800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Alla scoperta del magico mondo della chufa

  3 mesi fa


Alla scoperta del magico mondo della chufa

Un tubero gustoso e ricco di proprietà benefiche per la nostra salute. E, in più, un sapore decisamente piacevole… Da provare al più presto!

Ci sono alimenti che hanno raggiunto le tavole degli Italiani e solleticato il nostro palato da poco tempo, ma che vantano una tradizione millenaria.

È il caso della chufa, un tubero che sta godendo – del tutto meritatamente – di tanto interesse e le cui prime tracce documentabili risalgono all’Antico Egitto. Uno studioso dell’università di Valencia ha infatti scoperto che nella tomba di un alto funzionario egiziano ci sono raffigurazioni che lasciano intendere come dolci a base di chufa, incorporata a burro e miele, fossero una prelibatezza a cui egli non riusciva a resistere.

Ma c’è addirittura chi sostiene che la chufa fosse un alimento già conosciuto e consumato dal nostro progenitore Australopithecus boisei, vissuto più di due milioni di anni fa.

Anche noi oggi possiamo godere del gusto particolare della chufa e beneficiare delle sue innumerevoli proprietà nutritive. Addentriamoci quindi nel mondo di questo gustoso tubero.

Indice dei contenuti:

La migliore viene da Valencia

Cyperus esulentus. È questo il nome scientifico della chufa, tubero della famiglia delle Cyperaceae, pianta che per crescere e prosperare necessita di un clima umido e temperato.

Nella nostra penisola è conosciuto come zigolo dolce o cipero e, talvolta, a seconda delle tradizioni locali, è chiamata mandorla di terra o babbagigio. Il paese in cui prospera maggiormente è la Spagna – in particolare la regione di Valencia – ma cresce anche in alcune aree africane e lungo le coste della Sicilia.

Va però detto che, grazie al metodo tradizionale di coltura e alla varietà più piccola e dolce, la chufa “doc” è quella che proviene da Valencia.

Si presta a svariate soluzioni

Prima cosa, il gusto. La chufa è caratterizzata da un sapore dolce e agrumato, riconducibile alla mandorla e alla nocciola, che la rendono particolarmente gradita a chi voglia sperimentare qualcosa di nuovo; inoltre, si presta a molteplici impieghi.

I tubercoli di chufa, per esempio, possono essere consumati interi come snack oppure sotto forma di farina, per realizzare torte, biscotti gustosi e ricette salate; noi abbiamo assaggiato la pizza e ci è piaciuta molto!

C’è poi la granella di chufa, che si può aggiungere ai cereali, nel latte o nello yogurt, rendendo la colazione ancora più nutriente, ma è ottima anche nelle insalate e nelle ricette crude, arricchite dal suo gradevole gusto mandorlato.

Non va dimenticato l’olio di chufa, che contiene grassi “buoni” privi di colesterolo e ha un’alta percentuale di acido oleico, dall’azione antiossidante.

Infine, dai tubercoli di chufa si ottiene un latte vegetale particolarmente prelibato, l’horchata. Ricco di proteine, sali minerali e vitamine, è ideale per le persone intolleranti al lattosio.

Uno scrigno di proprietà benefiche

Ma sono le peculiarità nutritive di questo tubero a renderlo un alimento da inserire nella nostra dieta quotidiana. Sono infatti molti i campi d’azione della chufa: scopriamoli insieme.

Protegge l’apparato cardiocircolatorio

L’elevata quantità di acido oleico contribuisce a mantenere fluido il sangue e aumenta la presenza di colesterolo LDL, quello “buono”, migliorando così la funzionalità cardiaca e riducendo l’ipertensione.

Sgonfia lo stomaco

Ricca di fibre vegetali che favoriscono la regolarità intestinale contrastando il gonfiore allo stomaco, l’assunzione di chufa aiuta a prevenire disturbi come il meteorismo o la sensazione di pesantezza allo stomaco.

Combatte stanchezza e stress

La presenza massiccia di fosforo e potassio – elementi fondamentali nell’alimentazione quando si avvertono stanchezza, mancanza di concentrazione e debolezza muscolare – è un valido aiuto per dare nuova linfa a un organismo messo a dura prova dalle difficoltà quotidiane.

Stimola le difese immunitarie

La presenza della vitamina C e dell’arginina contribuiscono alla salute generale dell’organismo.

Non contiene glutine

La chufa è quindi indicata per soggetti intolleranti a questa sostanza.

Ideale nelle diete dimagranti

Sebbene abbiano un alto potere calorico, i tubercoli di chufa, molto ricchi di fibre, regalano un senso di sazietà che aiuta a mangiare di meno.

Un vero elisir naturale

Siamo quindi al cospetto di un alimento prezioso, non solo buono. La raccomandazione è quella di rivolgersi a rivenditori seri e accreditati, che prediligano la chufa valenciana, quella doc e con le migliori caratteristiche salutistiche.

Buon appetito!

Box: Un latte… dorato

Ottenuta dalla triturazione dei tubercoli di chufa, l’horchada è una bevanda dall’alto contenuto di proteine, vitamine, sali minerali e amminoacidi, in particolare arginina.

Curiosa la storia che spiega l’origine del nome: la leggenda narra che, durante l’entrata trionfale di re Giacomo I d’Aragona nella città di Valencia, una donzella offrì al re un bicchiere di una bevanda bianca e dolce. Dopo averla assaggiata il re ne rimase molto colpito, e domandò: “Che cos’è?”. La giovane rispose: “È latte di chufa” , ma il re escalmò: “Aixo no es llet, aixo es or, xata” (“Questo non è latte, questo è oro, ragazza”).

Al di là degli aneddoti, un recente studio dell’università di Valencia ha confermato la tesi che l’horchada abbia ottime caratteristiche organolettiche e un interessante valore nutrizionale. È anche molto dissetante, rendendola così una bevanda da privilegiare in estate.

Ti consigliamo...


L’altra medicina magazine è una rivista che tratta il variegato ed entusiasmante mondo della Medicina naturale in modo serio e autorevole. Grazie al coinvolgimento di un pool di esperti di grande spessore, la rivista, ogni mese di più, sta diventando un punto di riferimento per tutti i...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Alla scoperta del magico mondo della chufa

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste