Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Condividere i valori con i bambini - Estratto da "Educare con Gioia" - Libro di Nitai Deranja

di Michael Nitai Deranja 2 anni fa



In questo libro si illustreranno molti giochi, tante storie e altre attività utili per condividere i valori con i bambini. Tuttavia, prima di presentare in dettaglio queste attività, è importante considerare il tono principale, o stile di presentazione, del messaggio.

Nella cultura occidentale, sfortunatamente, i valori e la morale sono spesso considerati alla stessa stregua dell’olio di ricino e delle verdure crude: fanno bene, ma sono sgradevoli. Molti di noi ricordano le figure autoritarie dell’infanzia, dal volto solenne, che ci davano lezioni sull’importanza di essere “buoni”, un termine che era spesso legato ad accezioni di tristezza o addirittura di martirio.
Il messaggio di fondo era che dovevamo essere gentili, premurosi e onesti anche quando ne avremmo fatto volentieri a meno. Questo genere di educazione caratteriale è solitamente perseguita con una bieca fermezza, spesso accompagnata da una tendenza a cercare una facile scappatoia per cavarsela nella vita.

L’alternativa suggerita in questo volume è basata sull’osservazione del fatto che i valori positivi portano effettivamente maggiore felicità e pace nella nostra vita.

Le persone che coltivano qualità positive rappresentano un modello luminoso e invitante: il migliore spot pubblicitario possibile per la crescita personale. Il mezzo più efficace per comunicare ai bambini questa prospettiva più gioiosa è attraverso il linguaggio del gioco: le storie e i giochi trasmettono naturalmente la leggerezza di qualità come la pace, la gentilezza e la fiducia.

Con una disposizione favorevole nei confronti dei valori, i bambini sono molto più aperti ad accettare l’aiuto degli adulti per coltivare queste qualità e applicarle alle situazioni della vita reale.

  • I suggerimenti per la fascia d’età e il numero dei componenti del gruppo sono approssimativi. Ogni situazione è diversa, quindi non abbiate paura di sperimentare al di fuori delle indicazioni.
  • Per ogni gruppo, cercate di creare una fascia d’età più o meno omogenea (al massimo tre anni di differenza fra i componenti), a meno che non possiate incorporare gli alunni più grandi come aiutanti.
  • Se seguite gli adattamenti consigliati all’interno del testo, potrete impiegare quasi tutte le attività sia in contesti piccoli (come la famiglia) che grandi (come una classe).
  • Il livello di utilizzo: “iniziale” si riferisce a una relazione piuttosto nuova o superficiale fra adulto e bambino; “consolidato” suggerisce un rapporto più profondo e duraturo.

La Qualità dell'Autocontrollo

Questa qualità potrà anche sembrarvi poco in sintonia con i nostri tempi, considerato che i mass media ci incoraggiano a soddisfare ogni nostro desiderio e ci spingono a concepirne altri, mai neppure immaginati. Ciononostante, l’autocontrollo può esserci di grande aiuto per imparare a superare le difficoltà della vita.

Un amico che frequentò un collegio in Inghilterra tanti anni fa, mi ha raccontato come riuscì ad affrontare il problema della disciplina: si era comportato male, così il preside gli comunicò che la sua punizione sarebbe stata quella di non andare a nuotare per tre volte, e che avrebbe dovuto scegliere proprio le tre volte in cui avrebbe maggiormente desiderato farlo. Nient’altro. Nessuno l’avrebbe controllato: doveva fare tutto da solo. Forse il mio amico aveva un livello di autocontrollo superiore a quello che gli insegnanti di oggi possono aspettarsi dagli studenti, ma questo episodio può fungere da modello o meta a cui aspirare.

ATTIVITÀ: Facce di pietra

Fascia d’età: 5-17 anni
Dimensione del gruppo: 2-36 componenti
Llivello di utilizzo: consolidato
Nessuna preparazione richiesta

Dividete il gruppo in coppie e chiedete ai partecipanti di guardarsi l'un l'altro negli occhi. Il primo che sorride, ride o distoglie lo sguardo, perde. È possibile fare smorfie, ma non si possono emettere suoni né muovere le mani. Se volete tirar fuori lo spirito competitivo, i vincitori possono affrontare gli altri vincitori e chi perde farà lo stesso con gli altri perdenti, finché non si stilerà una classifica  delle "facce di pietra".


Michael Nitai Deranja è fondatore del movimento per Educare alla Vita (Living Wisdom): mette i valori dell’uomo al centro dell’educazione, consapevole che in una società interculturale e multietnica è necessario dare una nuova vitalità all’educazione. “Via le prediche - afferma...
Leggi di più...

Dello stesso autore


Gli ultimi articoli


Prodotti consigliati

Non ci sono ancora commenti su Condividere i valori con i bambini - Estratto da "Educare con Gioia" - Libro di Nitai Deranja

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste