Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Introduzione di "Motivazione" libro di Brian Tracy

di Brian Tracy 2 anni fa



Leggi le prime pagine del libro di Brian Tracy "Motivazione"

In qualunque organizzazione, la risorsa più importante e meno sfruttata, oltre che la più costosa, è costituita dalle persone.

Il massimo potenziale di crescita, di produttività, di performance, di realizzazione e di profittabilità risiede nelle competenze e nelle abilità della persona media.

In questo libro scoprirai una delle funzioni più importanti del management - la capacità di motivare i collaboratori alla massimizzazione della performance. Imparerai ad applicare alcune tra le migliori idee emerse negli ultimi cinquant'anni per mettere i tuoi collaboratori in condizione di fornire il massimo contributo all'organizzazione.

Una delle cose che sappiamo è che è possibile non motivare le persone, mentre è possibile rimuovere gli ostacoli che impediscono loro di automotivarsi.

La motivazione è sempre e comunque automotivazione.

Nel tuo ruolo di manager, puoi creare un ambiente in cui questo potenziale di automotivazione si libera naturalmente e spontaneamente.

Stando alla Robert Half and Associates, la persona media lavora più o meno al 50% della sua capacità operativa. L'altro 50% va sostanzialmente sprecato in chiacchiere con i colleghi, navigazione improduttiva su Internet, ingressi ritardati, uscite anticipate, pause prolungate per il caffè e per il pranzo, e cura degli affari personali.

Una delle ragioni che stanno alla base di questo enorme spreco di tempo, dall'impatto pesantissimo sulla salute finanziaria di qualunque organizzazione, è che le persone non sono abbastanza focalizzate sul proprio lavoro; non hanno il senso di urgenza e di direzione che occorre per mettere il lavoro davanti a tutto il resto. E' un problema che un bravo manager può risolvere.

Sfruttare quel 50% di capacità inutilizzata

Il tuo compito è sfruttare il 50% di capacità inutilizzata che l'azienda paga comunque, e incanalare quel tempo e quelle energie verso una maggiore produttività del lavoro.

L'obiettivo dell'azienda è ottenere il ROE (return on equity) più elevato possibile, ossia far rendere al massimo il capitale investito nell'operatività. L'obiettivo del management è ottenere il ROE (return on energy) più elevato possibile dalle persone che ci lavorano.

Il capitale finanziario si calcola in denaro.
Il capitale umano consiste nelle energie mentali, emotive e fisiche dell'individuo.

Il tuo compito di manager è massimizzare questo capitale umano e focalizzarlo sul perseguimento dei risultati più significativi e importanti per l'organizzazione.

Rimuovere i fattori di demotivazione

Nella vita personale e nel lavoro ci sono due fattori principali di demotivazione. Insorgono entrambi nella prima infanzia e si consolidano nell'età adulta. Vengono definiti spesso "atteggiamenti negativi" o "reazioni condizionate agli stimoli".

Il primo di questi fattori demotivanti è la paura del fallimento. È il maggiore ostacolo che si frappone al successo e alla realizzazione nella vita adulta. Per effetto delle critiche distruttive ricevute nell'infanzia, gli adulti crescono nella paura di commettere un errore o di non fare bene il proprio lavoro.

Questa paura degenera in una forma di paralisi, che induce le persone a non assumersi rischi, a non candidarsi a nuove responsabilità, e a non andare mai al di là delle prescrizioni formali. La paura dell'insuccesso crea ragioni e scuse per una performance inadeguata.

Il secondo fattore principale di demotivazione è la paura del rifiuto. Questa sindrome si sviluppa nella prima infanzia, quando i genitori danno ai loro figli un "amore condizionato". Subordinano cioè il proprio amore al rispetto di uno standard elevato, peraltro indeterminato, da parte del bambino, che in età adulta diventa perciò ipersensibile alle opinioni, ai commenti e al feedback degli altri, in particolare del capo.

La paura del rifiuto è anche paura della critica, della condanna e della censura... la paura di commettere un errore e di essere duramente rimproverati. I manager eccellenti praticano l' "accettazione incondizionata" nei confronti di ciascun collaboratore, facendo sentire tutti i dipendenti sicuri e rilassati nei rapporti con il capo e con il proprio lavoro.

Eliminare la paura

Tante altre ragioni possono spiegare la demotivazione e una performance inadeguata, ma sono le due paure principali che impediscono alle persone di dare il meglio di se stesse. Le organizzazioni e i manager di successo rimuovono consapevolmente e deliberatamente queste barriere. Dicono apertamente che nessuno verrà rifiutato, abbandonato, criticato o minacciato di rappresaglie per aver commesso un errore.

I migliori manager creano un ambiente in cui le persone si sentono libere di dare tutto quello che possono.

W. Edwards Deming, il padre del total quality management, diceva che una delle sue quattordici chiavi per la costruzione di un'organizzazione dalla performance elevata era "l'eliminazione della paura". In assenza della paura, le persone tendono a operare molto meglio, e molto più produttivamente, di quanto non abbiano mai fatto in precedenza.

In questo libro scoprirai tutta una serie di metodi e di tecniche, abbondantemente sperimentati, che potrai usare per attenuare le paure del fallimento e del rifiuto, accrescere la propensione dei dipendenti a sperimentare nuove cose, e farli sentire veramente orgogliosi di se stessi quando lavorano per te. Solo quando si sentono sicure e soddisfatte di se stesse, le persone sono motivate a lavorare sodo e a perseguire il successo.

Ognuna di queste idee è frutto di anni di sperimentazione e ricerca. A volte basta implementarne una sola per trasformare quasi da un giorno all'altro un ambiente lavorativo mediocre in un ambiente lavorativo di prim'ordine.

Il fattore critico

Il fattore critico per la motivazione e per l'eccellenza della performance si riduce a una cosa sola: una relazione ottimale tra il manager e le persone che gestisce. Ciò che accade al momento del contatto o della comunicazione tra capo e collaboratore è la determinante numero uno della performance, dell'efficacia, della produttività, dell'output e della profittabilità di un'organizzazione.

Il punto in cui si connettono, positivamente o negativamente, le due persone, è anche quello in cui si determina la performance pregressa, attuale e futura dell'organizzazione.

Quando il contatto tra capo e collaboratore sarà positivo e orientato al supporto reciproco, la performance, la produttività e l'output dell'individuo raggiungeranno il massimo livello. Se sarà negativo, per qualunque ragione, la performance e l'output finiranno inevitabilmente per declinare. Una relazione negativa con il capo innescherà la paura del fallimento, la paura del rifiuto e la paura della disapprovazione.

Tutte le idee presentate in questo libro mirano a migliorare la qualità di questa relazione o di questo punto di contatto tra il manager e lo staff. Tutto ciò che fai per migliorare questa interazione o questo contatto migliora la qualità complessiva della tua vita di lavoro, indipendentemente dal livello che occupi nella gerarchia formale.

Un'ultima considerazione prima di entrare nel merito. Come diceva Einstein, "Non accade nulla finché non si muove qualcosa". Analogamente, non accade nulla finché non si muove qualcuno.

Nessuna di queste idee vi sarà d'aiuto finché non la metterete in pratica... preferibilmente il più presto possibile.

I manager efficaci sono profondamente orientati all'azione.
Quando sentono parlare di una buona idea, si attivano immediatamente per implementarla.

Perciò, mentre leggi questo libro, se trovi qualche suggerimento che potrebbe aiutarti a motivare maggiormente i tuoi collaboratori, non rimandare. Mettilo in pratica immediatamente, il giorno stesso. Resterai stupito dai risultati.

Ti consigliamo...


BRIAN TRACY è uno stimato esperto di dinamica aziendale, di efficienza, di espressione del potenziale. Ha scritto numerosi best-seller ed è tra i formatori/consulenti più in voga nel campo della crescita personale e professionale. E' un comunicatore dinamico, con grandi abilità...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Introduzione di "Motivazione" libro di Brian Tracy

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste