Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Antefatto di "Le Origini Occulte della Musica - Vol.2" libro di Enrica Perucchietti

di Enrica Perucchietti 1 anno fa



Leggi in anteprima un brano estratto dal Libro di Enrica Perucchietti "Le Origini Occulte della Musica - Vol.2"

 

«Eravamo andati tutti a Montreux
Sulla spiaggia del lago di Ginevra
Per fare dischi con un furgoncino
Non avevamo molto tempo
Frank Zappa e i Mothers
Erano in una posizione migliore
Ma qualche stupido con una pistola a razzi
Incendiò l'edificio radendolo al suolo
Fumo sull'acqua, fuoco nel cielo»
Deep Purple

 
 

Dicembre 1971. A Montreux, durante un concerto di Frank Zappa e The Mothers of Invention, un fan spara un razzo segnaletico che incendia per errore il casinò. Mentre il pubblico scappa terrorizzato, il fumo sale dal Lago di Ginevra, volteggia come un cigno pronto a spiegare le ali verso il cielo e avvolge la distesa d'acqua con il suo manto di piume di fuoco.

Dalla sua stanza d'albergo, Roger Glover, bassista dei Deep Purple, osserva la scena insieme ai compagni e abbozza col suo basso gli accordi di una canzone. Nasce così Smoke on the Water, manifesto del gruppo hard rock, che lega indissolubilmente il nome della cittadina svizzera a quell'assurdo incidente.

Lungo quelle stesse sponde Farrokh Bulsara avrebbe desiderato trovare pace: «Gettate le mie spoglie mortali nel lago quando non ci sarò più». Ormai malato, trascorreva molto tempo immerso nella pace della villa mausoleo che aveva acquistato sul lungolago. Aveva abbondato gli eccessi del passato per abbandonarsi alla quiete del luogo, incastonato tra le Alpi svizzere. Il suo desiderio era che le sue ceneri venissero sparse nello specchio d'acqua che aveva ispirato i Deep Purple vent'anni prima, ma la sua volontà non venne soddisfatta, quando il 24 novembre 1991 il bacio della morte lo colse a Londra nella sua residenza principale, Garden Lodge.

Sebbene abituata a ospitare artisti del calibro di Zappa o David Bowie, e ancora prima poeti e scrittori quali Rainer Maria Rilke e Vladimir Nabokov, Montreux non poteva dimenticare quell'uomo così fragile ma immenso, dolce e sfrontato, che con la sua voce aveva riscritto la storia del rock e le regole dello spettacolo e che a quasi venticinque anni dalla sua scomparsa incanta e commuove ancora, con il suo innato carisma, milioni di fan in tutto il mondo.

A Montreux ha vissuto una leggenda della musica e la cittadina gli ha dedicato il giusto tributo con un concerto nel ventesimo anniversario della sua morte, ma lo ricorda soprattutto con la statua dell'artista ceca Irena Sedlecka: rivolta verso il lago lungo la passeggiata del meraviglioso parco che lo costeggia tra cigni, passerotti che banchettano con le briciole dei turisti e siepi da sogno, lo immortala durante la posa che tutti ricordano, anche coloro che non hanno avuto la fortuna di essere allo stadio di Wembley l'11 e 12 luglio 1986. Le gambe leggermente aperte, il braccio destro alzato mentre l'altro impugna l'asta del microfono con cui aveva infiammato centomila persone.

Apice del tour europeo dei Queen per la promozione dell'album A Kind of Magic, è stata una delle esibizioni indimenticabili di Bulsara che come un novello Prometeo aveva "osato" rubare il nome al messaggero degli dèi, «Mercurio», facendosi conoscere al mondo come Freddie Mercury.


Prodotti consigliati

Non ci sono ancora commenti su Antefatto di "Le Origini Occulte della Musica - Vol.2" libro di Enrica Perucchietti

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste