Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

La depressione: affrontiamola al naturale

di Margherita Gradassi 1 anno fa



Momenti di sconforto e tristezza sono comuni a tutti gli individui, ma risultano solitamente temporanei ed occasionali.

Quando invece lo stato d’animo si stabilizza su sentimenti come inadeguatezza, afflizione e sfiducia con effetti sulla vita sociale e lavorativa, si inizia a parlare di depressione.

Le forme depressive vengono descritte accuratamente nel DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) di conseguenza non userò queste pagine per darvi informazione non pertinenti alla mia professione. Vorrei puntare invece lo sguardo sulle concause che subentrano in un disturbo depressivo lieve o no che sia, e sulle modalità per poterne alleviare i sintomi con tecniche e rimedi naturali.

Spesso quando ci si avvicina alla depressione, che sia nostra o quella di una persona cara, la prima soluzione che viene in mente è una visita da un bravo psicologo. Non che questo sia sbagliato, anzi!

Parlare con qualcuno dei problemi che affliggono l’animo umano è sempre di grande aiuto, ma a mio parere a volte riduttivo in quanto la depressione ha una base causale legata a diversi meccanismi biologici.

La depressione deriva anche da un alterato equilibrio delle azioni di certi neuromediatori sui recettori e sulla traduzione del messaggio stesso che portano. In particolare risulterebbero coinvolti i sistemi della serotonina, della dopamina e della noradrenalina, sostanze implicate nella regolazione del piacere, della ricerca delle novità, del tono dell’umore e delle reazioni emotive. Nell’ambito farmaceutico si agisce solitamente cercando di aumentare la quantità di alcuni di questi neurotrasmettitori ed inibendone la così detta ricaptazione.

A livello naturopatico si cerca sempre di andare a valutare bene le cause dei disturbi, e spesso un sintomo evidente è soltanto la punta di un iceberg sommerso.

La depressione in particolar modo potrebbe essere il segnale di allarme di problemi alla tiroide anche non evidenti da test di laboratorio, intossicazioni da metalli pesanti che creano una tossicità neurologica importante, problemi intestinali di varia origine.

L’intestino infatti viene anche chiamato cervello ancestrale e studi anche recenti hanno dimostrato che molti neurotrasmettitori sono sintetizzati da amminoacidi essenziali derivabili esclusivamente dalla dieta. Di conseguenza è fondamentale che l’intestino sia in grado di assorbirli adeguatamente per il corretto funzionamento cerebrale.

Se l’intestino si presenta in disbiosi (cioè un disequilibrio della flora intestinale) le possibilità che questi amminoacidi vengano captati e trasformati in neurotrasmettitori si riduce notevolmente. Quindi tutte le persone che soffrono di colite, stitichezza, intolleranze, gonfiori ecc sono sicuramente più portate ad avere disturbi depressivi.

Alimentazione e stile di vita

Tra i rimedi disponibili a livello naturopatico i primi a nostra disposizione sono l’alimentazione e lo stile di vita.

Trenta minuti al giorno di esercizio fisico anche leggero e un’alimentazione ricca di proteine prevalentemente vegetali e al contrario povera di carboidrati complessi può sostenere un buon livello di umore.

Quindi diamo spazio ad alimenti ricchi di vitamine del gruppo B, magnesio, inositolo e triptofano (precursore della serotonina) come legumi, soia, pesce fresco che contiene buoni livelli di EPA e DHA come le sardine, l’aringa e lo sgombro. Sono da preferire i cereali integrali in chicchi e in fiocchi, inoltre anche l’uso di frutta secca, semi e spezie può aiutare, tutto naturalmente contornato da un’alimentazione ricca di frutta e verdura biologica, in particolare ortaggi a foglia verde.

Da evitare invece sono gli alimenti a base di farine raffinate, lo zucchero, le bevande contenenti caffeina, gli alcolici e cibi industriali addizionati con aditivi che ostacolano l’assorbimento di vitamine e incrementano la disbiosi intestinale.

Rimedi Fitoterapici

Prima di utilizzare qualsiasi rimedio è bene ricreare una sana eubiosi intestinale con probiotici adatti ai vari tratti intestinali, come Saccaromyches Boluardi, Bifidobatteri, Ramnosus, Acidophilus ecc..
Nel caso in cui alla depressione è presente una perdita di appetito, associato a calo ponderale, può essere somministrata l’avena sativa (TM, 25 gocce in acqua 2 volte al dì).

Nella sindrome depressivo/ansiosa il rimedio fitoterapico principale è rappresentato dall’iperico (TM, 30 gocce 3 volte al dì), per quanto riguarda questo rimedio è consigliabile evitare la somministrazione con farmaci inibitori della ricaptazione della serotonina e/o con inibitori delle MAO.

In forme di depressione più lievi possono essere utili sostanze come tiglio, melissa, meliloto, camomilla, passiflora, valeriana e lavanda.

Se la depressione si manifesta prevalentemente nei mesi invernali si può ricorrere ad un preparato oligoterapico composto da rame-oro-argento (1 dose, una o più volte alla settimana al mattino a digiuno fino al miglioramento del quadro clinico) magari associato ad un rimedio litoterapico come la lepidolite.

Rimedi Floriterapici

Nell’ambito della floriterapia invece sono presenti fiori che lavorano proprio sulla stima in se stessi come Larch, sull’umore altalenante come Mustard, sulla meteoropatia come Gentian, e sulla carenza di energia come Olive.

Naturalmente il mio consiglio principale in qualsiasi forma di depressione è quello di non fare autodiagnosi e auto medicamenti, il consiglio di un bravo medico o psicoterapeuta sono di vitale importanza per la soluzione dei sintomi, allo stesso tempo una presa di consapevolezza del corpo e della psiche possono permettere di fare passi avanti con molta rapidità.

La nostra mente, il nostro corpo e la nostra anima sono uniti e inscindibili quindi quando ci apprestiamo alla cura affrontiamola in maniera olistica!


Margherita Gradassi si laurea in ISF università di Farmacia, Diploma in Naturopatia presso Istituto Rudy Lanza con specializzazione in Iridologia Naturopatica e psicosomatica, Floriterapia di Bach e Australiana e Tecniche di massaggio Orientali. Formazione in bio-feedback “Life-System” col...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste