+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

A cosa servono gli oleoliti?

di La Redazione di Macrolibrarsi 3 anni fa


A cosa servono gli oleoliti?

Scopri le potenzialità di questi rimedi naturali

Gli oleoliti sono estratti ottenuti per macerazione di piante, foglie o fiori officinali in olio vegetale. 

La loro applicazione ha molteplici benefici sulla nostra salute. 

Conosciamoli meglio. 

Indice dei contenuti:

Cosa sono gli oleoliti

La natura è in grado di offrirci molti rimedi utili per la nostra salute: un po’ di tempo e qualche conoscenza in materia, permette di usufruire di tutte le potenzialità.

Gli oleoliti sono composti da:

  • olio vegetale accuratamente selezionato;
  • una pianta che serve alla nostra salute.

Gli oleoliti possono essere preparati a casa: alcuni utili per la salute dell’organismo, altri per la bellezza del corpo.

Un oleolito è un preparato a base di olio che mantiene le proprietà dell’olio di base arricchito con le proprietà della pianta che si decide di utilizzare.

Si possono creare oleoliti di vario genere e natura e utilizzati come oli da massaggio, struccante, in aggiunta alle creme per il viso e il corpo o al posto delle tradizionali creme.

Alcuni esempi di oleoliti

La preparazione per scoprire come fare un oleolito è molto semplice e gli ingredienti da usare sono facilmente reperibili, spesso li abbiamo già a disposizione nelle nostre case.

Se vogliamo produrre un oleolito di calendula, la prima cosa che ci serve è l’olio vegetale da utilizzare come base. Il migliore per la buona riuscita è quello d’oliva: per le sue molteplici proprietà emollienti e nutrienti e perché è eccellente nella conservazione dell’oleolito, lasciando inalterate le proprietà.

La pecca nell’utilizzare l’olio di oliva è l’odore che esso emane, caratteristicamente forte. Difficilmente la pianta con cui andremo a macerarlo potrà coprire l’odore o trasformarlo completamente.

Ovviamente è possibile anche utilizzare un altro tipo di olio di base a cui aggiungere la pianta: a seconda dell’olio vegetale scelto e della pianta curativa, otterremo un oleolito con proprietà particolari.

Certamente si può pensare di utilizzare anche un altro tipo di olio purchè sia uno di quelli che si mantiene a lungo (altrimenti si rischia di sentire un odore rancido con il passare del tempo).

I consigli utili per creare un oleolito

L’oleolito è il risultato di una macerazione di una o più piante in un olio vegetale.

La grande maggioranza dei composti è liposolubile, estraibile quindi con l’olio. Non tutte le piante si prestano a questo tipo di trattamento: alcune sono idrosolubili e necessitano di acqua per essere estratte.

Per creare un oleolito le piante da utilizzare possono essere fresche o essiccate: fanno eccezione le piante di Iperico, Melissa e Arnica che devono necessariamente essere fresche.

La macerazione dell’oleolito deve avvenire per un tempo di circa 40 giorni, in un luogo buio e fresco, all’interno di un contenitore di vetro oscurato.

La macerazione permette alle piante di rilasciare all’interno dell’olio i loro principi attivi dando vita all’oleolito.

Ti consigliamo...



Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su A cosa servono gli oleoliti?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.