800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La storia dietro la storia di "Chi ha spostato il mio formaggio?"

di Ken Kenneth Blanchard 3 anni fa


La storia dietro la storia di "Chi ha spostato il mio formaggio?"

Vi confesso di essere un po' emozionato mentre mi appresto a rivelarvi «la storia dietro la storia» di Chi ha spostato il mio formaggio?, perché vuol dire che ora il libro è stato scritto davvero e finalmente tutti possono leggerlo, apprezzarlo e divulgarlo.

È un momento che ho atteso con trepidazione fin da quando, anni fa, ebbi la ventura di ascoltare per la prima volta Spencer Johnson raccontare la sua straordinaria storia del Formaggio, ancor prima che iniziassimo a collaborare alla stesura dell'One Minute Manager. La storia mi entusiasmò e ricordo che pensai che da quel momento in poi mi sarebbe stata sicuramente di immensa utilità.

Chi ha spostato il mio formaggio? racconta i cambiamenti che avvengono all'interno di un Labirinto in cui quattro singolari personaggi vanno alla ricerca del Formaggio, che rappresenta metaforicamente tutto ciò che desideriamo possedere nella vita, sia esso un lavoro o una relazione personale, il denaro, una casa più grande, la libertà, la salute, riconoscimenti, pace spirituale, o anche una semplice attività come il jogging o il golf.

Ognuno di noi ha una propria concezione personale della natura del Formaggio, ma tutti aspiriamo a possederlo, perché siamo convinti che abbia il potere di procurarci la felicità. Quando riusciamo a ottenerlo, spesso ne diventiamo fortemente dipendenti, e quando lo perdiamo o ci viene sottratto ne rimaniamo sconvolti.

Il Labirinto della storia rappresenta il luogo in cui passiamo il nostro tempo alla ricerca dell'oggetto del nostro desiderio. Può essere l'organizzazione in cui lavoriamo, la comunità in cui viviamo o anche le relazioni interpersonali che abbiamo sviluppato nel corso della nostra esistenza.

Durante le conferenze che ho occasione di tenere in ogni parte del mondo, racconto la storia del Formaggio che vi state apprestando a leggere, e spesso in occasioni successive molti dei miei ascoltatori mi riferiscono che essa ha cambiato il corso della loro vita.

Può sembrare incredibile, eppure a questa fiaba è stato di volta in volta attribuito il merito di aver salvato carriere, matrimoni e persino vite umane!

Uno dei molti esempi tratti dalla vita reale mi è stato fornito da Charlie Jones, uno stimato cronista della NBC-TV, che ha rivelato che proprio grazie all'ascolto della storia di Chi ha spostato il mio formaggio? è riuscito a salvarsi la carriera. Non c'è dubbio che il lavoro del cronista televisivo sia molto particolare, tuttavia i principi appresi con questa storia possono essere messi a frutto da chiunque altro.

Il fatto avvenne così: Charlie, che nelle ultime Olimpiadi aveva fatto un buon lavoro dando il meglio di se stesso come cronista delle gare di atletica, rimase sorpreso e sconcertato quando il suo capo lo informò che per i giochi successivi intendeva rimuoverlo da quell'importante incarico, relegandolo a commentare le gare di nuoto e tuffi.

Dal momento che non era altrettanto esperto di tali discipline, Charlie si sentì frustrato. Pensò di aver perduto la fiducia dei superiori e si irritò profondamente, lamentandosi di quella che percepiva come una palese ingiustizia. La rabbia cominciò a contagiare ogni sua azione.

Poi ebbe occasione di ascoltare la storia raccontata in questo libro.

Come egli stesso riferì, ciò ebbe su di lui un effetto straordinario: capì che la sua reazione era alquanto ridicola e cambiò totalmente atteggiamento. Comprese che il suo capo aveva solo «spostato il suo Formaggio», e quindi decise di impegnarsi a fondo per rispondere in modo costruttivo alla nuova situazione. Perciò si mise a studiare attivamente i due nuovi sport e così facendo scoprì anche che quella nuova sfida lo faceva sentire più giovane.

Ben presto il suo capo riconobbe e apprezzò il suo atteggiamento e l'impegno profuso, e gli assegnò senza indugio un incarico più prestigioso. Il suo successo personale raggiunse così il culmine e in seguito il suo nome fu inserito nella Hall ofFame del football professionistico, nella sezione dedicata ai cronisti.

Questo è solo uno dei tanti aneddoti tratti dalla vita di tutti i giorni che ho avuto occasione di ascoltare sull'influenza profonda che questa storia ha avuto sulle persone più disparate, incidendo sui vari aspetti della loro esistenza, dalla vita lavorativa fino a quella affettiva.

Sono così fortemente convinto della forza di Chi ha spostato il mio formaggio?, che ho consegnato una copia di una pre-edizione del libro a ciascuno degli oltre duecento dipendenti della nostra azienda.

Perché l'ho fatto?

Perché come ogni azienda che non si ponga il mero obiettivo della sopravvivenza, ma che aspiri anche a mantenersi competitiva nel tempo, la Blanchard Training & Development è in uno stato di perenne cambiamento.

Il nostro Formaggio viene continuamente spostato.

Di conseguenza oggi la caratteristica principale che richiediamo ai nostri dipendenti non è più, come nel passato, la fedeltà all'azienda, bensì la flessibilità: vogliamo avere a disposizione persone svincolate da schemi precostituiti, persone che non si sentano troppo legate al «modo in cui si fanno le cose qui».

Ma, come ben sapete, vivere in uno stato di continua turbolenza, sballottati da continui cambiamenti nel lavoro e nella vita quotidiana, può risultare alquanto stressante, a meno che non si possieda una visione del cambiamento atta a comprenderlo e accettarlo. Provate ad acquisirla con la storia del Formaggio.

Dopo che i miei collaboratori, seguendo il mio suggerimento, ebbero letto Chi ha spostato il mio formaggio?, ebbi la chiara sensazione che le loro resistenze psicologiche andassero scemando. Infatti, uno dopo l'altro, da ogni ufficio mi vennero a ringraziare, sostenendo che il libro li aveva aiutati a vedere i cambiamenti in atto nell'azienda sotto una luce diversa.

Credetemi, questa breve parabola si legge in un momento,
ma spesso il suo effetto è profondo e duraturo.

Procedendo nella lettura del libro, incontrerete tre sezioni successive. Nella prima, «Una riunione», un gruppo di vecchi compagni di scuola discutono, durante una rimpatriata, su come affrontare i cambiamenti avvenuti nel corso della loro vita.

La seconda sezione, intitolata «La storia di Chi ha spostato il mio formaggio?», è il cuore del libro. In questa sezione vedremo che i due topolini, che agiscono in modo semplice e diretto, riusciranno ad adeguarsi al cambiamento meglio dei loro amici gnomi, i quali invece, con i loro complessi meccanismi cerebrali e le loro passioni umane, tendono a complicare enormemente le cose. Non è che i topi siano più intelligenti degli gnomi: al contrario, sappiamo benissimo che la mente umana è più brillante e sofisticata di quella dei topi.

Tuttavia, quando analizziamo più da vicino il comportamento dei quattro personaggi della storia e comprendiamo che in realtà sia i topolini sia gli gnomi rappresentano aspetti della nostra natura - dai più semplici ai più complessi -, ci rendiamo conto che quando affrontiamo il cambiamento è nostro interesse adottare i semplici comportamenti che in quel contesto funzionano meglio.

Nella terza sezione, «Una discussione», alcune persone discutono della propria interpretazione della storia e spiegano come intendano applicarne gli insegnamenti nel lavoro e nella vita quotidiana.

Alcuni di coloro che hanno potuto leggere il primo manoscritto del libro hanno preferito fermarsi alla fine della «storia», trascurando la sezione finale, in modo da poterne cogliere il senso in modo personale. Altri invece hanno apprezzato la lettura della discussione finale, giudicando di poterne trarre ispirazione per applicare con successo gli insegnamenti della storia ai propri casi personali.

Comunque sia, confido che ogni volta che sfogherete le pagine di Chi ha spostato il mio formaggio? vi troverete qualche spunto nuovo e utile, così come succede a me, e che la lettura vi aiuterà ad affrontare il cambiamento e a raggiungere il successo, qualunque cosa esso rappresenti per voi.

Vi auguro di cuore di assaporare il piacere della scoperta,
e ricordate sempre: spostatevi con il Formaggio!

Ken Blanchard

Ti consigliamo...


Kenneth Blanchard è uno fra i consulenti manageriale più conosciuti al mondo. Nato negli Stati Uniti nel 1939 si è laureato alla Cornell University in Governement and Philosophy completando il suo dottorato in amministrazione e management.Nei primi anni ottanta è professore di Leadership and...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su La storia dietro la storia di "Chi ha spostato il mio formaggio?"

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste