800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

L’industria farmaceutica: come agiscono i prodotti farmaceutici?

di Lo Staff di Macrolibrarsi.it 1 anno fa


L’industria farmaceutica: come agiscono i prodotti farmaceutici?

Come una pietra può schermarci dall’esterno

Indice dei contenuti:

Cos’è una malattia?

Prima di scegliere lo strumento che si vuole utilizzare, è bene conoscere la natura del problema: questo vale in tutti i settori, non solo in ambito medico.

Quando parliamo di salute, la consapevolezza della scelta diviene ancora più importante. Non vogliamo dire a priori quale sia la scelta giusta da compiere e quella più salutare, ciò che diviene importante dinnanzi ad una scelta è la conoscenza e la consapevolezza di cosa si sta scegliendo.

Che cos’è allora la malattia? Prima di identificare quale possa essere la scelta giusta per far fronte ad una malattia, è necessario capire cosa si intende per malattia.

La malattia è il risultato evidente di uno squilibrio all’interno del corpo, è il campanello di allarme che ci indica che qualcosa all’interno non funziona correttamente.

Spesso l’origine di un sintomo o di una malattia, sono distanti dal luogo in cui essa si manifesta. Facciamo un esempio pratico: un mal di testa è un dolore che riflette un’infiammazione non della testa ma di un altro organo all’interno del corpo.

L’industria farmaceutica e il principio di cura

Nella concezione occidentale la cura della malattia equivale all’assunzione di un farmaco medicinale. Ciò che spesso viene trascurato è che il farmaco tradizionale prodotto dall’industria farmaceutica non è una vera e propria cura per il disturbo, bensì un modo per spegnere il sintomo in atto.

Questo vale per i piccoli disturbi più frequenti come:

  • mal di testa
  • problemi digestivi
  • stitichezza
  • mal di schiena
  • dolori mestruali
  • dolori articolari
  • dolori muscolari

Con l’assunzione del farmaco, si estingue il sintomo ma non l’origine della malattia. Certamente la stessa logica è valida anche per le malattie più gravi, come quelle degenerative, cardiovascolari o tumorali.

Il farmaco prodotto dall’industria farmaceutica funziona come un martello sulla spia di un cruscotto: se colpiamo la spia accesa con un martello, essa si spegnerà e non la vedremo più accendersi.

Questo non significa che il problema all’interno della macchina sia risolto, semplicemente non vediamo più la spia, il campanello di allarme, il sintomo.

L’intento dell’industria farmaceutica è quello di curare i disturbi?

Se nella malattia non si considera la vera origine che l’ha generata, come possiamo pensare di curarla? Come possiamo pensare che un farmaco serva per curarsi se spegne solo il sintomo e non va ad agire sulla causa del problema? È proprio sulla base di queste domande che ci deve chiedere quanto i prodotti dell’industria farmaceutica abbiano desiderio di curare il malato e la malattia. Sembra piuttosto che l’intento dell’industria farmaceutica sia quello di mantenere attiva l’origine di un disturbo in forma latente in modo da avere la possibilità di curare o meglio tamponare i diversi sintomi che nel tempo di manifesteranno.

 

Ti consigliamo...


Non ci sono ancora commenti su L’industria farmaceutica: come agiscono i prodotti farmaceutici?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste