800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Prima di cominciare - Estratto da "Frutta = Salute"

di Cucina Bio Evolutiva®, Marco Giai-Levra 2 mesi fa


Prima di cominciare - Estratto da "Frutta = Salute"

Leggi in anteprima le prime pagine del libro e scopri segreti, consigli e ricette per sfruttare al meglio i benefici della frutta e mangiare in modo sano

In questo libro trovi oltre 60 ricette studiate per invogliare grandi e piccini, abituati a seguire altri regimi alimentari, a concepire la frutta come pasto dolce o sapido, a conoscerne la versatilità in cucina senza ricorrere alla cottura o ad accostamenti fermentanti tipici di una certa gastronomia (pane, burro e marmellata; formaggio con le pere; prosciutto e melone ecc.) e a sostituire i prodotti industriali e confezionati con quelli della natura genuini e salutari.

Indice dei contenuti:

Sulle ricette e su alcuni alimenti

Premesso che non esiste una "gastronomia" fruttariana, di fatto l'averne creata una con questo libro non contrasta i principi di semplicità intrinseci allo stesso fruttarianismo così come vissuto dai fruttariani puri nella loro quotidianità: il nostro intento è semplicemente accompagnare i "principianti" in materia, nel viaggio colorato e divertente alla scoperta della frutta.

Le porzioni indicate si riferiscono esclusivamente alla quantità di cibo necessaria per preparare le varie ricette e non alla razione che una persona deve assumere di quel dato alimento!

Le porzioni sono libere e personali e semmai vanno bilanciate in base a ciò che ciascuno decide di mangiare nell'arco di una giornata. In ogni caso ricorda sempre che non è tanto la quantità del cibo assunto a dare energia al nostro organismo, bensì la sua qualità.

La suddivisione delle portate in "primi piatti", "piatti principali" ecc. è solo indicativa della tipologia del piatto così come si presenta visivamente e non si riferisce alla sequenza delle portate come in un menù convenzionale.

Quando nell'elenco dell'attrezzatura compare l'estrattore di succo, questi è sostituibile con la centrifuga, mentre l'essiccatore è sostituibile in estate con il sole e in inverno con il forno ventilato regolato al minimo (42 °C - 45 °C) o con i termosifoni domestici.

Raramente sono espresse indicazioni sulla conservazione delle pietanze, proprio perché sono a base di ingredienti naturali e freschi ed è sempre buona norma prepararle al momento e consumarle subito, per assorbire tutte le sostanze nutritive ed evitare di perderle anche solo parzialmente.

I nomi di alcuni piatti e preparati sono attinti dalla tradizione gastronomica classica (ad esempio tiramisù, cornetto, marmellata ecc.), ma ovviamente sono rivisitati in chiave fruttariana e non contengono nessuno degli ingredienti solitamente presenti in essi.

Le melanzane sono ricche di vitamina A, di quasi tutte le vitamine del gruppo B (Bl, B2, B3, B5, B6), di vitamina C e K, ma contengono anche la solanina (alcaloide glicosidico tossico) che si concentra soprattutto nelle foglie e nei fusti e, in piccole dosi, nel frutto, in particolare nella buccia. Per questa ragione è sconsigliabile mangiarle crude al naturale.

Nel raw food, per consumare melanzane senza rinunciare alle loro proprietà, si usano melanzane mature lavorate con due tecniche volte a ridurre sensibilmente la solanina: marinatura ed essiccazione.

Entrambe le tecniche possono essere precedute dalla spurgatura del liquido: si cospargono le melanzane di sale e si lasciano in uno scolapasta con sopra un peso per una decina di ore, affinché cedano il loro liquido. A quel punto si può decidere di marinarle o di essiccarle.

Per un maggiore scrupolo, le melanzane possono essere private della buccia, come si fa spesso anche nelle preparazioni cotte. Va specificato che nel fruttarianismo questo frutto-ortaggio non è molto usato, a favore dei frutti dell'orto che si possono consumare al naturale, senza ricorrere alle tecniche più peculiari della cucina crudista.

Le olive, dopo la raccolta, di solito vengono sottoposte a un ciclo di lavorazione che comprende la deamarizzazione per rendere solubile l'oleuropeina, la sostanza amara presente in esse. Il processo si effettua con soluzione sodica a temperatura ambiente o in modo naturale, poi seguono il lavaggio e la successiva conservazione e fermentazione.

Spesso le olive in commercio sono confezionate con l'aggiunta di altri ingredienti (sale, aceto, olio) e conservanti. È consigliabile pertanto non acquistare le olive processate con conservanti, scegliendo piuttosto quelle in semplice salamoia, con l'accortezza poi di dissalarle il più possibile, lasciandole in ammollo in acqua fredda per almeno 4 ore.

Le olive migliori sono coltivate in maniera ecologica, 100% naturali e fatte maturare al sole, raccolte a mano e non pastorizzate. Ottime quelle francesi di Nyons o quelle coltivate in Perù, essiccate al sole senza sale e olio.

Lo sciroppo di mele crudo è un dolcificante naturale ottenuto dalla lavorazione di mele biologiche a bassa temperatura (35 °C), reperibile negli shop online dedicati al cibo crudo.

I gusti della frutta

FRUTTA DOLCE

banane, cachi, datteri freschi ed essiccati frutta dolce secca: mele secche, albicocche secche, prugne secche, pere secche, fichi secchi, pesche secche, uvetta sultanina bacche essiccate (bacche di goji, di giuggiole [jujube], di gelso ecc.) cherimoya o annona, uva (zibibbo e pizzutella)

FRUTTA SEMI-DOLCE

albicocca, mele rosse, durian, fichi nostrani, rambutan, litchi, nespola del Giappone, papaya, pesca, pitaya o frutto del drago

FRUTTA ACIDA

agrumi: arancia, bergamotto, cedro, limone, mandarino, mandarancio, pompelmo ananas, fragola, kiwi, mele renette, melagrana, pesca acida, susina, uva acida, guava, acerola, maracuja pomodoro (frutta-ortaggio)

FRUTTA SEMI-ACIDA

ciliegia, fico d'India, mango, lampone, mela, mirtilli neri, mora, nespola, pera, pesca, prugna, ribes neri, susina, uva rossa, uva spina, marasca, mele verdi, mangostano

MELONE, E COCOMERO

tutte le varietà

FRUTTA DELL'ORTO

tutte le varietà: melanzana, pomodoro, zucca, zucchina, peperone, avocado (grasso proteico)

Il modo migliore di assumere frutta

Consuma la frutta a stomaco vuoto

Consuma la frutta a stomaco vuoto non mischiata ad altro cibo, oppure prima di un pasto (almeno mezz'ora: dipende dalle quantità che hai intenzione di ingerirne) o in sostituzione di un pasto, ma mai alla fine (lascia passare almeno tre ore).

La frutta non subisce nessuna digestione né in bocca né nello stomaco. Confluisce subito nell'intestino dove avviene un breve processo digestivo. Consumarla assieme ad altri alimenti che richiedono tempi digestivi maggiori (o subito dopo), significa trattenerla inutilmente nell'apparato digerente per il tempo necessario allo smaltimento degli altri cibi.

Consuma la frutta da sola (monofrutto) o combinandola correttamente

È fondamentale combinare correttamente la frutta a prescindere dallo stile alimentare seguito, ma ancora di più se hai un'alimentazione convenzionale. In questo modo eviterai fermentazioni intestinali e gonfiori.

Ricorda:

  • tutti i frutti dolci sono combinabili tra loro e, senza esagerare, anche con frutti semi-acidi o semi-dolci. Legano con lattughe e sedani, mentre sono incompatibili con i frutti acidi;
  • i frutti semi-acidi o semi-dolci sono combinabili in modo accettabile con frutta acida o con frutta dolce, ma non con entrambi i tipi nello stesso pasto, mentre legano con lattughe e sedani;
  • la frutta acida va consumata preferibilmente da sola. Se vuoi legarla ad altri alimenti, è compatibile con lattughe e sedani e con la frutta semiacida, mai con la frutta dolce;
  • meloni e cocomeri vanno mangiati almeno a 3 ore di distanza dai pasti principali, non mischiati fra loro o con nessun altro tipo di alimento, frutta compresa. Il cocomero contiene più del 90 per cento di acqua organica con molti zuccheri e lascia lo stomaco in fretta, quindi se unito ad altri alimenti è costretto a trattenersi nello stomaco e si decompone molto velocemente;
  • i frutti dell'orto (zucche, zucchine, pomodori, cetrioli, peperoni, melanzane, olive ecc.) sono combinabili tra loro e, come le verdure a foglia, con tutti gli altri alimenti, tranne che con la frutta.
  • Consuma frutta anche allo stato liquido con succhi e frullati
  • I frullati, e ancor più i succhi senza fibre, hanno tempi digestivi rapidissimi e rappresentano un modo molto efficace per consumare più frutta nell'arco della giornata e nel contempo idratarsi. Non sottovalutarli.
  • Quando consumi frutta allo stato liquido (estratti di succo, centrifugati e frullati), puoi combinare frutti di tipo diverso (si forma un pH unico). Presta attenzione invece alle combinazioni di frutti quando prepari macedonie o li consumi allo stato naturale.

Frutta esotica da importazione o coltivata in Italia

Anche la frutta esotica ha una propria stagionalità, ma essendo per lo più d'importazione e variando il Paese di provenienza, la si può avere tutto l'anno. Esistono coltivazioni di frutti esotici anche in Italia, ma non coprono tutto il mercato della penisola.

Frutta esotica coltivata in Sicilia

avocado, litchi, lucuma, mango, guava, feijoa, babaco, cherimoya, banana, maracuja, carruba e melo-ne-pepino

Frutta esotica più o meno reperibile in Italia

ananas, banana, carambola, guava, kiwano (cetriolo africano o melone cornuto), lulo, mangostano, maracuja, nashi (o pera-mela), pitaya (o frutto del drago), rambutan, salak (o frutto serpente), sapodilla (o sapotiglia), tamarillo, tamarindo

Frutta = Salute

I vantaggi per il benessere (e per la linea) di una dieta fruttariana - Contiene 60 ricette

Marco Giai-Levra, Cucina Bio Evolutiva®

Scopri come preparare deliziosi piatti dolci e saporiti a base di sola frutta e frutta-ortaggio, una salutare e golosa alternativa ai prodotti industriali e artigianali carichi di zuccheri, glutine, lieviti, grassi, un modo...

€ 8,90 € 7,57 -15,00%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Cucina Bio Evolutiva®

Nasciamo in rete nel gennaio 2013 come azienda di divulgazione di ricette etiche e salutiste. La cucina che proponiamo, dunque, esclude gli ingredienti animali e di origine animale, i cibi industriali contenenti conservanti e additivi chimici e utilizza solo alimenti coerenti con una scelta di...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Marco Giai-Levra

Marco Giai-Levra ha cominciato il proprio percorso di ricercatore indipendente nel campo della salute dal 1992 con la scelta etica del vegetarianismo. Musicista e informatico di formazione, ha conseguito la laurea in "Composizione contemporanea, nuove tecnologie multimediali e informatica...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Prima di cominciare - Estratto da "Frutta = Salute"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste