800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

ADHD: un sostegno naturale al deficit di attenzione

  2 anni fa


ADHD: un sostegno naturale al deficit di attenzione

Cura l'ADHD con fiori di Bach, vitamine, alimentazione e tanto altro!

Il Deficit di attenzione e iperattività, o ADHD, è una malattia sempre più comune che affligge sia i bambini che gli adulti di tutto il mondo.

ADHD è un disturbo psichiatrico che può causare incapacità di attenzione, problemi di concentrazione, iperattività e disturbi dell'apprendimento.

Tradizionalmente viene consigliata la prescrizione di farmaci come il Ritalin, ma molte persone cercano di optare per altri trattamenti alternativi naturali.

Ciò include vitamine naturali, molte delle quali si ritiene abbiano un effetto positivo sui sintomi ADHD. Inoltre nei casi in cui ho cercato di sostenere ragazzini con queste problematiche è necessario riposizionare l’alimentazione e lo stile di vita in accordo con i genitori.

Alimentazione

Il primo passo verso la salute avviene attraverso il cibo.

Un alimentazione a base di “junk food” ricchi di additivi, zuccheri e conservanti non è sicuramente adatta a un bambino.

Spesso in questi casi la rieducazione deve partire dall’alimentazione dei genitori ed è questa la cosa più complicata. È necessario iniziare ad introdurre tanta frutta e tanta verdura, per andare a reintegrare le vitamine, gli enzimi ed i minerali.

Olio di Pesce

Le pillole di olio di pesce sono una fonte naturale di acidi grassi Omega-3.

Questi sono considerati di vitale importanza per il metabolismo, ma in genere non si trovano nella maggior parte dei pasti regolari e quindi non sono presenti in livelli sufficienti con una dieta normale. I supplementi di olio di pesce aiutano a bilanciare questo deficit.

Molte persone sane prendono supplementi di olio di pesce come parte del loro regime giornaliero e recentemente anche coloro che soffrono di ADHD hanno iniziato a guardare agli acidi grassi Omega-3 come un rimedio naturale per il disturbo.

Secondo uno studio del "Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry" ci sono prove che gli acidi grassi Omega-3 aiutino i circuiti di riparazione del cervello e migliorino le funzioni cerebrali. L'evidenza suggerisce che i bambini con ADHD sono carenti di acidi grassi Omega-3 (Bloch e Qawasmi 2011, pag. 50).

L'olio di pesce è la fonte più economica e facilmente reperibile di Omega-3, pertanto è considerato un farmaco naturale estremamente utile per chi soffre di ADHD.

Magnesio

Anche la carenza di magnesio è un problema comune nei bambini con ADHD, e potrebbe essere collegata ai sintomi del disturbo (Konikowska, Regulska-Ilow e Rózańska, 2012).

Questo è preoccupante in quanto il magnesio è uno dei minerali essenziali per una buona salute, in quanto aiuta tutto l’organismo dalle funzioni del sistema immunitario al sistema muscolare. Bassi livelli di magnesio causano irritabilità e irrequietezza, che sono anche comuni sintomi di ADHD.

Fortunatamente il magnesio, a differenza degli acidi grassi omega-3, può essere trovato naturalmente in molti alimenti, tra cui cereali e verdure verdi, ma a volte questo non basta ed è necessario introdurlo con preparati.

Vitamina B

Una delle vitamine più comuni nella dieta di tutti i giorni è anche una delle più consigliate per aiutare a trattare l'ADHD. Le vitamine del gruppo B sono vitamine essenziali per le funzioni cerebrali, così come per calmare il sistema nervoso.

L’ADHD è un disturbo che colpisce direttamente e riduce alcune funzioni cerebrali. Un adatto supplemento di vitamina B in particolare B12 può aiutare a ripristinare alcune di queste funzioni, o almeno ridurre gli effetti negativi dell'ADHD.

I complessi vitaminici B sono facilmente reperibili in commercio in varie forme e sapori adatti a tutti i gusti.

Stile di vita

Spesso lo stile di vita dei bambini delle nostre generazioni non è molto salutare.

Si consiglia di evitare scrupolosamente tablet, cellulari e tv in quanto le correnti elettromagnetiche possono andare ad aumentare ulteriormente l’agitazione del bambino.

Al contrario un’ottimo modo per far terapia potrebbe essere quello di immergersi completamente nella natura: ad esempio le passeggiate nei boschi sono estremamente calmanti e rilassanti sia per il corpo che per la mente.

Floriterapia

Esistono diversi fiori di Bach che possono aiutare in situazioni del genere: Impatients, Cherry plum, Holly, Red chestnut,...

Inoltre sono presenti in commercio 2 miscele di fiori australiani molto adatte a queste situazioni, Stress Stop e Concentration: se utilizzati per periodi medio-lunghi sono in grado di calmare e riequilibrare.

Ricordiamo che la diagnosi di ADHD deve essere fatta da un neuropsichiatra che ha osservato attentamente la situazione, e che vi prescriverà una cura. Questi sono solo consigli per sostenere la terapia vostra o dei vostri figli, in accordo con il medico.

Sicuramente una dose di amore, accettazione e comprensione non può far altro che giovare alla situazione.

Ti consigliamo...


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su ADHD: un sostegno naturale al deficit di attenzione

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste