Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Intervista a Bruce Lipton

di Bruce Lipton 2 anni fa


Intervista a Bruce Lipton

Seguito dell’intervista a Bruce Lipton pubblicata su Vivi Consapevole n. 38

 

Sabato 27 Settembre 2014 Bruce Lipton tornerà in Italia e passerà con i suoi fan italiani un'intera giornata a confrontarsi sull'effetto Luna di Miele, ossia su come possiamo creare l'amore eterno nella vita di tutti i giorni!

 

Per poterci preparare meglio a questo evento, gli abbiamo chiesto un'intervista, che ci ha gentilmente concesso!

 

 

Come agiscono la mente conscia e il subconscio nelle nostre relazioni?

Solo questa risposta occuperebbe un intero seminario!

La mente conscia e subconscia lavorano insieme, però si comportano come entità separate che non "apprendono" nella stessa maniera. A volte quindi si corre il rischio di "educare" una mente, ma non l'altra.

La funzione della mente conscia è associata all'attività di elaborazione neurale della corteccia prefrontale, situata dietro la fronte. La mente conscia rappresenta l'identità personale, ci identifica come individuo distinto, spirito unico. Questa è anche la mente creativa che può guardare al passato e al futuro, viaggiando nel tempo. Può rispondere infatti a domande relative a quello che faremo o a quello che abbiamo fatto, poiché è in grado di "distaccarsi" dal presente ed elaborare cosa potrebbe accadere. La mente conscia governa i desideri, le voglie e le aspirazioni personali.

Al contrario, la mente subconscia è associata con l'attività neurale di una parte del cervello molto più grande (quasi il 90 per cento) rispetto alla corteccia prefrontale della mente conscia. Oltre a ciò costituisce un'influenza più potente sui nostri comportamenti rispetto alla mente conscia.

Spesso ci si chiede se la mente subconscia sia buona o cattiva: né l'una né l'altra. Fondamentalmente la mente subconscia è un meccanismo di registrazione e riproduzione che, rispetto alla mente conscia, possiede poca creatività e senso del tempo, in quanto vive sempre nel presente. Inoltre apprende principalmente attraverso la creazione di abitudini. Pensate a quando abbiamo imparato a parlare, camminare o a guidare.

Dopo questa introduzione vi illustro uno scenario che vi sembrerà familiare.

Siete completamente immersi nell'effetto luna di miele, colmi di amore per il vostro partner che illumina la vostra vita. Tuttavia, man mano che le faccende quotidiane prevalgono sempre più nella mente conscia nostra e del nostro partner, iniziano a emergere atteggiamenti inconsci meno armoniosi, e ben presto entrambi passate dall'apprezzamento per il partner a focalizzarvi sui suoi comportamenti negativi.

Pensate che i programmi subconsci, ostacolanti e limitanti, occupano il 95 per cento del tempo circa.

Fortunatamente la mente subconscia può essere riprogrammata!

Quali sono i principali nemici di una relazione "effetto luna di miele"?

La risposta è molto semplice: sono gli atteggiamenti programmati nella mente subconscia derivati fondamentalmente dall'osservazione dei comportamenti – molti dei quali negativi e depotenzianti – dei genitori e dei familiari, della comunità della cultura che ci circonda.

Prima di compiere i sette anni, la nostra mente subconscia ha scaricato delle credenze. Dopo quell'età, la fonte principale di apprendimento della mente subconscia è l'abitudine.

Ipnosi e abitudine sono i principali metodi di programmazione del comportamento nella mente subconscia. È per questo che gli sforzi della mente conscia hanno poca influenza sul cambiamento dei programmi subconsci indesiderati, a meno che non siano regolarmente ripetuti così da creare una nuova abitudine.

Al fine di riscrivere una determinata programmazione, occorre creare l'abitudine della presenza mentale, il cui obiettivo è far sì che ogni azione e decisione derivi dalla proprie aspirazioni e desideri, ossia dalla mente conscia, e non dal pilota automatico, la mente subconscia.

Perché il benessere delle nostre relazioni è importante anche per la salute fisica?

In un certo senso l'effetto luna di miele è una sorta di dipendenza chimica, che può condurre, se termina, a una vera e propria crisi di astinenza.

Quando la mente percepisce l'esperienza dell'amore, induce il cervello a secernere sostanze neurochimiche quali la dopamina e l'ossitocina. Quando siamo innamorati in genere siamo più in salute e più vitali.

Tuttavia, se lo stesso cervello percepisce uno scenario minaccioso, avvertendo la paura, immette nel sangue ormoni dello stress e agenti infiammatori come le citochine. Le sostanze chimiche dello stress bloccano la crescita e il mantenimento delle cellule poiché deviano l'energia del corpo per sorreggere i meccanismi difensivi.

Proprio per questa ragione lo stress è la prima causa di malattia ed è responsabile del 90 per cento delle malattie.

L'effetto luna di miele funziona anche in altri campi della vita?

Certamente! Ma per stare bene non è necessario per forza innamorarsi di un altro individuo! Ci si può innamorare del giardinaggio, della pittura o del lavoro.

Oltre alle relazioni, secondo te è importante imparare a prendere la vita con il sorriso, a ridere di gusto con la pancia e con il cuore? Come possiamo imparare a farlo?

E' molto importante capire che le cose brutte accadono, senza alcun preavviso, ma lo stesso vale per quelle belle.

Parlando della mia esperienza, quando ho iniziato a prestare attenzione a quei pensieri "fuori controllo", negativi, mi sono reso conto che non descrivevano affatto una realtà in cui volevo vivere, ma al contempo, erano ciò che stavo manifestando.

I pensieri positivi da soli non bastano, ma sono un buon punto di partenza.

Così iniziai subito a riscrivere i pensieri negativi appena mi venivano in mente, volgendoli in positivo e sforzandomi di rimanere nell'istante presente. Riscrivere con ripetitività un pensiero frequente, farà scaturire un'abitudine che andrà a correggere il pensiero negativo.

Ti consigliamo...


Bruce H. Lipton è un’autorità mondiale per quanto concerne i legami tra scienza e comportamento. Biologo cellulare per formazione, ha insegnato Biologia Cellulare presso la facoltà di Medicina dell’Università del Wisconsin e si è dedicato in seguito a ricerche pionieristiche alla School...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Intervista a Bruce Lipton

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste