Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Un’altra consapevolezza

  2 anni fa


Un’altra consapevolezza

Intervista a Bert Hellinger di Elsa Masetti - Anteprima della rivista "Scienza e Conoscenza - n. 42"

Incontrare Bert Hellinger è sempre di grande ispirazione ed è palese l’opportunità di essere in ascolto di chi sa coniugare l’età della saggezza – 86 anni – con la pratica della saggezza. Molto ho imparato e continuo a imparare dalle sue brevi “parabole”, dalle sue parole che guidano al raccoglimento, dalla messa in atto della “sua” scienza.

La prima occasione per porgergli delle domande si è data quasi all’improvviso, quindi ho colto l’opportunità per parlare di ciò che urgendo mi stava a cuore: il rapporto donna-uomo, la sessualità, l’applicazione di questa nuova scienza delle relazioni per portare guarigione alle ferite del femminile… Di questo, ciò che ho preso senza niente stringere, resta nel presente della nostra conversazione e da qualche parte nelle fibre della mia aperta ricezione, in attesa di essere mosso e applicato da quella stessa ampia forza e consapevolezza che tutto pensa e muove, come egli dice e dalla quale sento sempre più di essere agita e in essa agire.

C’è stata poi una seconda occasione, alla fine del seminario. L’argomento principale del seminario è stato quello di un’altra consapevolezza a cui affidarsi, consapevolezza che riconosce il “noi” piuttosto che l’io e il tu, che vede oltre ogni “giusto/sbagliato” sistema di valori, al di là dei pregiudizi della coscienza. Una consapevolezza che apre, include e guida al ricongiungimento. Che guida tutti e indistintamente governa ogni tipo di relazione. La pratica principale è stata dunque quella dell’applicazione delle leggi che ordinano il campo di tali relazioni, racchiuse in una scienza osservabile che si chiama Hellinger Sciencia®. Ecco che, per il tempo concessomi, è su questo che ho chiesto.

L’orizzonte che queste risposte aprono è immensamente vasto.

Fin troppo per gli uomini e le donne di buona coscienza?

Chiami la tua una scienza. Scrivendo un articolo l’ho chiamata la scienza della vita in quanto soggetta alle leggi che governano i sistemi viventi. È così?

Più precisamente la Hellinger Sciencia® riguarda le relazioni degli esseri umani in tutti gli ambiti, sia all’interno di una famiglia, tra i compagni di una relazione di coppia, che nell’ambito professionale, cioè anche all’interno delle imprese e inoltre nell’ambito della salute.

Queste relazioni seguono alcune leggi che sono universali e per questo motivo sono una scienza. Si tratta però di una scienza sperimentale. Le leggi di queste relazioni si possono osservare e si può vedere quali conseguenze derivano dalle violazioni di queste leggi. In questo senso sono una scienza.

Perché si chiama Hellinger Sciencia®? Perché io ho riconosciuto queste leggi e le applico in tanti ambiti, e queste leggi si dimostrano in continuazione nelle costellazioni. Questo s’intende come Hellinger Sciencia®.

Quindi il nome “ordini dell’amore” si riferisce a queste leggi?

Sì, però queste leggi sono multidimensionali (non riguardano solo le relazioni in famiglia, ndr). Esse decidono su felicità e infelicità, decidono su avere successo o non averlo, successo in tanti ambiti e se queste leggi sono applicate riescono a congiungere quello che precedentemente è stato separato. Per questo motivo queste sono leggi di pace e di felicità.

In pratica ottenere salute e guarigione significa far proprie queste leggi e applicarle nella vita?

Esatto, e sono delle leggi in movimento. Possono essere osservate in continuazione e richiedono, pretendono qualcosa da noi. Non sono regalate, sono una prestazione, l’applicazione di queste leggi è una prestazione come oggi questo corso è stata una prestazione nell’applicarle.

E tutti quelli che le comprendono possono applicarle?

No. Tutti quelli che entrando nel campo spirituale di tali leggi e che diventano una cosa sola con esse, coloro riescono ad applicarle. Soltanto leggerne è troppo poco. Giocare a calcio si riesce soltanto quando si ha un pallone, solo guardare non è sufficiente. Così è anche qui.

Nella mia esperienza ho l’impressione che entrare in allineamento con questo campo vasto e con queste leggi sia un dono, è così?

Queste leggi si basano su delle comprensioni e queste comprensioni mi sono state donate.

Tuttavia non perché io dorma e poi abbia delle visioni, delle intuizione piuttosto perché ho lavorato quarant’anni con le persone e ho riconosciuto, ho scoperto, quello che succede e la comprensione basilare che ha una grande importanza nella Hellinger Sciencia® è quella dell’agire e del funzionamento della coscienza.

Si tratta di una comprensione rivoluzionaria.
Ed è difficile applicarla.

Richiede un completo cambiamento interiore.

Per esempio la buona coscienza conduce a dei conflitti e anche a delle guerre. Tutti quanti i conflitti e le guerre sono fatti con buona coscienza. Se però spieghiamo al capo di uno stato queste leggi, per esempio al presidente degli Stati Uniti, riesce ad applicarle? No, non riesce. Questo per lui è troppo grande, è catturato nella sua di coscienza.

E l’applicazione di ciò richiede una transizione in una consapevolezza più alta. È una consapevolezza totalmente diversa.

Ci sono delle persone che hanno fatto questo passaggio in tale consapevolezza. Per esempio Gandhi. È entrato in questa consapevolezza, però gli è costata la vita. Il presidente Sadat quando è andato a Gerulasemme ed è entrato in questa consapevolezza della pace e della riconciliazione, è anche stato ucciso. Ucciso da quelli che agivano in base alla loro coscienza.

Buona coscienza?

Tutti quanti avevano una buona coscienza e nel loro gruppo sono stati festeggiati come degli eroi.

Vorrei dare un esempio di una nuova consapevolezza. In Canada ho incontrato il capo di una tribù indiana, abbiamo passato una giornata insieme. Tra le altre cose, mi ha detto che nella loro lingua non esiste una parola per giustizia. Questo è ciò che intendo per “altra consapevolezza”, al di là della coscienza.

Penso di aver detto molto.

Box : Le leggi che governano le relazioni

Nell’ambito della coscienza personale

  • Il legame con la famiglia (gruppo), l’appartenenza e ciò che la preserva.
  • La definizione di chi appartiene e chi deve essere escluso.
  • La compensazione tra dare e ricevere

Nell’ambito della coscienza collettiva

  • Ogni membro della famiglia (gruppo) ha il medesimo diritto di appartenenza.
  • L’ordine gerarchico: chi viene prima ha la precedenza su chi viene dopo

Box Autori

Bert Hellinger ha studiato psicologia e teologia e ha lavorato per sedici anni in Sudafrica come missionario cattolico. Poi è diventato psicoanalista e ha praticato la dinamica di gruppo, la terapia primaria e l'analisi transazionale per approdare infine alle costellazioni familiari, il metodo da lui sviluppato della terapia familiare e sistemica. Ha continuato negli anni la sua ricerca fino ad arrivare ad una forma nuova ed elevata di costellazioni familiari.
Questa nuova modalità di lavoro, così come oggi Hellinger la pratica e la insegna, è definita "Hellinger Sciencia". È autore di numerosi libri di grande successo.

Elsa Masetti ha una formazione psicopedagogica, giornalista free lance. Libera ricercatrice, ama definirsi un’educatore corpo-mente-spirito, restituendo alla parola educazione la piena autorevolezza di “invitare all’espressione ciò che è già presente”. Tra i suoi progetti in movimento: relazionarsi con amore (www.elsamasetti.it) e in collaborazione, a Cesena, il centro Gioia, centro di educazione e terapia sessuale-relazionale (www.centrosesso.it). Entrambi i progetti includono l’applicazione delle leggi che governano le relazioni secondo gli insegnamenti di Bert e Sophie Hellinger.

Articolo pubblicato per gentile concessione della rivista Scienza e Conoscenza
http://www.scienzaeconoscenza.it/

Articolo tratto da Scienza e Conoscenza N. 42

Nuove scienze e antica saggezza per svelare i misteri della vita

Ti consigliamo...


Scienza e Conoscenza, la scienza che non ti aspetti. Rivista trimestrale illustrata nata nel 2002 dalla volontà dell'allora editore Giorgio Gustavo Rosso (direttore del Gruppo Editoriale Macro) di creare uno strumento di informazione capace di rintracciare le connessioni tra le indagini...
Leggi di più...

Dello stesso editore


Gli ultimi articoli


Non ci sono ancora commenti su Un’altra consapevolezza

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste