+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

Essiccare, un valido alleato per evitare la produzione di acrilammide

2 anni fa


Essiccare, un valido alleato per evitare la produzione di acrilammide

Quando si parla di cibo sano, si pensa subito ad un prodotto di qualità, di provenienza sicura, gustoso ma soprattutto adatto al nostro organismo. Questi concetti sono fondamentali e stanno alla base di una corretta nutrizione. Spesso però ci si dimentica che anche la cottura e la conservazione dei cibi giocano un ruolo essenziale nel mantenimento della qualità e influiscono in modo considerevole su formazione e presenza di acrilammide in ciò che mangiamo.

L'acrilammide è una sostanza cancerogena, che si origina quando alimenti ricchi di amido vengono cucinati o fritti a lungo ad alte temperature, e può provocare mutazioni del nostro DNA, aumentando il rischio di tumore.  


Un accorgimento da adottare per ridurre l’assunzione di acrilammide è prediligere metodi di cottura più salutari, come la bollitura, la cottura al vapore e, per scoprire qualcosa di nuovo, l'essiccazione, che può diventare un valido alleato in cucina per preservare la nostra salute.

Eseguire una cottura leggera o essiccare un prodotto, oltre a proteggerci dall'acrilammide, ci permette di conservare le vitamine e tutti i nutrienti contenuti nel cibo, in particolare nei vegetali.

L’essiccazione lavora tra i 20 e i 55 gradi estraendo l’acqua dai prodotti grazie a un flusso di aria tiepida. Tra gli essiccatori in commercio, ne esistono dotati di programmi studiati per l’alimentazione crudista, che raggiungono al massimo i 42 gradi e che permettono di mantenere inalterate tutte le proprietà organolettiche e le componenti nutritive del cibo.

Quando i prodotti poi sono perfettamente essiccati, si conservano in vasetti ermetici per evitare la reidratazione e possono durare fino ad un anno senza perdere aroma, gusto e colore.

L’essiccazione è un ottimo alleato anche nel riciclo e nella lotta agli sprechi. Per esempio, per utilizzare i frutti ormai maturi, che difficilmente rimarranno in fetta, ecco un’idea sana e sfiziosa

Rondelle di cachi

Ingredienti: cachi maturi e cioccolato fondente

Procedimento: Frullare i cachi e stendere la purea sui vassoi. Lavorare a 60 gradi circa finché le sfoglie siano perfettamente essiccate (10/14 ore).

Spalmare il cioccolato sciolto a bagnomaria, arrotolare e tagliare a rondelle.

Un dolce sano, sfizioso ed essiccato, da realizzare anche con qualunque altro frutto troviamo in casa.

Ti consigliamo...



Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su Essiccare, un valido alleato per evitare la produzione di acrilammide

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.