800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Vecchi e Potenti

Politica, istituzioni, banche, imprese: perché l’Italia è in mano ai settantenni

Nunzia Penelope




Prezzo di listino: € 17,50
Prezzo: € 14,88
Risparmi: € 2,62 (15 %)

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

Descrizione


In Italia domina una generazione nata tra gli anni Venti e Trenta. Uomini che hanno iniziato la carriera nel dopoguerra e ancora oggi sono saldamente al potere: in politica come nelle istituzioni, ma soprattutto nelle banche, nelle imprese, nelle università e perfino nel mondo dello spettacolo. Un fenomeno tutto italiano, che ha trasformato il nostro Paese nell’impero dei vecchi, frustrando le ambizioni dei quaranta-cinquantenni, costretti eternamente in panchina dai propri padri e nonni.

Ma perché è accaduto tutto questo? Per quale motivo nella giovane Italia, unificata da poco più di cent’anni e con una Repubblica appena sessantenne, non è riuscita a farsi spazio e a crescere una classe dirigente più fresca? Dove e quando si è inceppato il passaggio del testimone fra vecchi e giovani? È colpa degli anziani, che non vogliono abbandonare il potere, o piuttosto dei giovani, incapaci di conquistarlo e gestirlo?

Con questa inchiesta condotta tra i protagonisti del mondo politico ed economico, l’autrice indaga le cause del mancato avvicendamento e svela i retroscena del potere degli ultrasettantenni. Ne emerge una dettagliata mappa della cosiddetta gerontocrazia italiana: termine usato molto impropriamente per definire alcune generazioni mitiche e inaffondabili, che in tempi difficili hanno costruito un’Italia probabilmente migliore di quella odierna. Ma ne deriva anche un inquietante interrogativo per il futuro: dato che non esiste ancora una generazione di ricambio, cosa accadrà quando l’attuale classe dirigente uscirà di scena?

 

«Sulla scena del potere dominano tre protagonisti assoluti: i banchieri Giovanni Bazoli, classe 1932, Cesare Geronzi, classe 1935, e Antoine Bernheim, classe 1924. Sono tra loro acerrimi rivali. La vittoria dell’uno segna la sconfitta dell’altro e la lotta è senza esclusione di colpi. Le loro età anagrafiche, sommate, fanno circa 230 anni, eppure sono proprio questi anziani e potentissimi signori a decidere gli assetti dell’economia italiana per il prossimo quarto di secolo…»

EditoreBaldini & Castoldi
Data pubblicazioneNovembre 2007
FormatoLibro - Pag 367 - 15x22 - cartonato
ISBN886073230X
EAN9788860732309
Lo trovi in#Attualità #Critica sociale
MCR-NR 16974

Nunzia Penelope è giornalista e autrice televisiva. Scrive di politica e di economia per «Il Mondo», «Il Foglio» e «L’Espresso». È sposata e ha due figlie. Vive e lavora a Roma. Questo è il suo terzo libro. Leggi di più...

Dello stesso autore


Soldi Rubati

€ 12,41 € 14,60 (15%)

Vedi tutte le pubblicazioni


nessuna recensione

Scrivi per primo una recensione
Scrivi una recensione

Articoli più venduti


I Segreti della Mente Milionaria

(106)

€ 11,90 € 14,00 (15%)

Mangiare Bene per Sconfiggere il Male - Libro

(18)

€ 11,90 € 14,00 (15%)

La Felicità fa i Soldi - Libro

(41)

€ 14,03 € 16,50 (15%)

La Biologia delle Credenze - Libro

(6)

€ 15,81 € 18,60 (15%)

Riequilibrio Quantico Integrato - Libro

(39)

€ 11,82 € 13,90 (15%)

Resi Umani - Libro

(2)

€ 13,35 € 15,70 (15%)

Kryon - La Nuova Umanità - Libro

€ 16,58 € 19,50 (15%)

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. — Nimaia e Tecnichemiste