800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Trovare l’Uomo Ideale

di Simona Oberhammer 5 anni fa


Trovare l’Uomo Ideale

Scritto da Simona Oberhammer

«Tutti gli uomini peggiori li trovo sempre io... »

«Non c’è una volta che me ne capiti uno giusto... »

«Sembra che certi uomini me li vada a cercare... »

«Non mi ha neppure lasciato. È semplicemente sparito dalla circolazione»

«Sembrava tanto innamorato, e invece... »

Le donne per amore soffrono. Soffrono tanto. Pur essendo autonome, indipendenti, libere e realizzate in tanti campi, quello dell’amore rimane un territorio difficile, dove molto sembra mancare. Spesso, quando mi raccontano le loro storie, concludono: «Alla fine, soffriamo sempre per un uomo: o uno che ci piace, o uno con cui non possiamo stare, o uno che ci ha lasciato o che vorremmo lasciare... ».

Perché il mal d’amore è così forte? Perché tante storie diventano lacrime anziché sorrisi? Tristezza anziché gioia? Abitudine anziché condivisione? Perché le donne cercano negli uomini – e nell’amore – quello che prima dovrebbero trovare in se stesse: la loro anima.

L’amore è pura e preziosa energia da condividere con qualcun altro. Non da cercare in qualcun altro. Spesso però le donne si comportano come se fossero un contenitore da riempire. Ma è da dentro se stesse che prima bisogna far sgorgare quell’energia. Per poi unirla all’altro. «Lui è l’uomo della mia vita. Mi basta stare con lui e ho tutto» «Solo con lui posso essere felice» «Senza di lui, non ha senso niente. Tutto è grigio e vuoto». «Per lui sono disposta ad ogni cosa».

È grande amore? Sì, certo, dice la nostra società. E ci mostra film in cui la donna che è disposta a fare l’impossibile per il suo uomo è quella che ama davvero. Ma è la realtà? Spesso c’è un’altra lettura: in questi amori “oltre se stesse” c’è proprio la mancanza di se stesse. Un vuoto da colmare che porta verso relazioni sbagliate.

Una donna che incentra la sua realizzazione su un uomo – consapevolmente o molto più spesso inconsapevolmente – non è una compagna ideale per il mondo maschile. Peggiora anche gli uomini migliori. Inquina anche le relazioni positive. «Ogni volta che succede qualcosa tra noi, mi dico che è l’ultima volta. Poi passa il tempo e mi dimentico di quello che è successo, anche dei comportamenti peggiori. La mente li cancella del tutto».

«Sto con un uomo perché ho paura della solitudine». «Perché se lui mi lascia mi sento di non valere più nulla come donna?». Sono frasi che le donne dicono. O pensano. Sono le basi delle relazioni malate: degli abbandoni, dei partner che stanno con te ma ti considerano poco, dei tradimenti, delle relazioni insipide.

Una donna dagli uomini deve andarci piena di se stessa, non alla ricerca di se stessa. Deve andarci con le sue risorse interiori, non a mani vuote. Perché è proprio a mani vuote che verrà lasciata. È con la sua anima femminile ricca e piena che deve dirigersi verso gli uomini, se vuole costruire una relazione positiva.

È energia femminile che gli uomini cercano. È quella che sentono integrante, che fa venire loro la voglia di restare con quella donna, di appassionarsi a lei, di condividere la propria vita con lei. Se la donna vuole trovare l’amore della sua vita deve perciò partire da se stessa: con un percorso interiore, meglio se al femminile. Allora troverà l’uomo ideale.

Questo testo è stato ispirato dal sito di Simona Oberhammer, naturopata e ideatrice della Via Femminile. Se vuoi saperne di più visita il sito http://www.simonaoberhammer.com/..

 

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita da Macrolibrarsi con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su Trovare l’Uomo Ideale

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste