800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Leggi un estratto dal libro di Osho "Vi Parlo di Gesù"

di Osho 6 mesi fa


Leggi un estratto dal libro di Osho "Vi Parlo di Gesù"

Leggi in anteprima le pagine iniziali del libro "Vi Parlo di Gesù" scritto da Osho

Parlerò di Cristo ma non del cristianesimo. Il cristianesimo non ha nulla a che vedere con Cristo. Di fatto, il cristianesimo è anti-Cristo - esattamente come il buddhismo è anti-Buddha e il giainismo anti-Mahavira.

Cristo ha in sé qualcosa a cui non è possibile dare un'organizzazione: per sua stessa natura è ribellione, e una ribellione non può sottostare a un'organizzazione.

Nel momento in cui ha un'organizzazione, è annientata. Allora ne resta solo il cadavere. Lo puoi venerare, ma non potrà trasformarti. Puoi portarne il peso per centinaia d'anni, ma ti opprimerà soltanto. Non ti libererà.

Ecco perché, fin dall'inizio, vorrei che sia assolutamente chiaro: io sono per Cristo, ma nemmeno una briciola di me è a favore del cristianesimo. Se vuoi Cristo, devi andare oltre il cristianesimo. Se ti aggrappi troppo alla cristianità, non sarai in grado di capire. Cristo. Cristo è al di là di qualunque Chiesa.

Cristo è il principio primo di ogni religione. In Cristo tutte le aspirazioni dell'umanità vengono appagate. Egli è una sintesi rara. Normalmente un essere umano vive con angoscia, tormento, ansia, dolore, infelicità.

Se guardi Krishna, vedrai che si è mosso verso la polarità opposta: egli vive in estasi. Non v'è rimasta nessuna angoscia, il tormento s'è dileguato. Lo puoi amare, puoi danzare con lui per un po', ma non ci sarà una connessione. Tu sei in angoscia, lui è in estasi - dov'è il ponte che vi unisce?

Buddha è andato persino più lontano. Egli non è in agonia né in estasi. È assolutamente calmo e tranquillo, è così distante che lo puoi guardare, senza riuscire a credere che esista veramente. Sembra un mito - un desiderio dell'umanità realizzato. Come può un uomo simile camminare sulla terra, così trascendente ogni angoscia e ogni estasi? E' troppo remoto.

Gesù è l'apice di tutte le aspirazioni. È in agonia come te, è nato come ogni essere umano - ed è in agonia sulla croce. Egli è in quell'estasi che a volte un Krishna può raggiungere: celebra, è una canzone, una danza. Ed è anche trascendenza. Ci sono momenti, quando ti avvicini a lui sempre di più, in cui vedi che la sua essenza più intima non è la croce né la celebrazione, ma la trascendenza.

Questa è la bellezza di Cristo: esiste una connessione. Pian piano puoi avvicinarti a lui ed egli ti può guidare verso l'ignoto - e così lentamente che non ti accorgerai nemmeno di stare oltrepassando i confini, quando dal conosciuto entri nell'ignoto, quando il mondo scompare e Dio appare. Puoi aver fiducia in lui, perché è così simile a te e così diverso allo stesso tempo. Puoi credere in lui perché è parte della tua agonia e puoi capire il suo linguaggio.

Ecco perché Gesù è diventato una pietra miliare nella storia della consapevolezza. Non è solo una coincidenza che la nascita di Gesù sia diventata la data più importante della storia. Doveva essere così. Prima di Cristo, un mondo; dopo Cristo, è esistito un mondo totalmente diverso - una demarcazione nella consapevolezza degli uomini. Ci sono un'infinità di calendari, una miriade di metodi, ma il calendario basato su Cristo è il più significativo.

Con lui è cambiato qualcosa nell'uomo; con lui è penetrato qualcosa nella consapevolezza dell'uomo. Buddha è bello, maestoso, ma non è di questo mondo; Krishna si può amare, ma manca una connessione con lui. Cristo è quella connessione.

Per questo ho scelto di parlare di Cristo.
Ma ricorda sempre che non sto parlando del cristianesimo.

La chiesa è sempre anticristo. Una volta che tenti di dare un ordinamento a una ribellione, la ribellione dev'essere sedata. Non puoi dare una struttura a una tempesta, come potresti dare una struttura a una ribellione? Una ribellione è vera e viva solo quando è un caos.

Con Gesù, il caos entra nella consapevolezza umana. Ora l'organizzazione non va portata all'esterno, nella società; l'ordine deve essere portato nell'essenza più intima del tuo essere. Cristo ha portato il caos; ora da quel caos devi rinascere completamente nuovo, un ordine che scaturisce dai tuoi recessi interiori - non una nuova chiesa ma un uomo nuovo; non una nuova società, ma una nuova consapevolezza umana. Questo è il messaggio.

E queste parole dal Vangelo di Giovanni - devi averle sentite un'infinità di volte, devi averle lette moltissime volte. Sono diventate praticamente inutili, prive di significato, banali. Sono state ripetute così tante volte che ora nessuna eco risuona più nel tuo cuore, quando le senti. Ma queste parole hanno una tremenda potenzialità. Potrai aver perso il senso della loro importanza, ma se diventi un po' attento, consapevole, puoi riappropriarti del significato di queste parole.

Sarà una lotta cercare di recuperarne il significato... esattamente come reclamare una terra dalle acque del mare.

Il cristianesimo ha coperto queste parole meravigliose con così tante interpretazioni, che la freschezza originale si è persa - a causa delle bocche dei preti che semplicemente ripetono come pappagalli, senza sapere cosa dicono: senza sapere, senza esitazione, senza tremare di fronte alla sacralità di queste parole. Semplicemente ripetono come degli automi. I loro gesti sono falsi, perché sono stati loro insegnati.

Tratto dal libro:

Vi Parlo di Gesù

Lasciate che i morti seppelliscano i propri morti

Osho

Un commento ai Vangeli che spiega la visione di Osho, una nuova lettura dei testi antichi, che vengono riletti sotto una nuova luce.

Ma quale era il vero messaggio di Gesù? Cosa voleva veramente insegnare e trasmettere con le sue azioni, le parabole e le forti esperienze spirituali in un mondo che lo condannò e che poi lo uccise? Come mai dopo più di duemila anni, Gesù continua a far parlare di sé e ispira tante persone a cercare se stesse?

Questo è il libro giusto per trovare la soluzione a questi e ad altri interrogativi.

Vai alla scheda

Osho è stato un filosofo e leader carismatico e maestro spirituale indiano fra i più influenti e conoscuti del ventesimo secolo. Mai nato - Mai morto - Ha solo visitato il pianeta Terra tra l'11 dicembre 1931 e il 19 gennaio 1990. Con queste parole immortali, Osho detta il suo epitaffio e allo...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Leggi un estratto dal libro di Osho "Vi Parlo di Gesù"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste