+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Essenziali a 360 gradi

  8 mesi fa


Essenziali a 360 gradi

Curiosità e consigli sull’uso degli oli essenziali

“Lo sapevi che…” Salvatore racconta ciò che non tutti sanno sugli oli essenziali

Tutti abbiamo a che fare con il profumo, ma non per tutti è scontato sapere cosa sia un olio essenziale: è l’estratto ottenuto con la distillazione in corrente di vapore di parti odorose di piante, costituito da centinaia di sostanze aromatiche non idrosolubili, che rimangono a galla sull’acqua.

Le frazioni odorose della pianta, benché così evidenti all’olfatto, sono presenti in piccole percentuali nella pianta stessa ed è per questo che l’olio essenziale è un concentrato che richiede grandi quantità di materia prima.

Questo ne giustifica il prezzo. Tuttavia i profumi, oggi, vengono anche realizzati con molecole di sintesi, che a livello olfattivo, per un naso inesperto, possono dare impressioni simili a quelle naturali. Ciò nonostante sembrerebbero ormai consolidati i pericoli, anche in termini cancerogeni, sia per le molecole odorose sintetiche che per altre sostanze presenti, quali i flalati o i fissativi, che, non essendo biocompatibili, non si degradano nell’ambiente, figuriamoci nel nostro corpo.

Così mentre i motori delle auto devono ridurre le emissioni tossiche, i profumi chimici abbondano nelle nostre case, da quelli per uso personale a quelli per ambiente; dai cosmetici alle profumazioni dei detersivi e detergenti per le pulizie: insomma una casalinga è più a rischio di un fumatore. Da qui, l’importanza di rivalutare gli oli essenziali, sia per le profumazioni, che dovrebbero essere naturali, che per gli usi salutistici che se ne possono ricavare. Sono tanti, infatti, gli utilizzi terapeutici ampiamente riconosciuti che ne verificano l’efficacia. L’importante è conoscerne l’utilizzo, per evitare sovradosaggi e ustioni, oppure ci si può limitare all’aromaterapia.

L’ambito farmacologico purtroppo non dà risalto al loro potenziale, probabilmente perché i farmaci del futuro devono essere brevettabili e prodotti industrialmente. Nonostante ciò vi sono ampi studi sull’efficacia di alcuni oli, che alla stregua dell’antibiotico, non danneggiano il microbiota intestinale che, anzi, viene sostenuto. Lo stesso processo avviene per le difese immunitarie naturali, evitando l’induzione del fenomeno della batterio-resistenza, tanto discusso con l’uso massiccio di antibiotici, che avendo generalmente una singola molecola permettono un più semplice riadattamento. Quanto descritto risulta più difficile in presenza di almeno duecento sostanze diverse e ad ampio spettro, che permettono anche una auto-modulazione di quei principi attivi che, se usati isolati, sarebbero per forza pericolosi. ”Un’arte da preservare lontano dalle logiche di mercato”: l’esperienza e il sogno nelle parole di Lucilla Ho ancora in me la memoria emotiva e olfattiva della prima distillazione che praticai da un grondante e appiccicoso fascio di Salvia officinalis per conto di Fitofarmaceutica Medica, trenta anni or sono.

Il mio compito di giovane agronomo erborista e nativa era quello di seguire vari agricoltori della vallata che avrebbero iniziato a impiantare aromatiche e medicinali per poi farle arrivare al grande distillatore situato a Mercato Saraceno. La terra dell’Appennino si dimostrò generosa, così come arguti e disponibili gli agricoltori di ogni età che si trovavano a loro agio nel seguire le indicazioni di una giovane donna con cui si poteva parlare in dialetto. In quel preciso tempo votai fede a questo valore, cioè che gli oli essenziali rappresentavano un grande dono della Terra e che erano un prodotto agricolo che doveva rimanere nelle mani di chi alleva le piante e le distilla.

La fatica e l’amore erano la principale garanzia della loro qualità e della loro efficacia. Il difficile di quel progetto era l’intermediazione commerciale, mettere in mano un tesoro che veniva disperso nei giochi del mercato, nei laboratori vari che volevano addomesticare i sapori selvaggi della natura.

Da qui a poco è nata Remedia. Un’azienda agricola che distilla direttamente una settantina di piante coltivate e spontanee di cui conosce tutto il ciclo vitale. Questo è quello che va sostenuto e promosso nell’ambito di una visione consapevole, equa ed ecologica degli oli essenziali. Vanno ridati in mano ai piccoli produttori e non inglobati nelle avide fauci di mega commercianti, multinazionali spesso oltreoceano, potenti incantatori e narratori d’eccezione che imbandiscono apparecchiature ipnotiche solo virtuali.

Questo capita nella normalità. Cerchiamo quindi, soprattutto per gli oli essenziali, di indire e imbastire una rete di produttori agricoli per permettere che questa arte sia direttamente collegata a chi la compie. Ai ricercatori e agli organismi di controllo chiediamo di provvedere in modo oggettivo alla determinazione della qualità. Il futuro ci porta verso una necessaria valorizzazione e integrazione di questo inimitabile grande tesoro con cui le piante si donano. Cerchiamo tutti di non tradire tale messaggio.

Remedia si racconta...

Remedia nasce alla fine degli anni Ottanta dall’incontro di vita e di amore tra Hubert Bösch e Lucilla Satanassi, i quali realizzano insieme il sogno comune di coltivare, raccogliere e trasformare piante medicinali per il benessere, la salute e la bellezza, lavorando in armonia con le leggi della natura.

Oggi Remedia porta avanti il sogno di una realtà a misura d’uomo con nuova energia e l’amore per la natura dei giovani soci e conta circa 30 persone che collaborano al progetto. L’azienda ha sede lungo la Valle del Savio, nell’Appennino Tosco-Romagnolo nel comune di Sarsina (FC), a una ideale altitudine di 500 m slm. Remedia è interprete appassionata dei messaggi di bellezza, benessere e armonia del regno vegetale, e con semplicità testimonia un possibile stile di vita.


Vi sono imprese che lavorano in armonia con le leggi della Natura. Una di queste è Remedia, una piccola azienda che coltiva, raccoglie e trasforma piante officinali per il benessere, la salute e la bellezza. Remedia nasce alla fine degli anni '80 dall’incontro di vita e d'amore tra...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Essenziali a 360 gradi

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.