800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Agnocasto, la pianta del femminile

di Francesca Rifici 3 settimane fa


Agnocasto, la pianta del femminile

L'agnocasto è utile alle donne di ogni età: scopri cos'è, quali sono le sue proprietà e i suoi usi, e quali controindicazioni presenta

Pianta conosciuta fin dai tempi antichi, l’agnocasto è un’alleata preziosa e fondamentale per la vita di ogni donna. Scopriamone i benefici e le proprietà.

Indice dei contenuti:

Agnocasto, virtù femminili

L’agnocasto è una pianta che racchiude molte proprietà curative ed è conosciuta da tempi antichi: è molto apprezzata per i disturbi del ciclo mestruale.

Il nome scientifico di questa pianta è Vitex Agnus Castus, pianta arbusto, tipica delle zone mediterranee. Viene comunemente denominata “falso pepe” perché i suoi frutti sono molto simili a quelli del comune pepe che siamo abituati a vedere in forma essiccata.

Cresce con facilità in ambienti caratterizzati da una spiccata umidità. L’arbusto di agnocasto può raggiungere fino a sei metri di altezza e i suoi fiori sono caratterizzati da sfumature che vanno dal viola al blu.

La parte della pianta più utilizzata per le sue proprietà curative sono soprattutto i frutti che contengono l’olio essenziale, glicosidi, alcaloidi e flavonoidi. Sono tutti elementi che pare agiscano in maniera diretta sull’ipofisi che controlla la produzione di ormoni progestinici, riducendo la prolattina e l’FSH e aumentando la produzione di LH.

Per queste sue caratteristiche, trova una applicazione diretta sui disturbi del ciclo mestruale, ma l’agnocasto racchiude anche altri benefici.

Come utilizzare l’agnocasto

Questa pianta è spesso associata al mondo femminile, proprio per le sue proprietà legate ai disturbi del ciclo mestruale. In realtà all’agnocasto sono attribuite proprietà sedative sull’organismo, utili in caso di stress o leggeri spasmi intestinali. Nella fase che precede il ciclo mestruale, riscontriamo i migliori benefici.

Ecco i casi in cui può essere utilizzata:

  • ciclo irregolare: agendo sull’ipofisi, si regola il rilascio e il controllo di ormoni progestinici, regolando i tempi del ciclo mestruale
  • fertilità: per aumentare la fertilità, l’agnocasto aiuta quelle coppie che non riescono a concepire con facilità, grazie alla regolazione dei livelli di prolattina, della sua produzione e rilascio
  • dolori premestruali: se assunto qualche giorno dell’arrivo previsto del ciclo (in caso di ciclo regolare) può alleviare i sintomi come tensione al seno, spasmi e fitte uterine, dolori lombari, cefalea, dolore ai muscoli e tensione
  • controllo dell’umore: l’agnocasto agisce favorevolmente anche sui disturbi dell’umore causati dal ciclo
  • menopausa: l’agnocasto è la pianta del femminile a 360 gradi che sostiene la donna anche nel passaggio alla menopausa e nel periodo successivo, riducendo gli effetti delle vampate di calore, ritenzione idrica, perdita di capelli, rilascio di ormoni.

Effetti collaterali e interazioni farmacologiche

L’agnocasto è una pianta che non presenta particolari controindicazioni.

Per il suo effetto sul ciclo ormonale, è sconsigliato l’uso per le bambine e ragazze che non hanno raggiunto lo sviluppo del ciclo mestruale.

Attenzione alla somministrazione anche per le persone che assumono farmaci estroprogestinici o terapie ormonali in generale.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Agnocasto, la pianta del femminile

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste