+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

I migliori alimenti contro la stipsi

di Rachele Giorgetti 17 giorni fa


I migliori alimenti contro la stipsi

Stitichezza: cosa mangiare per ridurre o eliminare i suoi sintomi

Ah, la stipsi… quanto è fastidiosa?! Mal di pancia, gonfiore addominale, ritenzione idrica, pantaloni che non vogliono chiudersi, flatulenza, pelle grassa e acneica...i suoi sintomi sono tantissimi! 

Ma è vero:, il rimedio delle  prugne a volte non basta o meglio, esistono così tanti alimenti per combatterla, e ben più efficaci aggiungerei, che vale davvero la pena conoscerli: un intestino sano porta salute, senso di benessere e di vitalità, a tutto l’organismo!

Scopriamo insieme i cibi (e le bevande) da portare in tavola per combatterla!

I migliori cibi (e bevande) anti-stipsi:

Indice dei contenuti:

L’acqua

Innanzitutto il primo consiglio, banale penserete, è quello di bere di più. Un intestino poco idratato è anche un intestino affaticato, che lavora a rilento e che impiega molto di più a digerire.

Più la digestione è lenta e complessa, più l’intestino si arrabbia e assimila aria, gonfiandosi.

Diamogli una mano, mantendendo l’apparato gastroenterico idratato tutto il giorno.

I cibi fermentati

Oltre al comunissimo yogurt c’è il kefir, di cui sono una grandissima fan, che produco facilmente in casa con l’utilissimo strumento ideato da Kefirko, il Kefir Maker.

Il kefir vanta, rispetto allo yogurt, uno spettro probiotico molto più ampio e aiuta a ripristinare la flora batterica del tratto intestinale apportando quei batteri buoni che sono venuti a mancare (oltre a essere più digeribile).

La stitichezza ci racconta prima di tutto che è in atto un’alterazione batterica ma noi possiamo ripristinarne l’equilibrio! Bevuto regolarmente al mattino prima di colazione, per almeno un mese, questa bevanda spazza letteralmente via tossine, aumenta le difese immunitarie e migliora le funzioni metaboliche.

E' ottimo anche per le persone intolleranti al lattosio perché è ricco di un enzima, la lattasi, e povero di lattosio, in buona parte idrolizzato durante la fermentazione.

Se sei allergico, opta per il Kefir d’acqua, facilmente producibile con lo stesso strumento (il kefir maker) o il kombucha, un tè fermentato leggermente effervescente dalla forte attività probiotica intestinale.

Ecco il kit di autoproduzione per il kefir o il kombucha: kefir maker + fermenti (d'acqua o di latte) e kombucha starter

I semi di lino

Sono magici. Chi mi segue nel mio gruppo Fb “Ti racconto la mia cucina naturale” sa già che li uso tantissimo: oltre a sostituire perfettamente l’uovo nelle preparazioni dolci sono un toccasana per il benessere dell’intestino.

Li chiamano infatti “gli spazzini del colon”, composti principalmente dai grassi Omega 3, importantissimi anti-infiammatori, proteine (ben 21 g per 100 g di semi) e tantissime fibre ad effetto emolliente, nel senso che non acutizzano l’infiammazione come gli odierni lassativi ma la combattono rilassando e ricostruendo le pareti intestinali.

Quando entrano in contatto con i liquidi di stomaco e intestino, creano delle mucillagini, che vanno ad ammorbidire le feci aumentandone il volume. E’ così che stimolano la peristalsi e facilitano l’evacuazione delle feci.

Vanno assunti sempre e solo macinati (hanno infatti una puntina piuttosto spigolosa poco simpatica allo stomaco) e miscelati a yogurt, pancake o aggiunti allo yogurt.

In alternativa, proprio come rimedio anti-stitichezza è consigliato metterli in ammollo per una notte in un bicchiere d’acqua (nella dose di un un cucchiaio). Al mattino si sarà formata la famosa mucillagine che andrà separata dal liquido con un colino. Bevi il liquido rimasto a stomaco vuoto o aggiungilo a tè e tisane. 

I nostri semi di lino bio già macinati e interi:

Lo psillio

I semi di psillio sono ricchi di fibre e di mucillagini lenitive, proprio come i precedenti semi di lino ma in modo ancora più "intelligente": in presenza di stipsi riequilibriano la flora batterica e stimolano l’evacuazione (agiscono proprio come i semi di lino: a contatto con l’acqua aumentano il loro volume di ben 30 volte e producono un gel che ammorbidisce la massa fecale); in presenza di dissenteria (o colite) svolgono l’effetto contrario, cioè bloccano le scariche e ricompattano le feci assorbendone i liquidi.

Come si assumono? Per un effetto curativo, immergi da 1 a 3 cucchiaini di semi di psillio in 150-200 ml d'acqua per ogni cucchiaino, lasciali macerare per diverse ore e bevi il gel che si è formato (dovrai filtrare i semi). In alternativa bevili subito con abbondante acqua e lascia che il gel si formi all’interno dello stomaco. 

Le proposte di semi di psillio preferite dai nostri clienti:

Le prugne secche

Ecco il classico rimedio, le prugne, conosciute per le loro spiccate proprietà lassative. Oltre ad essere energetiche e nutrienti, contengono una particolare sostanza, la difenilisatina, che stimola la peristalsi dell’intestino con la sua azione blandamente lassativa.

La co-presenza di questa molecola, fibre e zuccheri non digeribili, come il sorbitolo, contribuiscono ad aumentare il volume fecale. Una fibra in particolare, la pectina, intrappola l’acqua contenuta nel cibo e forma l’ormai famoso gel fecale. Gli zuccheri, invece, si occupano di nutrire il microbiota intestinale.

Non dimentichiamo poi la che presenza di potassio e il calcio favorisce la contrattilità muscolare e quindi la peristalsi. Contro la stipsi è suggerito di mettere circa 3 pugne in ammollo in acqua e di mangiarle il mattino seguente, a stomaco vuoto, bevendo anche il loro succo.

Le nostre migliori proposte di prugne secche, anche senza nocciolo!

Prugne Secche Reidratate senza Nocciolo

(13)

€ 5,31 € 5,90 (10%)

Prugne Secche Reidratate con Nocciolo

(28)

€ 4,28 € 4,75 (10%)

La manna

E’ una sostanza estratta dalle ferite del tronco del frassino, particolarmente efficace in caso di stipsi, conosciuta anche per il suo effetto decongestionante ed espettorante (tosse, bronchiti, faringiti).

Il suo principio attivo è la mannite, che esercita un effetto lassativo di tipo osmotico: richiama a sè i liquidi intestinale aumentando la consistenza del contenuto fecale.

E’ facilmente assimilabile dall’intestino, ricca di mucillagini e acidi organici che contribuiscono a regolarizzare il peso corporeo. E’ consigliata dopo i pasti principali, sciolta in acqua o tisane, nella dose di un cucchiaino per ridurre il gonfiore, gastrite, facilitare la digestione e stimolare il senso di leggerezza.

Il suo sapore è dolce e molto gradevole, tanto che molti la utilizzano al posto dello zucchero, per dolcificare.

La nostro polvere di manno di frassino, cruda e macinata a freddo

Polvere di Frassino Manna - 100 g

(12)

Il Frassino di Manna aiuta fisiologicamente a regolarizzare il tratto intestinale Digestivo, blando lassativo, rinfrescante e regolatore intestinale. Può essere assunta dai diabetici perchè, pur essendo dolcissima, non altera il livello glicemico...

€ 14,00

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda


Rachele Giorgetti

Rachele Giorgetti ha 30 anni ed è di Forlì. E' naturopata, esperta di cucina naturale, macrobiotica e di alimentazione ed integrazione in campo sportivo. Fra le sue passioni troviamo la fitoterapia, i fiori di Bach, lo yoga e le tecniche di rilassamento corporeo.
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su I migliori alimenti contro la stipsi

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.