+39 0547 346317
Assistenza — Lun/Ven 08-18, Sab 08-12

CEM: sono pericolosi si o no?

di Antonio Maria Pasciuto 1 mese fa


CEM: sono pericolosi si o no?

Cosa ci dice la letteratura scientifica e come possiamo proteggerci

Con il termine inquinamento elettromagnetico si intende un’alterazione, una modificazione in senso negativo (inquinamento appunto) di uno spazio abitativo, lavorativo o di qualsiasi altra area (compresi gli spazi pubblici) a causa della presenza di campi e/o onde elettromagnetiche.

Guida Pratica per Ridurre le Onde Elettromagnetiche

Proteggersi dall’elettrosmog: tutti i rischi per la salute e come difendersi

Carl De Miranda

Le 7 del mattino: diamo un’occhiata alla radiosveglia, ci alziamo, accendiamo la stufetta elettrica in bagno, controlliamo lo smartphone, andiamo in cucina e ci facciamo un caffè con la macchinetta elettrica. Infine, accendiamo il computer... La...

€ 9,90 € 9,41 -5%

Disponibilità: Immediata

Vai alla scheda

Indice dei contenuti:

COSA CI DICE L’OMS

Negli ultimi anni si è via via intensificato il dibattito a livello scientifico riguardo la possibilità che i campi elettromagnetici siano in grado di nuocere o meno alla salute, ed eventualmente in quali condizioni. Oggi abbiamo a disposizione un’amplissima letteratura scientifica in proposito, che si va arricchendo di interessanti contributi a un ritmo molto elevato.

La domanda di fondo dovrebbe essere, quindi, se i campi elettromagnetici (CEM) siano o no nocivi per la salute. Una risposta chiara in proposito ce l’ha fornita la IARC (International Agency for Research on Cancer), organo ufficiale dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), che in data 31 Maggio 2011 si è espressa molto chiaramente in proposito, classificando appunto i campi elettromagnetici da radiofrequenze (ad alta frequenza) come appartenenti alla Classe 2B, ovvero “possibly carcinogenic to humans (Group 2B)”. I CEM sono quindi potenzialmente dannosi per la salute umana.

A questo punto è fondamentale farsi promotori di una comunicazione corretta specificando che tipo di CEM, in che condizioni, per quali persone e in che termini può causare problemi per la salute.

Tutto ciò anche perché sull’impiego dei CEM si basano innumerevoli apparecchiature, strumenti, attrezzature che costituiscono parte integrante della nostra vita quotidiana e che contribuiscono a renderla più facile, più comoda, più agevole e più godibile. In fondo si tratta sempre di sapere come usare bene ciò che abbiamo a disposizione, per poterne ricavare benefici, consapevoli dei rischi che può comportare.

LE FONTI PIÙ PERICOLOSE

A questo punto distinguiamo le fonti inquinanti più pericolose, suddividendole tra quelle presenti nell’ambiente esterno e quelle presenti nell’ambiente indoor:

  • tra le fonti outdoor ricordiamo i tralicci dell’alta tensione, le linee di trasporto elettrificate, gli aeroporti, i ripetitori e le antenne radio-televisive, i radar, le cabine di trasformazione elettrica, solo per citare quelle più importanti;
  • per quanto riguarda le fonti indoor: l’impianto elettrico con i suoi cavi, i modem, i telefoni cordless, i cellulari, i computer, i trasformatori di corrente, le lampade alogene, al neon, le coperte elettriche, il riscaldamento elettrico a pavimento, gli elettrodomestici, i forni a microonde e così via.

CEM E SALUTE

I CEM possono danneggiare la salute in quanto possono interferire con molti importantissimi organi e apparati, come ad esempio il sistema nervoso, il sistema endocrino, il sistema immunitario, l’emopoiesi, le funzioni enzimatiche e così via. Un esempio: durante le ore notturne il nostro organismo produce la melatonina, un ormone molto importante che, tra le altre funzioni, ha quella di regolare e dare qualità al sonno.

L’esposizione a campi elettromagnetici (dormire con il cellulare acceso sul comodino, nelle vicinanze di un modem wi-fi, in una stanza dove siano in funzione coperte elettriche e/o riscaldamento elettrico a pavimento) ne altera la secrezione e la funzione causando problemi che possono anche essere molto rilevanti.

Così come avviene in relazione a tutti i “sovraccarichi ambientali”, potenzialmente dannosi per la nostra salute, il primo e più importate livello di protezione è la consapevolezza del problema, arricchita da una corretta informazione. Sarebbe troppo articolato specificare nel dettaglio le modalità per proteggerci da ogni singola fonte di inquinamento elettromagnetico, anche perché variano le modalità di approccio in relazione a tanti parametri.

Voglio comunque fornire un’indicazione che, se pur aspecifica, è sicuramente pratica e può rivelarsi di grande aiuto come primo livello di approccio al problema: l’intensità di un CEM (che in fondo è uno dei parametri più rilevanti in quanto a possibile danno per la salute) decresce proporzionalmente al quadrato della distanza. Ciò significa che potrebbero bastare anche pochi centimetri in più di distanza dalla fonte potenzialmente inquinante, per renderla inoffensiva.

Ti consigliamo...



Desidero ricevere Novità, Offerte, Sconti e Punti. Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un premio di 50 punti.

Procedendo dichiaro di essere maggiorenne e acconsento al trattamento dei miei dati per l'uso dei servizi di Macrolibrarsi.it (Privacy Policy)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Non ci sono ancora commenti su CEM: sono pericolosi si o no?

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.IVA e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
SDI C3UCNRB
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l.