800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Artiglio del diavolo: antinfiammatorio per eccellenza!

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 15 giorni fa


Artiglio del diavolo: antinfiammatorio per eccellenza!

Quando e come utilizzarlo

I dolori causati da infiammazioni all'interno dell'organismo possono creare problemi nella quotidianità e nella vita di tutti i giorni. La natura ci offre preziosi alleati, come l'artiglio del diavolo.

Indice dei contenuti:

Un buon rimedio per le infiammazioni

Quante volte ci capita di avvertire un dolore muscolare, un fastidio o le articolazioni che iniziano a essere dolenti?

Nel corso del tempo sono dolori che compaiono, in maniera più o meno persistente, a tutti. I dolori muscolari, le tensioni, le contratture sono poi davvero frequenti. Lo stile di vita accelerato che viviamo è una delle principali cause. Lo stress e la stanchezza fisica e mentale creano con facilità disturbi di questo tipo. La natura ci offre un rimedio molto efficace per i dolori muscolari: l’artiglio del diavolo.

Si tratta di una pianta perenne della famiglia delle Pedaliaceae, impiegata comunemente per dolori alla testa, alla schiena e a tutte le aree muscolari, per le proprietà analgesiche e antinfiammatorie.

Questa pianta viene utilizzata in diverse forme e impiegata da secoli nella medicina tradizionale dei popoli sud africani per problemi osteo-articolari di varia natura. La radice contiene gli harpagosidi, responsabili degli effetti analgesici e antipiretici della pianta.

I benefici dell’artiglio del diavolo

Questo nome stravagante rimanda alla mente a qualcosa di non positivo e rende questo potente rimedio mal visto.

In realtà l’artiglio del diavolo non dovrebbe mai mancare nelle nostre case. Lo troviamo soprattutto in forma di pomata o di capsule, in cui il principio all'interno apporta beneficio all'organismo e risolve in maniera diretta il problema insorto.

Per i fastidi più lievi è consigliato l’uso della pomata, da applicare esternamente mentre per dolori di maggiore entità è meglio assumere il rimedio con una maggiore concentrazione di principio attivo, come le capsule.

Quali sono i benefici che questa pianta porta? Utilissima in caso di infiammazioni:

  • tendiniti
  • osteoartrite
  • artrite reumatoide
  • mal di schiena
  • dolori cervicali
  • infiammazione alla sciatica
  • artrite
  • artrosi
  • dolori muscolari di vario genere

Oltre ai dolori muscolari e articolari, l’artiglio del diavolo trova la sua applicazione anche per contrastare il colesterolo in eccesso e abbassare i livelli di acidi urici, grazie alla presenza di principi attivi amari che stimolano succhi gastrici e bile.

Interazioni con altri rimedi

L’artiglio del diavolo, assunto per via interna, può essere un rimedio molto efficace per quei disturbi che si protraggono nel tempo e ai quali si fatica a trovare rimedio.

Un abbinamento ideale è quello con l’estratto di curcuma: i due principi attivi abbinati donano un effetto antinfiammatorio e allo stesso tempo facilitano l’espulsione delle tossine accumulate, che sono spesso la causa primaria delle infiammazioni che insorgono nel corpo.

Come assumerli? La soluzione in capsule è la migliore e il dosaggio ideale medio è attorno ai 800 mg per ciascuna pianta, preferendo sempre prodotti con un’alta percentuale di principio attivo.

Ti consigliamo...


Lo Staff di Macrolibrarsi.it

Dietro Lo Staff di Macrolibrarsi si nascondono in realtà ben tre nomi: Claudia, Francesca e Valeria. Tre ragazze che hanno in comune la passione per la scrittura e la curiosità e il desiderio di conoscere il più possibile di questo nostro bellissimo mondo.  Avide...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Artiglio del diavolo: antinfiammatorio per eccellenza!

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste