte, un altro aspetto da affrontare all'inizio della gravidanza è la nausea. Un fastidio o addirittura un problema. Si può fare qualcosa al riguardo senza dover ricorrere ai farmaci? Proviamo a mettere in pratica qualche soluzione.

Lo stomaco vuoto e un conseguente calo di zucchero nel sangue rendono la nausea più probabile. Meglio non alzarsi prima di aver mangiato un biscotto secco o un pezzetto di pane tostato (più facili da digerire del pane fresco). Dopo di che possiamo sederci a tavola per la nostra colazione: pane, cereali, latticini o frutta, non troppi liquidi.

Dal punto di vista nutrizionale, la strategia anti-nausea è ricorrere a mini-pasti distribuiti lungo il corso della giornata. A pranzo e a cena preferire carne e pesce alla griglia e verdure cotte, evitando piatti con salse o cibi esotici.

Anche perché la gravidanza è accompagnata da un olfatto ipersensibile. Altro fattore che innesca la nausea. L’odore di tabacco, i profumi intensi, i deodoranti possono diventare insopportabili. Eppure gli oli essenziali di Menta Piperita, di Limone o di Zenzero, sono utilissimi per combattere la nausea quindi perché rinunciare ai loro benefici naturali? Un paio di gocce sul cuscino la sera possono prevenire la nausea del mattino dopo, oppure sfruttate le qualità degli Idrolati (acque distillate) che conservano le proprietà dell’olio essenziale pur riducendo il fastidio legato a un profumo troppo intenso. Potete usarli al posto dell’acqua nei diffusori per ambienti, o impregnare un fazzoletto da annusare in caso di necessità.

Anche la stanchezza, lo stress o la mancanza di sonno tendono a far aumentare la nausea. Anche in questo caso gli idrolati diffusi nell'ambiente possono essere un ottimo aiuto. Fiori d’arancio, Rosa damascena, Lavanda o Camomilla sono perfetti per rilassare e favorire il sonno.

Un altro aspetto che cambia in gravidanza è il seno che diventa sempre più “voluttuoso” e di cui ci si deve prendere cura da subito perché questo drastico e naturale aumento di volume mina la sua fermezza. Per il benessere personale e per la salute del seno, sarà opportuno investire in nuovi reggiseni in grado di supportare ma non stringere.

Come sappiamo inoltre, il seno non contiene muscoli, la sua tonicità si basa su quella della pelle. Non ci resta che prenderci cura del seno tutti i giorni a partire dalle prime fasi della gravidanza, utilizzando trattamenti specifici capaci di stimolare la produzione di fibre di sostegno, di idratare la pelle in profondità e di lenire la maggiore reattività dell’epidermide. Naturalmente la scelta ricadrà su cosmetici appropriati dalle cui formulazioni sono esclusi ingredienti sulla cui innocuità esistono dubbi (parabeni, ftalati, fenossietanolo e via discorrendo) e che sono compatibili con l’allattamento al seno.

Cos’altro? Le gambe pesanti… Già… Gli ormoni legati alla gravidanza diminuiscono la tonicità delle pareti delle vene. Le gambe sono gonfie, compaiono i capillari e le vene si fanno più evidenti. Il problema si accentua man mano che si prende peso, che il bimbo cresce nell’utero e che l’attività fisica diminuisce. Le regole d’igiene e di vita per alleviare il problema? Non stare in piedi a lungo, non prendere troppo peso, non esporre le gambe al calore. Innaffiare le gambe con un getto di acqua fresca partendo dal basso verso l’alto fino al ginocchio. Sollevare le gambe non appena possibile. Bere delle tisane venotoniche e drenanti che aiutano anche a eliminare liquidi in eccesso. Camminare, fare un po’ di piscina. Massaggiare (o farsi massaggiare) le gambe con olio essenziale di limone (linfotonico), di cipresso (decongestionante, linfotonico), di elicriso (fluidificante sanguigno), mescolandoli in olio vegetale.

A partire dal terzo mese di gravidanza un certo numero di oli essenziali non sono più proscritti.

E dopo? Dopo la nascita del nostro tesoro? Dopo è normale che la pelle sia meno tonica, meno elastica e ancora più secca. Possiamo ringraziare il calo dei livelli di ormoni della gravidanza nel sangue. Ci vuole un trattamento ristrutturante e idratante da applicare due volte al giorno per almeno due mesi. Se è il tempo che manca, meglio utilizzare una crema dalla consistenza leggera i cui principi attivi siano in grado di penetrare più rapidamente. La pelle ritroverà presto la sua naturale compattezza.

E per i momenti “no” che spesso assalgono le neo-mamme al rientro a casa un consiglio: in aromaterapia, l’olio essenziale e l’idrolato di Rosa sono considerati essenziali per il post-parto. Aiutano ad armonizzare la mente, a superare le paure e ad aprirsi all'amore e alla tenerezza.


Maternatura è un'azienda familiare italiana, frutto dell'esperienza ventennale nel settore cosmetico e della passione per l'ambiente. Maternatura nasce per offrire prodotti cosmetici in armonia con la Natura. Lo stress della vita moderna, l'inquinamento, l'uso di cosmetici troppo aggressivi...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Prodotti consigliati

Non ci sono ancora commenti su Avventura Mamma

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste