800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Affronta il cambio di stagione con l'Ortica

  2 anni fa


Affronta il cambio di stagione con l'Ortica

L'Ortica non ha solo proprietà urticanti, ma può fare anche molto bene al tuo corpo: scopri come con questa gustosa ricetta!

L'Ortica (Urtica dioica) è una pianta molto diffusa nei campi e purtroppo evitata per il suo effetto urticante. Infatti le foglie di ortica sono ricoperte da piccoli peli che, se toccati, causano prurito e irritazione.

Eppure questa piantina è ricca di numerose sostanze nutritive:

  • vitamine A, C, K
  • azoto
  • minerali come ferro, silicio, manganese, potassio
  • clorofilla e carotene
  • proteine
  • acido gallico, folico e formico

L'Ortica ha proprietà rimineralizzanti e ricostituenti, ma anche depurative, antieczemiche e antiuricemiche: l'uso interno di questa pianta ci permette di eliminare le tossine accumulate durante l'estate, e di prepararci ad affrontare al meglio l'imminente cambio di stagione.

Per questo motivo ti suggeriamo una ricetta originale, con l'ortica e... i fiori!

Crema di ortica con piccoli fiori

Ingredienti
per 4 persone

  • ca. 1,5 l di brodo vegetale leggero
  • 40–45 g di riso bianco o semintegrale
  • un piccolo pezzetto di porro
  • una presa di curcuma in polvere
  • ca. 500 g di punte d'ortica spontanea
  • qualche fiore di viola tricolor per guarnire ed un fiore di calendula sgranato

Procedimento

  • Porta ad ebollizione il brodo vegetale con una piccola presa di curcuma, il porro ed il riso e lascia bollire a fuoco dolce per almeno mezzora.
  • Lava a parte le ortiche dopo averle lasciate a bagno per circa un’ora in acqua fredda. È meglio utilizzare solo le punte delle ortiche: dopo averle ben lavate, mettile a cuocere in un tegame abbastanza largo e non con moltissima acqua. Attenzione: l'ortica perde moltissimo volume con la cottura!
  • Appena l’acqua in cui hai messo le ortiche inizia a dare segni di bollore puoi scolarle ed aggiungerle nella pentola in cui sta cuocendo da mezzora il brodo vegetale con il riso ed il porro. Alza la fiamma in modo che il bollore non sia più troppo dolce e lascia cuocere per altri cinque, dieci minuti.
  • Ritira dal fuoco, passa con un mixer ad immersione, cola attraverso un colino per evitare la presenza di eventuali grumi e rimetti a bollire regolando di sapore.

In questa ricetta ci sono due passaggi che vanno spiegati.

Il primo passaggio è quello di preparare la crema cucinando la base, ovvero brodo, con riso e porro, e solamente cinque dieci minuti prima di fine cottura aggiungere l’ortica.
Questo accorgimento si utilizza per la preparazione di tutte quelle creme il cui ingrediente tende, con cotture prolungate, a modificare la propria colorazione: per es. ortiche, spinaci, foglie di ravanello, rucola selvatica, rapa rossa, ecc. Si utilizza questo rimedio per ottenere una crema dal colore più “vivo” ed “intenso”.

Il secondo accorgimento che merita una spiegazione è quello di far ribollire la crema dopo averla frullata con un mixer ad immersione. Questo serve per far si che l’aria che la velocità del mixer tende ad emulsionare alla crema, fuoriesca facendo ribollire la crema per un minuto a fuoco vivace.

La crema di ortica così ottenuta avrà un bel colore verde brillante su cui i piccoli fiori di viola e calendula sicuramente spiccheranno. 

Ti consigliamo...


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Affronta il cambio di stagione con l'Ortica

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste