+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08:00-12:00/14:00-18:00

Erbe selvatiche cibo sovversivo

di Marianna Gualazzi 18 giorni fa


Erbe selvatiche cibo sovversivo

Come boicottare le corsie del supermercato facendo la spesa nei fossi e nei prati

Raccolto e messo nel piatto: fino a pochi decenni fa il percorso del cibo dal luogo di produzione alla tavola era molto breve, spesso qualche centinaio di metri o pochi chilometri.

Oggi questo tragitto si è allungato e con esso sono aumentati i passaggi per la lavorazione e conservazione degli alimenti. Se quarant’anni fa mia nonna l’insalata la coltivava nell’orto-giardino di casa, oggi io la compro già pulita e imbustata al supermercato.

L’insalata in busta è uno dei tanti prodotti-simbolo di un sistema di produzione e distribuzione del cibo ormai totalmente scollegato dai bisogni e dalla salute della terra, dei produttori e dei consumatori. All’opposto della lattuga in atmosfera protettiva o del broccolo surgelato acquistati tra le corsie della grande distribuzione organizzata ci sono le erbe selvatiche.

Per trovarle non dobbiamo entrare al supermercato, ma esplorare i prati e le rive dei fossi vicino casa, alla ricerca di tutto ciò che è commestibile e che può arricchire il nostro piatto di sapore e salute e abbassarne l’impronta ecologica. «Le erbe spontanee – mi spiega Annalisa Malerba, contadina e chef con una passione sfegatata per la fitoalimurgia a cui ha dedicato un libro e numerosi corsi come docente – sono le progenitrici delle specie coltivate e rappresentano un organismo vegetale che non è stato sottoposto a selezione.

E la selezione, negli ultimi decenni, accontenta soprattutto le richieste dell’industria alimentare e della filiera di vendita: richieste cui l’agricoltore si deve adeguare seminando specie e varietà che possono essere raccolte in un lasso ridotto di tempo e particolarmente adatte al trasporto e a una lunga conservazione.

Peccato che sia dimostrata da anni la perdita esponenziale degli antiossidanti dopo giorni di raccolta».

Fitoalimurgia: la frontiera del km0

Le mie nonne sono sempre state due indefesse raccoglitrici di erbe spontanee. Dagli strigoli, agli asparagi selvatici, dalle rosole, alla malva, all’ortica: si tratta di piante molto comuni e versatili che possono arricchire i nostri piatti e anche farci risparmiare sulla spesa settimanale.

Ma quanto è grande il paniere dei prodotti selvatici che si possono reperire in quasi tutta la penisola? «È immenso – chiosa Annalisa – senz’altro hai citato alcune delle più comuni e senz’altro raccomando di partire da queste.

Ma possiamo via via imparare a riconoscerle con certezza e aggiungere nel piatto un nuovo sapore a settimana, o studiare se parti della pianta meno usate sono altrettanto interessanti, per esempio, l’uso in cucina della radice di Taraxacum.

Imparare a riconoscere e a raccogliere le erbe spontanee significa manifestare al cibo e all’ambiente circostante la nostra gratitudine raccogliendo con rispetto e meraviglia; raccogliendo la quantità che siamo in grado di trasformare subito, per non essere costretti a buttare via».

Andare a erbe è un vero e proprio atto sovversivo? «Senz’altro l’argomento è di enorme attualità - conclude Malerba, che, ci teniamo a dirlo, non è un cognome d’arte ma un segno del destino - e ci insegna a considerare non scontato ciò che finisce nel piatto, a non accontentarci di ciò che l’industria alimentare “impacchetta” per noi».

Ti consigliamo...


Erbe Spontanee in Tavola — Libro

(11)

€ 16,92 € 19,90 (15%)

L'Orto Goloso — Libro

(1)

€ 21,17 € 24,90 (15%)


Marianna Gualazzi

Laureata in Lettere Moderne, giornalista pubblicista, lavora da oltre dieci anni per il Gruppo Editoriale Macro in qualità di editor e di content manager per l'editoria periodica e per il web. Ha scritto decine di articoli di ecologia, salute naturale, gravidanza e parto consapevoli,...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Vivi Consapevole è una rivista trimestrale illustrata edita da Macrolibrarsi.Da anni il Consapevole porta avanti un progetto culturale importante. Autosufficienza, permacultura, decrescita, cultura della transizione, abitudine alle "buone pratiche", risparmio energetico, riciclaggio dei...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Erbe selvatiche cibo sovversivo

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.