800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Acqua un elemento importante per l'apprendimento

di Patrizia Puzzer 13 giorni fa


Acqua un elemento importante per l'apprendimento

Quanto l'acqua è fondamentale per il nostro cervello?

Se comprendessimo a fondo l’importanza di bere acqua durante l’apprendimento, non dimenticheremmo mai di riempire gli zaini dei nostri figli e li educheremmo a bere frequentemente.

Sappiamo bene che l'acqua gioca un ruolo importante nel corretto mantenimento della temperatura corporea, che attraverso il sangue trasporta le sostanze nutritive e l'ossigeno alle cellule, che elimina le tossine e non ultimo protegge gli organi e tessuti. Ma sappiamo quanto l'acqua influisca sul cervello, sui processi mentali e di conseguenza quanto incida sull'apprendimento dei nostri figli?

La risposta è semplice e chiara: moltissimo. Il cervello è un “composto” morbido , assomiglia un po' ad un budino con un miliardo di cellule cerebrali (neuroni) che comandano i nostri pensieri e perfino le nostre emozioni.

Tra le tante sostanze nutritive di cui necessitano i neuroni c'è anche l'acqua, componente indispensabile ai processi chimici, e con una corretta ed adeguata idratazione garantiamo una condizione ideale per gli impulsi nervosi nel nostro cervello. E’ per questo che quando abbiamo sete diminuisce la nostra concentrazione, diventiamo affaticati e demotivati, infatti ciò accade più di frequente nelle giornate calde d'estate.

Al contrario, un cervello ben idratato risulta essere sveglio e reattivo. Non solo, da molti studi effettuati risulta che il mal di testa spesso è dovuto proprio alla disidratazione, e quindi la prima terapia da seguire è assumere la medicina più semplice: un bel bicchier d’acqua! Ma non dobbiamo aspettare di avere sete per bere, in quanto questo è il segnale che il nostro corpo ci dà quando siamo in ritardo con l’assunzione d’acqua.

La performance intellettuale migliora con una corretta alimentazione e un'adeguata idratazione.

I bambini dovrebbero berne ad intervalli regolari più di un litro al giorno, e sarebbe opportuno che anche gli insegnanti a scuola ricordassero agli alunni di bere durante le lezioni, ma soprattutto siamo noi genitori che possiamo rendere questo gesto spontaneo, naturale e perchè no, anche divertente.

Come? Fate scegliere al vostro piccolo la sua bottiglia Flaska, disponibile in tanti colori e design differenti ed ora anche nel nuovo formato da 0.3l, studiata proprio per le mani dei più piccoli e gli zaini dei bambini. Ma non solo, è pensata anche per le borsette di noi donne in quanto più piccola e leggera.

Così facendo la bottiglia Flaska diventerà parte integrante della vita dei nostri piccini e bere acqua diventerà per loro un gesto naturale.

Con la bottiglia Flaska le giornate a scuola saranno meno grigie e più divertenti. Un'idea brillante ed originale da regalare, così chi la riceve sarà felice di usarla per bere tanta buona acqua!


Patrizia Puzzer

Patrizia Puzzer: nata a Trieste classe 1974 diplomata in ragioneria e perito commerciale con lingua d’insegnamento slovena, dal 1999 lavora presso la Servicom srl come impiegata, scopre Flaska per caso e da li a poco i colleghi e i soci iniziano ad interessarsi alla bottiglia, a tal punto...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Flaska è una bottiglia riutilizzabile di vetro per l’acqua, che si prende cura della tua salute e dell’ambiente. È di vetro ed è programmata mediante la procedura TPS. Attraverso questo sistema il vetro programmato cambia la struttura vibrazionale dell’acqua. Essendo di vetro, viene...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Acqua un elemento importante per l'apprendimento

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste