+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Pranzi delle feste, zero sprechi

di Lisa Casali 1 anno fa


Pranzi delle feste, zero sprechi

Ridurre l’impatto ambientale del cibo proprio a Natale? Ecco come farlo in 4 mosse: sprecando meno e accontentando tutti

Una sera di dieci anni fa la mia vita è cambiata grazie a un carciofo che mi ha aperto gli occhi sui paradossi che riguardano il cibo. Da quella sera non ho più smesso di sperimentare e promuovere le mie idee attraverso le pagine del mio blog “Ecocucina”, sei libri, e i programmi tv che conduco. Oggi sono una scienziata ambientale attivista per l’alimentazione sostenibile.

Uno dei temi che mi è più caro è quello della lotta allo spreco, per questo le mie ricette hanno come ingredienti parti di scarto come bucce, gambi e foglie. Credo sia il momento di voltare pagina rispetto a una cucina sprecona e ad alto impatto ambientale e sperimentare un nuovo modo di mangiare che faccia vivere a lungo non solo noi, ma anche il pianeta.

Le feste di Natale sono spesso un’occasione di consumo sfrenato e di spreco, non solo a tavola. Quest’anno per le feste accetta una sfida: quella di comprare solo quello che davvero serve, cucinando tutto, comprese le parti meno nobili, senza sprecare nulla. Ecco una guida in quattro punti su come fare, con tanti spunti e idee utili per mettere a tavola tanto, sprecando meno e soddisfacendo il palato di tutti. 

  • Compra quello che serve davvero

Per comprare solo quello che serve davvero, senza esagerare con gli acquisti, dedica almeno 15 minuti a pianificare bene i pasti per le feste. Fai la lista dopo aver deciso il menu, tenendo conto del numero di persone a tavola. Privilegia ingredienti vegetali e di stagione. Evita i prodotti ittici sovrasfruttati e acquista prodotti animali con moderazione.

  • Mangia il giusto

Anche durante le feste è importante non esagerare a tavola. Assaggia tutto, ma in piccole porzioni e consuma con moderazione alcolici e dolci. Ricorda che una fetta di panettone e pandoro equivalgono a un piatto di pasta molto condito. Mangiare troppo non solo ha conseguenze sulla nostra salute, ma anche sull’ambiente, si tratta infatti di risorse naturali consumate non per nutrirci ma per sovranutrirci, quindi sprecate.

  • Cucina senza sprechi

Cucinare senza sprechi è possibile e ti permetterà di raddoppiare la resa della spesa. Innanzitutto è importante cucinare le giuste porzioni senza esagerare. Quando prepari frutta e ortaggi, fai in modo di valorizzare anche parti come bucce, gambi, foglie, torsoli. Quelle che consideriamo parti meno nobili sono in realtà le più ricche di antiossidanti e fibre. Imparare a valorizzare tutte queste parti ha grandi benefici per la salute, l’ambiente e il portafoglio. Ecco qualche idea su come non sprecare nulla delle verdure.

  • Finocchi

A Natale prepara un’insalatina con il cuore dei finocchi e a Santo Stefano delle terrine con le foglie esterne e il pane raffermo. Per utilizzare le foglie esterne dei finocchi ed evitare che risultino eccessivamente fibrose e filamentose tagliatele in direzione perpendicolare a quella dei filamenti.

  • Carciofi

Alla Vigilia prepara un antipasto con i cuori di carciofo e a Natale una pasta fresca con una crema di foglie esterne di carciofo. Per prepararla cuoci le foglie esterne coperte di acqua in pentola a pressione per 15 minuti dal fischio. Passa quindi al colino o a una chinoise in modo da spremerne tutto il succo e più polpa possibile.

  • Broccoli

Se a Natale hai preparato un’insalata di rinforzo con le cime dei broccoli a Santo Stefano prepara degli sformatini con crema di gambo di broccolo.

  • Porri

Se alla vigilia cucini un risotto al porro usando i bulbi bianchi, a Natale prepara le lasagnette con le parti verdi (vedi ricetta a pag. 28).

  • Ricicla gli avanzi

Se avanza qualcosa mettila subito in frigo e recuperala prima possibile. La pasta e il riso una volta cotte e poi riscaldate si arricchiscono di amido resistente, benefico per il nostro microbioma. Le verdure avanzate possono diventare il ripieno di una torta salata, una frittata o uno sformato. La carne e il pesce diventano una gustosa crocchetta da servire come antipasto. Infine un ultimo ingrediente da non far mancare sulla tavola delle feste, un pizzico di buon senso e razionalità. Datevi un budget di spesa e sarà più facile rispettare le 4 regole della cucina antispreco anche durante le feste.

Lasagnette di porri

Ecco un assaggio di una ricetta antispreco per le feste green.

INGREDIENTI

  • la parte verde di 4 porri
  • 1 sedano rapa da 700 g
  • 150 g di Fontina
  • 100 g di burro
  • 100 g di formaggio grattugiato
  • 500 ml di latte
  • 2 cucchiai di farina
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • Sale e pepe

PREPARAZIONE

Lavate bene la parte verde dei porri e tagliatela a rettangoli regolari – a voi la scelta delle dimensioni – a seconda se userete un’unica teglia o delle terrine per fare mono porzioni. Cuocete le lasagne di porro in acqua bollente salata per 10 minuti. Riciclate l’acqua di cottura di ortaggi o pasta e comunque tenete da parte l’acqua una volta utilizzata per i porri.

Scolate e asciugate i porri e lasciateli distesi su un panno. Sbucciate il sedano rapa e tagliatelo a cubetti. Imburrate una teglia di ceramica, tenete da parte qualche fiocchetto di burro e sciogliete il resto in una pentola. Unite il sedano rapa a cubetti, salate, pepate e fate rosolare. Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare. Scolate quindi il sedano rapa e unite al fondo la farina.

Mescolate a fuoco medio e fate rosolare per 4 minuti circa. Unite quindi il latte caldo poco alla volta mescolando e quando l’avrete incorporato tutto unite metà del sedano rapa. Fate cuocere per 8 minuti circa mescolando quindi riducete in purea con un frullatore a immersione.

Tagliate la fontina a fette sottili. Componete le lasagne nella teglia partendo da uno strato di porri, uno di besciamella, uno di sedano rapa in cubetti, fontina e una spolverata di parmigiano. Proseguite così per un altro strato e fino a terminare gli ingredienti. Completate con i fiocchetti di burro e formaggio grattugiato. Infornate a 180 °C per 35 minuti. Sfornate e servite.

 

Le feste di Natale sono spesso un’occasione di consumo sfrenato e di spreco, non solo a tavola. Quest’anno per le feste accetta una sfida: quella di comprare solo quello che davvero serve, cucinando tutto, comprese le parti meno nobili, senza sprecare nulla

Ti consigliamo...


Quanto Basta — Libro

(1)

€ 18,91 € 19,90 (5%)

Tutto Fa Brodo — Libro

(1)

€ 17,10 € 18,00 (5%)

Eco-Cucina — Libro

(6)

€ 14,16 € 14,90 (5%)


Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Lisa Casali

Lisa Casali

Lisa Casali è nata a Forlì nel 1977. Fin da piccola coltiva la passione per la cucina con il piglio della scienziata. Si occupa di cucina in tutti i sensi: ingredienti a minor impatto ambientale, ovvero la cui produzione richiede minor consumo di suolo e di acqua e minor immissione...
Leggi di più...

Vivi Consapevole Vivi Consapevole è una rivista trimestrale illustrata edita da Macrolibrarsi.146 pagine dedicate ad autosufficienza, permacultura, decrescita, cultura della transizione, risparmio energetico, riduzione dei rifiuti, cucina naturale, medicina integrata, terapie naturali,...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Pranzi delle feste, zero sprechi

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.