800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Prefazione - Io Non Penso Positivo - Libro di Gabriele Oettingen

di Gabriele Oettingen 5 mesi fa


Prefazione - Io Non Penso Positivo - Libro di Gabriele Oettingen

Leggi un estratto dal libro di Gabriele Oettingen "Io Non Penso Positivo"

Qual è il tuo desiderio più grande? Cosa sogni per il tuo futuro? Cosa vuoi essere, cosa vuoi fare? Immagina che tutto questo diventi realtà. Non sarebbe meraviglioso, appagante?

Cosa ti trattiene dal realizzare ciò che desideri? Cosa c'è in te che ti blocca?

Io non penso positivo è un libro che parla dei desideri e di come realizzarli. Deve le sue idee a un lavoro di ricerca ventennale nel campo della scienza motivazionale. Presenta un'idea unica e sorprendente: gli ostacoli che secondo noi ci impediscono di raggiungere i nostri desideri più grandi, in realtà possono accelerarne la concretizzazione.

Quando ci troviamo di fronte a qualcuno che vuole realizzare un sogno ben preciso, molti di noi reagiscono offrendo un consiglio semplicissimo: pensa positivo! Non soffermarti sugli ostacoli, ti butteresti solo giù di morale; sii ottimista, concentrati su ciò che vuoi ottenere; immagina un futuro felice che ti vede dinamico e impegnato; visualizza quanto appariresti più elegante dopo aver perso quei nove chili, quanto saresti più felice una volta portata a casa la promozione, quanto risulteresti più attraente agli occhi del tuo partner se smettessi di bere, quanto saresti più apprezzato dopo aver dato il via a quella nuova attività. Canalizza l'energia positiva, e tutti i sogni si realizzeranno prima che tu possa rendertene conto.

Ma raramente chi sogna ad occhi aperti si dà anche da fare. La mia ricerca ha confermato che se ci si limita a fantasticare sul proprio futuro si hanno meno probabilità di riuscire a realizzare sogni e desideri (esattamente come succede se ci si sofferma solo sugli ostacoli).

Sognare senza essere consapevoli della realtà dei fatti non basta, e le ragioni sono molteplici. E' sì un atto piacevole che ci dà l'impressione di esaudire i desideri nella nostra mente, ma ci rende più deboli davanti alle sfide che incontriamo nella vita reale.

Esiste un altro modo di immaginare il nostro futuro. Si tratta di un approccio più complesso che emerge dal lavoro che ho svolto nell'ambito della scienza motivazionale. L'ho chiamato "metodo del contrasto mentale". Secondo questa tecnica, oltre a fantasticare dobbiamo mettere a fuoco le barriere e gli ostacoli personali che ci impediscono di realizzare i nostri sogni. Forse abbiamo paura che confrontando direttamente le nostre aspirazioni con la realtà, queste vengano represse - rendendoci ancora più bloccati, indolenti e immotivati. Ma non è così.

Quando facciamo ricorso al contrasto mentale, la nostra determinazione ad agire aumenta. E quando entriamo nel dettaglio delle azioni che intendiamo fare man mano che sorgono gli ostacoli, ci motiviamo ancora di più.

Nei miei studi ho potuto osservare come, applicando la tecnica del contrasto mentale, le persone abbiano rafforzato la loro determinazione a smettere di fumare, a perdere peso, a prendere voti più alti, ad avere relazioni più sane, a essere più efficaci nel lavoro, e via dicendo. In poche parole, aggiungendo un pizzico di realismo all'immagine mentale positiva del futuro, il contrasto mentale permette di diventare sognatori e individui che agiscono.

La ricerca scientifica che qui viene esposta suggerisce che fantasticare ingenuamente non è sempre un bene come si vuol far credere. Io non penso positivo indaga e documenta la forza di un compito all'apparenza semplice: mettere uno accanto all'altro i nostri sogni e gli ostacoli che ci impediscono di realizzarli. Nel corso del libro approfondisco i motivi per i quali questa strategia funziona, in particolar modo a livello della mente inconscia, e illustro il processo di pianificazione che la rende ancora più efficace. Negli ultimi due capitoli applico il metodo del contrasto mentale a tre ambiti del cambiamento personale prendersi cura della propria salute, coltivare relazioni migliori, aumentare le proprie prestazioni a scuola e al lavoro - e fornisco dei consigli su come riuscire a introdurlo nella propria vita.

Nello specifico, presento una procedura di quattro passi basata sul contrasto mentale e chiamata woop. Si tratta di una tecnica facile da imparare, applicabile sia ai desideri immediati che a quelli a lungo termine, e la cui capacità di rendere più diretti e motivati è stata scientificamente provata. 

Ho scritto questo libro per tutte quelle persone che sono bloccate e non sanno come uscire da questa situazione. Ma è rivolto anche a chi ha una vita che procede bene ma si chiede se non potrebbe andare meglio, a chi si trova davanti una sfida che in passato non è riuscito a superare o che semplicemente non sa come affrontare. Infine l'ho scritto per tutti noi, che abbiamo bisogno di qualcosa che ci stimoli a proseguire lungo il nostro percorso.

Per quale motivo? Le società tradizionali dispongono di numerosi meccanismi - rituali, consuetudini, regolamenti, leggi, norme - che circoscrivono l'autonomia individuale e assegnano alle persone ruoli e responsabilità. Lo stesso vale per le società repressive, come la Corea del nord o l'ex Germania dell'est. Quando ci manca la libertà d'azione, le nostre scelte non contano così tanto perché forze esterne ci sottopongono a un tira e molla: ci spingono ad agire o ci impediscono di farlo. In società di questo tipo, le persone si trovano di fronte a una sfida che riguarda prima di tutto la perseveranza e il mantenimento di un morale alto.

Le società occidentali di oggi sono diverse: ci mettono di fronte a quella che si potrebbe definire la "maledizione della libertà". Il tira e molla tipico della tradizione o di un'autorità esterna sembra essersi affievolito. Molti di noi fanno esperienza di una libertà che non è mai stata così estesa, ma ci viene richiesto di agire per conto nostro - di trovare in noi il modo per rimanere determinati, motivati, impegnati e connessi. Non c'è nessuno che, giorno dopo giorno, ci indichi cosa fare per stare meglio, per perseguire una carriera appagante o per costruire una famiglia. Nessuno ci supervisiona dando alle nostre vite un significato. E tutto sulle nostre spalle.

Dobbiamo mantenere il controllo - e abbiamo bisogno di ripristinare la capacità di agire in maniera costruttiva, soprattutto quando ci ritroviamo terribilmente bloccati.

Abbandonarsi alle fantasie che riguardano il futuro non aiuta. Nonostante nel breve termine possa risultare piacevole, in realtà non fa altro che svuotare il nostro impegno e condurci a esitare continuamente. Finiamo per impantanarci nell'indecisione, sull'orlo dell'apatia; tendiamo a sbandare impulsivamente da un'azione all'altra, spinti al di là delle nostre capacità, frementi di rabbia per la frustrazione, scivolando in un'infelicità che non comprendiamo. Ma, se oltre a vivere i sogni nella nostra mente ci radichiamo nelle realtà che siamo destinati ad affrontare, possiamo ricaricarci per prendere di petto la vita - ed entrare in sintonia con ciò che è più reale e duraturo.

Che tu sia infelice o alle prese con problemi seri, o che tu voglia solo scoprire, esplorare e ottimizzare possibilità e opportunità nascoste, questo libro renderà più forti le tue idee sulla motivazione umana e ti aiuterà a tracciare con coraggio un percorso davanti a te. Come molte delle persone che hanno preso parte ai miei studi, ti ritroverai più motivato a entrare in contatto con gli altri, a relazionarti con il mondo che ti circonda e ad agire.

Tutto questo a partire da una sola, contro-intuitiva domanda: cosa ti trattiene dal realizzare i tuoi sogni?

Tratto dal libro:

Io Non Penso Positivo

Come raggiungere davvero i tuoi obiettivi

Gabriele Oettingen

Questo libro è il risultato del lavoro di Gabriele Oettingen sulla scienza motivazionale, durato più di vent'anni.
L’autrice sviluppa qui la sua teoria sul pensiero positivo, uno strumento mentale che viene usato in ogni ambito della vita, ma che in realtà non fa che soddisfarci solo virtualmente, sottraendoci l’energia necessaria per raggiungere i nostri obiettivi. Con questo libro Gabriele Oettingen insegna a liberarci dai falsi miti della positività allo scopo di ottenere un nuovo modo per immaginare il futuro.

Vai alla scheda

GABRIELE OETTINGEN insegna psicologia alla New York University e all’Università di Amburgo. La sua ricerca si focalizza su come le persone immaginano il futuro, e il suo impatto sulla cognizione, l’emozione e il comportamento. I suoi studi sono stati pubblicati sulle più autorevoli riviste...
Leggi di più...

Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Prefazione - Io Non Penso Positivo - Libro di Gabriele Oettingen

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste